I trend dei gadget per il 2020 _ Promo Flash a cura di Serena Maiellaro

Lug 20th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B


Parlare di trend 2020 nel settore degli articoli promozionali a più di metà dell’anno potrebbe sembrare strano ma in realtà ha del tutto senso per due motivi. Innanzitutto la stagionalità di questi prodotti, soprattutto per via del Natale, è sempre stata concentrata negli ultimi tre-quattro mesi dell’anno. Quest’anno, poi, con lo spostamento di molte fiere dalla primavera all’autunno causa Covid-19 e con un previsto ritorno alla “normalità” lavorativa da settembre in poi, può darsi che l’ultimo quadrimestre sia ancora più dinamico del solito.

Se il 2019, sulla scia dell’”effetto Greta”, ovvero la maggiore consapevolezza del critico stato di salute del nostro pianeta, è stato l’anno del boom dei prodotti ecosostenibili, il 2020 non sarà da meno.

I distributori del settore, infatti, quest’anno hanno introdotto nei loro assortimenti un’ancora più vasta gamma di articoli ecologici. Si va dai prodotti in materiali riciclati come il cartoncino o il PET (la plastica delle bottiglie) fino a materiali tradizionali un po’ di nicchia nel promozionale finora ma adesso rivalutati per il loro basso impatto ambientale, come il sughero e il legno, soprattutto il bamboo. Ci sono infine dei materiali nuovi e particolari come gli scarti della lavorazione del caffè, la fibra di paglia e il PLA di mais.

Una costola di questa tendenza è quella della preferenza per articoli durevoli e riutilizzabili al posto del loro corrispettivo usa e getta, chiaramente meglio se realizzati in materiali ecosostenibili.

E’ qui che ricade il best seller 2019, cioè le borracce, ma anche borse per la spesa, tazze, portapranzo, cannucce e altri prodotti. Il riutilizzo presuppone una maggiore qualità per garantire una certa affidabilità nel tempo e per questo il cliente potrebbe essere disposto a considerare articoli dal prezzo più elevato, ancora più giustificato se il prodotto è in materiali “green”, dato che la produzione con materiali diversi dalla plastica ha dei costi maggiori.

Sempre nell’ottica di ridurre la produzione di oggetti superflui e il volume di rifiuti futuri, potrebbero avere una marcia in più come gadget gli oggetti multifunzione, come ad esempio il power bank che fa anche da caricatore wireless o la penna con punta capacitiva per touch screen. Il vantaggio di questi oggetti è anche quello di sorprendere l’utilizzatore e regalargli un qualcosa che ha come valore aggiunto una grande praticità e versatilità e queste caratteristiche sono assolutamente in linea con la migliore accezione del prodotto gadget.

L’altra grande tendenza iniziata l’anno scorso e destinata a continuare quest’anno è quella del wireless. Gli smartphone di ultima generazione, infatti, devono essere ricaricati a induzione e per questo stanno spopolando caricatori e power bank senza fili.

Stesso discorso vale per gli auricolari. L’eliminazione del jack dedicato alle cuffie negli iPhone ha contribuito alla diffusione degli auricolari Bluetooth ma in generale su tutti i telefoni questi accessori consentono una maggiore libertà di utilizzo rispetto alle cuffiette con fili, senza contare che a livello emotivo sono diventati di moda e quindi oggetti del desiderio per molte persone che potrebbero anche usare auricolari classici.

Ma il più recente trend che si può riscontrare nel modo della PTO è quello dei gadget legati all’igiene: gel e spray per igienizzare le mani e penne in materiali antibatterici sono due esempi di prodotti che prima erano scelti per lo più da aziende in dati settori ma che ora, nell’intento di limitare il dilagare del coronavirus, potrebbero risultare interessanti per tutti. Da questa emergenza sanitaria sono nati anche dei nuovi gadget, come le mascherine stampate o un accessorio che permette di aprire le porte e premere pulsanti senza usare le dita su queste superfici.

Per concludere, credo di poter dire che, se in passato gli articoli promozionali per molti erano per definizione il “regno del superfluo”, forse d’ora in poi saranno percepiti di più come degli oggetti utili per tutti noi e per il nostro ambiente. Ciò non vorrà affatto dire che non saranno più prodotti originali o all’occorrenza divertenti e d’altra parte così il loro potere come mezzo pubblicitario ne risulterà di sicuro accresciuto, sia in termini di diffusione sia in termini di immagine.

Related posts:

  1. I gadget nell’era digitale - Promo Flash a cura di Serena Maiellaro
  2. L’importanza dei gadget nella strategia aziendale - Promo Flash a cura di Serena Maiellaro
  3. L’universo del promozionale: gadget, regalo aziendale, abbigliamento e divise – Promo Flash a cura di Serena Maiellaro
  4. Articoli promozionali e merchandising - Promo Flash a cura di Serena Maiellaro