Guerrilla painting: tecniche di marketing non convenzionale nell’arte

Ago 3rd, 2021 | Di Redazione | Categoria: Unusual Communication


Tutti conoscono il nome di Banksy, anche se molti si ostinano a chiamarlo erroneamente Bansky, ma questo è tutto ciò che ci è stato sapere su questo iconico artista contemporaneo.

Attualmente non è neppure chiaro se si tratti di un singolo artista o di un collettivo, non sappiamo dove realizzerà la sua prossima performance e quando sarà presente a mostre o eventi.

La figura di questo misterioso performer è un eccellente esempio di come una buona strategia di marketing possa influenzare il successo anche in campi che sembrano molto lontani dall’idea di pubblicità.

Attualmente Banksy è, senza alcun dubbio, l’artista più conosciuto al mondo e ha raggiunto questa notorietà sfruttando una precisa strategia di comunicazione.

Brand Image e Awareness non sono termini tecnici privi di significato, usati dagli esperti di marketing al solo scopo di confondere le acque e chiedere compensi più elevati.

L’alone di mistero che negli anni Banksy è riuscito a creare attorno al proprio personaggio e la riconoscibilità delle sue opere sono elementi fondamentali del suo successo nel panorama artistico mondiale.

Ogni performance e notizia su di lui viene studiata con grande attenzione, sfruttando elementi tipici del marketing, persino le tematiche e i messaggi che comunica attraverso il suo lavoro hanno il chiaro intento di garantire la viralità delle opere.

Le notizie frammentarie e l’anonimato hanno semplicemente aumentato negli anni la sua notorietà, che ha raggiunto il punto più elevato con l’operazione shock del 2018, quando una sua opera si è letteralmente autodistrutta in diretta durante l’asta di vendita.

Indubbiamente Banksy risente dell’influenza di figure come quella di Andy Warhol e Jean Michel Basquiat, della cui opera un destino ingrato ci ha privato troppo presto, non tanto dal punto di vista artistico, quanto da quello comunicativo.

#guerrillamarketing #streetart #banksy #fortunatomonti #marketingjournal

Fortunato Monti
Web & Social Marketer & Content Creator
fortunato.monti@gmail.com

Related posts:

  1. JR a Firenze: la nuova installazione non convenzionale a Palazzo Strozzi per denunciaare la ferita all’Arte
  2. Carte Noire e il guerrilla marketing
  3. Marketing politico, manuale non convenzionale per i piccoli partiti
  4. La UAU Communication - Tipologie di Marketing Non Convenzionale di Danilo Arlenghi