Gli omaggi, strumento strategico per la comunicazione - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli

Lug 4th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Comunicazione, Relazioni Pubbliche


Gli omaggi riservati ai partecipanti a conferenze stampa, incontri, presentazioni non sono obbligatori. E non devono nemmeno essere elementi ingombranti, con cui si voglia in un certo qual modo corrompere il rapporto professionale con gli interlocutori. Possono invece diventare uno strumento strategico, per ottenere proficui risultati in termini di relazioni pubbliche. Per esemplificare questo concetto, ricorriamo a una case history di successo.

Anni fa, non molti, una media azienda del settore informatico (ma avrebbe potuto operare in qualunque comparto), da poco sbarcata in Italia, mise in atto una originale operazione di relazioni pubbliche, facendo leva proprio sugli omaggi.

In occasione di una presentazione alla stampa del nuovo player sul mercato italiano, furono regalati a tutti gli ospiti (e anche a chi non aveva potuto partecipare) due biglietti per il teatro, in modo da dare la possibilità di coinvolgere un accompagnatore (mogli, mariti, figli, compagni e amici vari).

Gli spettacoli tra cui scegliere erano due e l’ospite si fece carico di gestire le opzioni espressa da ciascuno. Gli spettacoli scelti erano di ottimo livello, una commedia internazionale e un recital musicale.
Già in questo modo, si trasferiva una serie di valori: cultura (la scelta di portare le persone a teatro), attenzione alle persone (l’invito per due), ottima organizzazione (la gestione delle prenotazioni). Le serate erano esplicitamente informali, anche per quanto riguarda il dress code.

L’amministratore delegato della società partecipò a entrambe le serate, con la moglie. Dopo lo spettacolo, gli ospiti furono invitati a cena in un locale scelto con grande intelligenza: si trattava infatti di una normale pizzeria, molto curata ma semplice e calda, di quelle che si frequentano normalmente in famiglia.

In un ambiente così informale, tutte le persone si sentirono a proprio agio, la conversazione fu allegra e amichevole, e alla fine tutti si diedero reciprocamente del tu. L’amministratore delegato fu maestro nel creare il clima giusto, con semplicità di modi e simpatia.

Il risultato? Alla fine di ogni cena aveva scambiato il numero di cellulare con tutti i giornalisti, giocando egregiamente l’opportunità di fare un’ottima prima impressione su chi non conosceva la sua azienda.

Grazie a un uso strategico degli omaggi aziendali, in due sole serate riuscì a creare un prezioso patrimonio di relazioni e contatti personali.

#relazionipubbliche #giorgiovizioli #marketingjournal #clubmc #eventiaziendali #omaggi #eventi

Giorgio Vizioli
Comunicatore e Giornalista, dal 1990 titolare dell’Agenzia Studio Giorgio Vizioli & Associati di Milano (www.studiovizioli.it), ha ricevuto il Premio “Ufficio Stampa di Eccellenza 2019” del GUS (Giornalisti Uffici Stampa) Lombardia
Membro del Comitato Direttivo del ClubMC
giorgio.vizioli@studiovizioli.it
www.studiovizioli.it

Related posts:

  1. La sponsorizzazione: uno strumento efficace in un’equilibrata strategia di comunicazione - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  2. L’evento, efficace strumento di P.R. - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  3. La coerenza, elemento fondamentale delle strategie di comunicazione - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  4. La comunicazione interna - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli