Generazioni - Chi siamo, che cosa vogliamo, come possiamo dialogare

Nov 7th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Libri Specializzati


Oggi in Italia convivono almeno cinque diverse generazioni, che si confrontano, si scontrano e talvolta si ignorano, in un susseguirsi ricorsivo di mediazioni e reazioni: sono la Silent Generation, i Baby Boomers, la Generazione X, i Post Millennials o Generazione Z e, infine, la cosiddetta Generazione Alpha, quella dei bambini che attendono ancora, per la verità, di diventare una generazione.

Questo libro parla di loro. Parla di noi. Chi siamo, perché vediamo le cose in modo differente a seconda della nostra generazione di appartenenza, quali aspetti ci contraddistinguono e quali caratteristiche, invece, ci accomunano.

E ci parla anche delle opportunità che possono scaturire dalla sinergia intergenerazionale: che cosa una generazione potrebbe regalare all’altra o tende, inevitabilmente, a sottrarle?

Con Generazioni l’autore prosegue e arricchisce il lavoro già iniziato con i suoi precedenti volumi, Generazione 2.0 e Post Millennial Marketing, mantenendo limpida la “lente generazionale”, che consente di cogliere peculiarità, analogie, risonanze e di capire meglio come le differenti generazioni possano comunicare efficacemente, per favorire un dialogo importante tanto in famiglia quanto nei contesti lavorativi.

Con uno stile fresco e uno sguardo che si rivolge anche al mondo del cinema, della pubblicità, della musica - e, soprattutto, fondando le proprie considerazioni sulla vasta mole di dati raccolti negli anni nelle ricerche condotte sia a livello personale sia all’interno delle organizzazioni che ha guidato - l’autore tratteggia il profilo delle generazioni e affronta il tema dell’incontro generazionale con una forza particolare, aggiungendo un tassello importante al panorama delle analisi sulla società contemporanea

Related posts:

  1. Social Media: ecco come li usano le diverse generazioni
  2. Generazione Z: che cosa è cool e di moda per questi giovani, purchè sia nella vita reale anche se “nativi digitali”
  3. Perché non possiamo non dirci “markettari”. Un’idea sul marketing oggi
  4. A chi vogliamo parlare? - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli