Google Eastereggs - parte 4 - Seo step by step a cura di Libero Fusi

Dic 23rd, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing


Altri Google easter eggs ,anzi Christmas eggs.
Fai un tiro di botte

Questo EasterEgg fa un 360 flip e capovolge i risultati prima di riportarli di nuovo. Se vuoi vedere questo fantastico trucco cerca “Do A Barrel Roll” in Google

Gravità di Google
Ciò ti consente di sentire la forza della gravità durante la ricerca di un risultato di Google. Verificalo tu stesso cliccando https://mrdoob.com/projects/chromeexperiments/google-gravity/.

Sfera di Google
Un altro esperimento di Mr. Doob, questo ti mostra Google sotto forma di una sfera (https://cognitiveseo.com/blog/13616/google-easter-eggs/#53).

Esercizio di respirazione
Un nuovo Google EasterEgg può essere trovato se cerchiamo esercizi di respirazione o respirazione profonda. Il trucco interessante è che ti aiuta per 1 minuto a portare consapevolezza sulla respirazione. In questo modo gli utenti si rilasseranno e si concentreranno sulla respirazione. Un bel trucco per rilassarsi e inviare ad altri lo stesso esercizio.Cerca”breathingexercise“.

Selettore di colori
Il selettore di colori Uovo di Pasqua di Google o il selettore di colori esadecimale ti aiuta a navigare tra milioni di colori e armonie di colori. Puoi utilizzare il selettore di colori HTML per ottenere i valori esadecimali, RGB, HSL o CMYK per ciascun colore. È facile da usare per sviluppatori, web designer e persone che necessitano di valori accurati per colori specifici. Cerca “color picker”.

Generatore di numeri casuali
Simile a random.org, Random Number Generator ti consente di generare un numero da un elenco. Posiziona gli elementi minimo e massimo su un elenco per selezionare il vincitore. Cerca ” random number generator ” per attivare lo strumento

La modifica del massimo o del minimo in un numero con più di 10 cifre genererà un’emoji con il volto vertiginoso. Cambiare sia il massimo che il minimo a 100 genererà un simbolo di cento punti.

Cronologia logo Google
Cercando in ” Google Logo History ” potrai vedere l’evoluzione dei cambiamenti subiti dal logo da quando il primo vero Google è apparso nel lontano 1998:
1998: Larry Page e Sergey Brin usano questo logo per il loro progetto di laurea alla Stanford University.
30 agosto 1998: il team si dirige a Burning Man e crea il primo Doodle come messaggio fuori sede.
Settembre 1998: Google passa a google.com e condivide la sua versione beta con il mondo.
Maggio 1999: ancora giocoso, il logo assume un aspetto più sofisticato basato sul carattere Catull.
Maggio 2010: il logo si illumina e mostra un’ombra ridotta.
Settembre 2013: Il logo si appiattisce con alcune modifiche tipografiche.
Settembre 2015: il logo entra a far parte di una nuova famiglia che include i puntini di Google e l’icona ‘G’.

Google ha inizialmente due loghi. Quando Larry Page e Sergey Brin crearono originariamente il web crawler,lo chiamarono “BackRub”, che in seguito ribattezzarono in quello che conosciamo oggi: Google.

Come sempre, ricordo che il punto di vista SEO di 4TMarketing è quello di concentrarsi soprattutto sullo studio strategico del mercato e delle chiavi, e sulla perfezione dei contenuti che poi rappresentano queste chiavi.

Meglio se fatto in modalità massiva e automatizzata.

Libero Norberto Fusi
Vice Pres. ClubMC
Titolare 4marketing.com
libero.fusi@4tmarketing.com
mobile: + 39 347 3217653
seoxseo.4tmarketing.com

#seo #seostepbystep #liberofusi #marketingjournal #clubmc #daniloarlenghi

Related posts:

  1. Google Eastereggs - parte 3 - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  2. Google Easter eggs - parte 2 - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  3. Google Easter Eggs - parte 1 - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. Curiosità nel mondo di Google - Seo step by step a cura di Libero Fusi