Google lancia Shoploop per il video shopping

Ott 13th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Web e Dintorni


A volte le idee più innovative possono sorgere anche in metropolitana, osservando il comportamento delle persone attorno a noi. È quello che è successo a Lax Poojary, general manager di Shoploop, il nuovo esperimento lanciato dal laboratorio di Google Area 120. Con questa piattaforma di video shopping che consente di scoprire, valutare e acquistare prodotti beauty, tutto attraverso un’unica app, Google è pronto a schierarsi al fianco di Popshop Live e Amazon Live.

Vedendo una giovane pendolare che stava silenziosamente consultando il suo cellulare per cercare informazioni su un prodotto di make-up visto su un social network, passando da video su YouTube per capirne il reale utilizzo a uno store online per l’acquisto, Poojary racconta di essersi domandato: perché non raggruppare queste tre funzioni (scoperta, recensioni e acquisto) in un’unica applicazione?

L’esperienza su Shoploop è più interattiva della semplice visione su un sito di e-commerce tradizionale. L’app consente, infatti, agli utenti di scoprire prodotti tramite video che durano al massimo 90 secondi e di capire se fanno al caso loro. Le dimostrazioni sono fornite dagli utenti stessi, che possono essere seguiti proprio come su un social network. Una volta trovato un prodotto di proprio interesse, si può salvarlo per acquistarlo in un secondo momento o fare clic direttamente sul sito web del commerciante per completare l’acquisto.

Attualmente, Shoploop si concentra su prodotti di bellezza, tra cui trucco, cura della pelle, capelli e unghie. L’intento, si legge nella comunicazione ufficiale, è di “aiutare le persone a capire come appaiono i prodotti che stanno acquistando nella vita reale senza per questo recarsi in un negozio fisico”. Attualmente ottimizzata per dispositivi mobili, l’app sarà presto disponibile anche in una versione per desktop.

Related posts:

  1. Google lancia la sua università: laurea in 6 mesi ad un prezzo irrisorio
  2. Google lancia “Pay per stay”: si pagano solo gli annunci per soggiorni effettuati
  3. Google+ diventa Google Currents: in arrivo la nuova piattaforma di Google dedicata ai professionisti
  4. I video marketing trends per il 2020