I 5 trend del 2020 per la comunicazione grafica

Dic 4th, 2019 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, CATEGORIA B


Comunicare con le immagini, seguendo la moda

Ai giorni d’oggi la comunicazione visiva ha assunto una funzione importantissima: la gente non si ferma più per strada a leggere un’insegna, a meno che la sua attenzione non venga attirata da qualcosa. Ma cosa? In questo articolo abbiamo proprio intenzione di svelarvi la formula giusta! Tra tutte le tendenze in ambito comunicazione, vorremmo darvi la nostra selezione personalissima. 5 punti che il team di grafici di Komunikasi sente di poter consigliare per essere davvero vincenti nella comunicazione visiva nel 2020.
1. Personalità e immagina aziendale in evidenza

Nulla deve essere anonimo.
La taglia unica è il peggior nemico del visual designer, che deve imparare a parlare al singolo individuo, a creare per lui e solo per lui. In quel momento specifico.
Ogni brand deve trovare la sua identità, deve essere diverso dai suoi competitor nei valori di cui si fa portatore. Deve prendere posizione, deve schierarsi e deve essere orgoglioso di questo schieramento.
2. Variare la tipografia

Ecco un trend un po’ più “tecnico” rispetto ai precedenti, ma che ci sentiamo di ricordare come consiglio per essere originali.

Nel 2020, il font è il protagonista e una delle armi più forti per dare carattere al visual.
Il testo diventa grafica e viceversa, in uno scambio davvero affascinante.
Sperimentare l’accostamento di font anche diversi tra di loro, sembra essere una tendenza che andrà a coprire anche gli anni a venire.

Se ci pensate, il font viene usato in continuazione: dai manifesti ai loghi, alle etichette dei prodotti.

3. Ritrarre emozioni da vicino

Primi piani, sorrisi, ma anche espressioni assorte e momenti di svago.
Tutto ciò che ritrae la profondità e la socialità delle persone, deve essere messo in evidenza. Siamo sempre più social, ma anche sempre più sociali. E le immagini che permettono di riconoscersi sono tra le più impattanti e sempre efficaci.
L’importante è riuscire a mantenere all’interno della creatività, un messaggio di autenticità ed evitare l’effetto “posticcio”,soprattutto quando si parla di emozioni.
4. La provocazione

Per esprimersi in maniera netta, per distinguersi e per comunicare i propri valori, ci sono diverse strade da poter seguire.
Le tendenze visual del 2020 dicono che non bisogna avere paura di osare, nel farlo.
Se il DNA del nostra brand ci porta naturalmente a diventare provocatori, i nostri visual designer devono poter usare questa leva nelle loro creazioni. Anzi, è meglio che lo facciano, dato che l’essere provocatori, un po’ sfacciati e mai banali, resta uno dei trend più in voga degli ultimi anni.
5. Monocromia

un’ultima tendenza che troviamo davvero interessante è quella dell’uso di immagini con sfondo monocromatico, dello stesso colore del prodotto rappresentato.
Il flat design, il minimalismo e il colore ritornano tutti insieme, confermando quella tendenza visiva già aperta negli anni scorsi.

Noi amiamo molto questa direzione semplice eppure d’impatto e speriamo che la creatività di ogni grafico possa avere davvero una valvola di sfogo costruttiva grazie a linee guida così efficaci.

Related posts:

  1. We Are Social svela quali sono i sei trend della comunicazione nel 2020
  2. Trend visual 2019: il ritorno del vintage anche sul web
  3. Getty Images: 3 i macrotrend della comunicazione visiva per il 2018
  4. I trend del Marketing nel 2019