Il bisogno degli altri. 18 ipotesi

Lug 7th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Psicologia & Sociologia


Vi sono domande che appaiono banali, tanto ci appare scontata ed evidente la loro risposta.

Eccone una: Perché abbiamo bisogno degli altri? Perché abbiamo bisogno di aver vicino qualcuno, di sentire un legame?

Domanda che ne evoca irresistibilmente un’alta: Perché tra le tantissime persone che abbiamo incontrato, o potevamo incontrare, abbiamo scelto un legame affettivo con le persone che sono nella nostra vita, come moglie o marito, o come amici? Perché proprio loro?

Certo, siamo predisposti psicologicamente e neurobiologicamente a costruire relazioni e legami. Le strade che ci portano all’altro hanno una ragione: il bisogno. A volte anche il desiderio. Ma è la biografia delle nostre esperienze che dà identità e direzione ai nostri bisogni degli altri, che indirizza i nostri modi di amare e di cercare amore.

Qui alcune ipotesi di bisogni, non raramente invisibili, che ci spingono alla ricerca degli altri, in modi differenti. Una proposta per riflettere su se stessi e i propri legami.

Di essere accolti e protetti, di sentirci al sicuro.
Di essere riconosciuti, capiti e apprezzati.
Di evolvere e conoscere.
Di scoprire ciò che possiamo di più da noi stessi.
Di ripetere le ferite che abbiamo imparato.
Di sentirci liberi e nuovi.
Di sentirci generosi e utili.
Di bellezza.
Di complicità e segreti.
Di sentirci migliori.
Di non essere soli.
Di non deludere le attese di chi già amiamo.
Di non perdere ancor di più.
Di sentirci ed essere genitori.
Di sentirci ed essere amici.
Di eternità e giovinezza.
Di conservare un passato che duri.
Di costruire un futuro che rimanga.

E molti altri ancora.

Related posts:

  1. I “muri della gentilezza”, dove appendere abiti per chi ne ha bisogno
  2. Il “Gran Rifiuto” di Coca Cola, Unilever, North Face, Patagonia, Verizon e molti altri ai social network
  3. I manager? Non si trovano: l’87% degli imprenditori si lamenta delle difficoltà a reperirli
  4. Coltivare le relazioni con i giornalisti non solo nel momento del bisogno. Pillole di Ufficio Stampa a cura di Giorgio Vizioli