Guerrilla marketing, l’esempio di Unicredit

Dic 22nd, 2020 | Di Redazione | Categoria: Marketing In Progress


“Anche il calcio, come la vita, è fatto di alti e bassi”. UniCredit inaugura le attività di comunicazione “below the line” in Italia, trasformando una partita di calcio giovanile in un incontro da sogno

Duecento tifosi entusiasti e festanti hanno preso d’assalto lo scorso 16 luglio, le tribune del Centro Sportivo Mulazzano di viale dei Platani, trasformando la tranquilla atmosfera di un incontro di calcio giovanile amatoriale in quella tipica di un appassionante ed elettrizzante match di altissimo livello.

Tra lo stupore e l’emozione dei giovanissimi calciatori e degli addetti ai lavori presenti nell’impianto del piccolo centro lombardo in un pomeriggio d’estate, i supporter hanno cominciato a incitare le due squadre in campo, esponendo striscioni e intonando cori da stadio per tutta la durata dell’incontro, e riversandosi sul terreno di gioco alla fine della gara, per la più classica e pacifica delle invasioni di campo.

L’operazione è avvenuta in mattinata anche a Torino, dove i calorosi supporter hanno invaso gli spalti del Centro Sportivo USD Vanchiglia di via Ragazzoni 2.

Dietro l’iniziativa c’è UniCredit, uno dei principali gruppi finanziari europei che, seguendo il concept della campagna di comunicazione realizzata da BBH London e lanciata in Europa lo scorso 17 maggio – “La vita è fatta di alti e bassi.

Noi ci siamo in entrambi i casi”, ha pensato di regalare un piccolo “momento memorabile” ai giovanissimi in campo, nemmeno lontanamente abituati al calore e alle emozioni che si percepiscono sui palcoscenici del calcio che conta.

Related posts:

  1. Un memorabile esempio di guerrilla marketing per Nike
  2. UniCredit è stata in 20 città con l’uomo smartphone, l’uomo tablet e il super genius: guerrilla e attivazione
  3. Storico guerrilla marketing per Adidas a Monaco
  4. Asics sui metro’ in asia va di guerrilla marketing