Guida all’E-Commerce (34) : importanza, evoluzione, best practice. Di Libero Fusi

E-commerce:  pagine di categoria

La gerarchia delle categorie (l’organizzazione delle categorie) fa parte dell’architettura delle informazioni del tuo sito web.

L’architettura dell’informazione non è uno scherzo, ma la stragrande maggioranza delle aziende ha strutturato il proprio sito utilizzando il metodo “secondo me”.

Anche se il buon senso è uno strumento utile, c’è un modo migliore per farlo.

Si tratta di organizzare il contenuto e il flusso di un sito Web in base alla ricerca e alla pianificazione. L’obiettivo finale degli architetti dell’informazione è quello di elaborare una struttura/design che bilancia i desideri degli utenti con le esigenze dell’azienda.

Considera se le tue categorie dovrebbero avere una gerarchia profonda o superficiale.

Entrambi gli approcci mostrano la stessa quantità di informazioni, solo in modi diversi.

Una gerarchia di categorie poco profonda ha solo pochi livelli di categorie, a volte solo categorie e sottocategorie principali (ad es. Candele > Candele di soia).

Una gerarchia profonda ha più livelli di categoria, ad esempio categorie principali > categorie > sottocategorie > sotto-sottocategorie > ulteriori sottocategorie (es. Reparti > Casa >Decor> Candele > Candele di soia).

Se vendi un’ampia varietà di prodotti (pensa ad Amazon), il tuo sito richiede una gerarchia profonda in modo che le persone possano navigare con precisione verso ogni prodotto. Riesci a immaginare se Amazon avesse solo categorie e sottocategorie principali? Nessuno userebbe più lo strumento di navigazione.

Ci vuole un po’ più di tempo per trovare un prodotto in gerarchie profonde, poiché comportano più clic e caricamenti di pagina.

Le categorie poco profonde (piatte) migliorano i comportamenti di navigazione, poiché gli utenti vedono naturalmente più sottocategorie/prodotti durante la navigazione.

Gli utenti non dovrebbero dover cercare più di 4 livelli nella gerarchia.

Applica questa regola generale all’architettura delle informazioni delle tue categorie di prodotti.

Se gli utenti devono andare più in profondità di quattro livelli durante la navigazione verso un prodotto, probabilmente non hai la migliore organizzazione del prodotto.

Categorie poco popolate confonderanno gli utenti.

Invece di creare una categoria per cuscini con solo 3 articoli, includi quei 3 cuscini nella categoria accessori.

Gli utenti vedranno una categoria scarna e penseranno che manchi qualcosa, o forse che la pagina non è completamente caricata. Invece, aggiungi i pochi prodotti di una categoria a un’altra.

Visualizza sia un elenco verticale di sottocategorie a sinistra sia una vista griglia con miniature.

Visualizzando le categorie sia come elenco che come griglia, stai facilitando un flusso di ricerca intuitivo.

Per gli utenti che vogliono semplicemente guardarsi intorno, una griglia che mostra categorie e sottocategorie, completa di foto attraenti, completerà perfettamente i comportamenti di navigazione.

Per gli utenti che sono giunti al tuo sito per un motivo specifico, un elenco verticale è molto utile. L’utilità di un elenco rapido e organizzato aiuta a spostare rapidamente questo gruppo di utenti lungo il loro obiettivo di ricerca.

Le miniature dei prodotti forniscono una rappresentazione intuitiva di ciò che gli utenti possono aspettarsi di trovare all’interno di ciascuna sottocategoria.

Crea uno spazio per le categorie speciali accanto alle categorie permanenti.

Questi possono includere articoli in saldo, categorie festività/stagionali, un mix dei due (“saldi estivi”) o altri gruppi per i quali un numero significativo di utenti acquista sul tuo sito.

Se molte persone visitano il tuo sito per acquistare regali di Natale, risparmia loro tempo e offri loro ispirazione curando una categoria “Regali per le vacanze” e visualizzandola in primo piano e al centro.

Cerca di avere 10 o meno sottocategorie per categoria.

Un’altra regola generale, mira a mantenere l’organizzazione delle categorie del tuo sito alla pari. Se hai 25 sottocategorie in una categoria, probabilmente c’è un problema con il raggruppamento e/o l’organizzazione delle categorie.

Crea una sottocategoria di accessori per ogni categoria che ha accessori.

Invece di ingombrare una categoria di prodotti con accessori (“perché ci sono cover per tastiera nella categoria laptop?”), crea una sottocategoria di accessori.

Questa semplice mossa crea meno confusione e più organizzazione.

Per motivi di chiara struttura del sito, evita nomi ambigui e, peggio ancora, sovrapposti.

Quando crei titoli di categorie/sottocategorie, tieni presente il tuo obiettivo finale: guidare gli utenti verso il loro obiettivo senza sforzo.

I tuoi titoli comunicano velocemente il messaggio giusto? Anche se può sembrare divertente, evita nomi “soffici” e scegli semplici e diretti.

Per informazioni o dettagli contattami:

Libero Norberto Fusi
Vice presidente Clubmc.it

libero.fusi@4tmarketing.com

Cellulare: 3473217653

#liberofusi #clubmc #marketingjournal #daniloarlenghi #ecommerce

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it