Google rivoluziona l’algoritmo e premia i siti con la migliore user experience

Giu 20th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Web e Dintorni


La rivoluzione di Google sulla user experience (UX) è iniziata. A partire dal 16 giugno Google aggiorna il suo algoritmo che decide chi esce primo nei risultati di ricerca aggiungendo 3 nuovi fattori di UX (User experience) agli oltre 200 fattori di posizionamento organico. Si tratta dei 3 Core Web Vitals, ovvero di metriche essenziali per misurare il tempo di caricamento dell’elemento principale della pagina (LCP), il ritardo per la prima interattività (FID) e la stabilità visiva della pagina web (CLS).

AvantGrade.com – agenzia di ottimizzazione sui motori di ricerca basata in Svizzera – ha condotto una ricerca sulla user experience degli e-commerce di spesa online Italiani tenendo presente proprio i 3 nuovi fattori di UX.

Partendo dai nomi delle più importanti insegne dello shopping alimentare italiano, lo studio di AvantGrade.com ha raccolto da Google Chrome e analizzato i dati anonimi di 19 domini di e-shop. Dalla media delle misurazioni dei 3 fattori della UX, emerge lo shop di Conad con migliore user experience (89% delle sessioni), seguita da Eurospin (84,15%) e Cicalia (77,69%). Ottimo anche il risultato dello store PennyaCasa che si posiziona quarto sopra la media nazionale di UX Google (pari al 75,5 di buone esperienze in pagina).

“L’indagine ha l’intento di preparare gli e-commerce Italiani ai nuovi fattori SEO di Google legati alla UX”, commenta Ale Agostini, autore Hoepli sul Search marketing e direttore di AvantGrade.com. “L’update è il più grande degli ultimi 7 anni dal famoso Mobile Geddon; infatti Big G ha avvisato il mercato più di un anno fa per dare il tempo di adeguare il web design ai desiderata dell’algoritmo di ricerca più famoso”.

Related posts:

  1. Rendimento di Google News aggiunto in Google Search Console
  2. Google Assistant: ecco le 7 migliori funzionalità a disposizione!
  3. L’argomento migliore su cui scrivere un articolo - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. Google Chrome, le funzioni segrete che ancora non conosci