Huawei annuncia un nuovo investimento in Italia con l’obiettivo di creare 1000 nuovi posti di lavoro

Lug 19th, 2019 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B


Lo ha rivelato Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia, nel corso dell’incontro stampa riguardante la sponsorizzazione della mostra Leonardo mai visto, in programma fino a gennaio 2020 al Castello Sforzesco di Milano.

Nella suggestiva cornice del Castello Sforzesco, l’evento “Huawei & Leonardo” è stata l’occasione per annunciare la nascita del Microelectronics Innovation Lab, realizzato in partnership tra il Centro di Ricerca milanese della multinazionale e l’Università di Pavia. Il nuovo laboratorio, operativo da settembre attraverso un investimento da 1,7 milioni di dollari, vedrà la collaborazione di 15 persone tra ricercatori dell’ateneo e di Huawei.

L’impegno di Huawei per l’innovazione italiana è una costante: nel corso dei 15 anni di presenza in Italia, l’azienda ha realizzato 4 Centri di Innovazione in collaborazione con i maggiori operatori di telecomunicazioni nazionali e un Joint Innovation Center con il CRS4 della Regione Sardegna dedicato alle Smart City.

“Questa nuova collaborazione con l’Università di Pavia è un’ulteriore conferma della centralità dell’Italia nella strategia globale di Huawei, testimoniata della forte volontà di investire nel Paese e nelle competenze presenti sul territorio - ha commentato Thomas Mia, CEO di Huawei Italia -. Vogliamo fornire nuove opportunità per favorire l’attrattività dell’Italia e frenare la cosiddetta ‘fuga dei cervelli’ che ha contribuito alla creazione del divario digitale oggi esistente con gli altri Paesi dell’Unione Europea”.

“Siamo lieti di realizzare una nuova realtà innovativa come quella del Microelectronics Innovation Lab, grazie alla collaborazione con l’Università di Pavia - ha dichiarato Renato Lombardi, Direttore del Centro di Ricerca Huawei di Milano -. Esiste una grande sinergia con le università locali: il nostro Centro di Ricerca, focalizzato sulle tecnologie wireless delle alte frequenze per applicazioni 5G e trasmissione in ponte radio, collabora già con una quindicina di università italiane. Nel quadro dei nostri investimenti a lungo termine, stiamo portando avanti attività ad hoc per supportare la formazione di studenti magistrali e PhD al fine di soddisfare la crescente domanda di competenze altamente qualificate. Alcuni ‘cervelli’ siamo riusciti a riportarli in Italia fornendo loro l’opportunità di fare ricerca applicata in modo ottimale”.

“La partnership tra Università di Pavia e Huawei è parte di una alleanza destinata a disegnare il futuro del mondo - ha affermato Fabio Rugge, Rettore dell’Università di Pavia -. Si tratta dell’alleanza tra università e impresa, tra intelligenza speculativa e sistemativa, da un lato, e intelligenza produttiva e trasformativa dall’altro. L’incontro tra Unipv e Huawei non è dunque casuale. Si incontrano due realtà che si muovono all’interno di questa più grande dinamica e la interpretano entrambe nel segno della innovazione e della qualità pregiata.

E’ da episodi come questo che si irradia l’energia di cui hanno bisogno il nostro Paese e il nostro pianeta”. “Il nuovo Innovation Lab si focalizzerà sui chi del futuro destinati a rivoluzionare l’utilizzo delle tecnologie di ultima generazione - ha spiegato Francesco Svelto, Vice Rettore dell’Università di Pavia, - ribadendo il focus dell’Ateneo sull’internazionalizzazione e sul legame con le aziende e con la ricerca. (foto e-dueesse.it)
www.huawei.com

Related posts:

  1. L’ambush marketing di Huawei al lancio dei nuovi iPhone
  2. UNA annuncia i premi de “L’Italia che Comunica”: 7 ori, 12 argenti, 13 bronzi e 6 riconoscimenti speciali
  3. L’Ippogrifo® condividerà nuovi contenuti gratuiti sul marketing B2B attraverso un nuovo canale informativo
  4. Il mercato del lavoro nel settore della comunicazione italiana: il nuovo rapporto del Centro Studi UNA. Molte donne, ma poche leader