Guida all’E-Commerce (36) : importanza, evoluzione, best practice. Di Libero Fusi

E-commerce: pagina di checkout.

Il flusso di pagamento è il punto dove si trovano i soldi.

Persone generiche lasciano il sito prima ancora di entrare nella canalizzazione di pagamento, mentre gli acquirenti motivati ​​vengono qui per completare il loro ordine. Qualsiasi piccolo aumento in questo passaggio di solito ha un impatto diretto su quanti più soldi guadagna il tuo sito.

Esempio: un sito di e-commerce che abbiamo analizzato di recente aveva una pagina di pagamento in cui l’84,71% del traffico procedeva all’acquisto. Abbiamo calcolato che se potessimo aumentarlo al 90%, ciò comporterebbe 461 ordini in più e ulteriori 87.175 € al mese. Sarebbe una crescita del 23,94% delle entrate. a sì — i guadagni di °piccole variazioni” qui possono essere molto grandi.

Quindi, la domanda è: come possiamo convincere più persone a seguire il nostro flusso di pagamento e completare gli acquisti?

Le tattiche specifiche dipendono dal tuo sito, ma i principi per trovare la risposta sono universali.

E i principi sono generalmente di renderlo semplice, chiaro e veloce.

Meno clic servono (meno pagine), meglio è; semplificare il più possibile il processo di pagamento.

La maggior parte dei processi di pagamento sono lineari e lo sono da un po’ di tempo. Quindi, quando c’è un’eccezione, spicca e i clienti vengono infastiditi o confusi.

Il più delle volte succede quando un sito vuole forzare la registrazione prima del checkout.

Per le casse con molti campi modulo, il formato a fisarmonica funziona bene (se eseguito correttamente).

I processi di verifica in stile fisarmonica stanno diventando sempre più popolari per una buona ragione.

Consentono di organizzare e quindi elaborare facilmente molti campi. Un processo di pagamento è un impegno, quindi più facile è meglio è.

I checkout della fisarmonica sono una versione di un processo di checkout lineare organizzato e dinamico, ma i campi, i dati e il contenuto sono suddivisi in parti gestibili, il tutto senza alcun caricamento di pagina se implementato correttamente con AJAX.

Ci sono due cose importanti da tenere a mente quando li usi:

  • Non nascondere completamente le informazioni nei livelli superiori, fornendo riepiloghi
  • Rendi evidente che l’utente è ancora sulla stessa pagina e se desidera modificare le sezioni precedenti selezionerà un pulsante di modifica anziché il pulsante Indietro.

Mostra gli indicatori di avanzamento durante il processo di pagamento.

Questo può essere implementato in molti modi, ma l’obiettivo è orientare l’utente e non fargli chiedere dove si trova o che il processo richiederà molto tempo.

La convenzione qui è la barra di avanzamento nella parte superiore di ogni pagina di pagamento.

 

I checkout a pagina singola in stile fisarmonica stanno diventando sempre più popolari perché consentono il fatto che tutti i passaggi sono su una pagina (senza tempi di caricamento della pagina aggiuntivi) e consentono all’utente di vedere dove si trovano nel processo e di tornare indietro e modificare le informazioni se necessario.

Evitare i pulsanti “reset” e/o “cancella”.

Il rischio di reimpostare accidentalmente tutte le informazioni supera il raro vantaggio di qualcuno che ne ha bisogno.

Inoltre, quando le informazioni vengono suddivise con il sempre più diffuso processo di checkout in stile fisarmonica, è necessario reimpostare o cancellare meno spesso, poiché le semplici modifiche manuali funzionano bene.

Evita le parole contestuali confuse per i pulsanti CTA (es. “continua”).

Il problema con le parole ambigue per la CTA è che confondono.

“Continua” potrebbe significare invio e passaggio successivo, oppure potrebbe significare essere confuso con continuare a fare acquisti, spesso utilizzato anche nel processo di pagamento.

Quindi la domanda è: continuare dove? Prossimo passaggio di pagamento o continuare a fare acquisti?

Un altro esempio è “Indietro”. Indietro dove? Torna alla PAGINA precedente? Torna alla home page, pagina di ricerca? Dove? Oppure CTA come  “Procedi” o “Avanti” o “Applica”? A seconda del pensiero del cliente e del contesto in cui è arrivato alla pagina, queste parole contestuali significano cose diverse.

Sii chiaro. Dì loro dove stanno andando. Non lasciare spazio all’interpretazione. Dì “Acquista altro”, “Paga ora”, “Fornisci informazioni sulla spedizione”, ecc.

Per informazioni o dettagli contattami:

Libero Norberto Fusi
Vice presidente Clubmc.it

libero.fusi@4tmarketing.com

Cellulare: 3473217653

#liberofusi #clubmc #marketingjournal #daniloarlenghi #ecommerce

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it