Il fenomeno ‘codici promo’ rafforza il sodalizio brand-influencer

Ott 27th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B


Due piccioni con una fava. In tempi di crisi retail legata all’emergenza sanitaria i fashion brand scoprono nuove forme di connessioni con i consumatori che, sempre più spesso, passano attraverso i social network.

Le influencer hanno tenuto il passo della comunicazione tra aziende e clienti durante il lockdown, grazie a una narrazione quotidiana mediata da post, Instagram Stories e contenuti pensati appositamente per i marchi partner.

A stringere ulteriormente il legame tra brand, star del web e follower stanno ora prendendo piede i ‘codici promo’. Le aziende rilasciano infatti alle influencer delle password da condividere con la propria fan base per accedere a sconti esclusivi.

I codici vengono puntualmente comunicati attraverso Ig Stories e post sponsorizzati. In questo modo, i brand possono controllare l’effettivo potere di coinvolgimento delle influencer e, allo stesso tempo, proporre merce a costi ridotti senza palesare una vendita a prezzo scontato, magari di prodotti in stock.

La pandemia, riporta Vogue Business, impatterà lo shopping tradizionale durante l’imminente holiday season. Retailer americani con Target, Best Buy, e Kohl’s stanno meditando di non aprire per il celebre Thanksgiving day.

I regali sotto l’albero saranno frutto di attente scelte d’acquisto a portata di click. Kristi O’Brien, general manager della piattaforma di marketing RewardStyle, ha già consigliato ai suoi clienti di muoversi per tempo e ingaggiare le influencer migliori.

Il fenomeno dei codici promo era stata inizialmente snobbato da alcune star del web che ora però hanno completamente rivalutato le proprie decisioni, come conferma Jennifer Powell, manager di Danielle Bernstein, sulla scena social da quasi 10 anni con @WeWoreWhat e una follower base di 2,5 milioni: “È buffo perché all’inizio una delle cose che non accettavamo erano proprio i codi promo.

Quando un brand cercava di proporre una campagna simile rispondevo ‘non lo facciamo’ perché non credevamo giusto proporre uno sconto o anche solo la percezione che vendessimo qualcosa a prezzo speciale. Ora invece credo si tratti di venire incontro ai consumatore.

Le influencer stanno fornendo una servizio ai brand affetti dal Covid per aiutarli a vendere i prodotti”. Powell consiglia inoltre di veicolare i codici sconto attraverso le Stories, attivando la modalità Swipe-Up che riporta subito al carrello d’acquisto.

Roger Figueiredo, vice president della piattaforma di marketing #Paid che collabora anche con Lvmh e Sephora, sottolinea quanto i codici promo valorizzino il reale seguito delle influencer, mostrando alle aziende i dati reali di engagement attraverso gli acquisti realizzati con le password personalizzate. Fungono quindi da spartiacque tra la vera capacità di ‘influenzare’ gli acquisti e il fumo begli occhi venduto da alcune presunte instagrammer.

A spingere ulteriormente il successo del fenomeno è la durata limitata della validità dei codici che spinge le follower ad acquistare subito onde evitare di perdere l’occasione. Inoltre quando un brand lavora assiduamente con la stessa influencer si cementa maggiormente il rapporto con la sua fan base.

Quello dei codici sconto è solo uno degli espedienti messi in atto durante l’epidemia sanitaria. Dallo scoppio della pandemia c’è stata un’escalation di investimenti in nuove forme di comunicazione e acquisto, dalle “televendite di lusso” importate dalla Cina alla possibilità di finalizzare i propri acquisti direttamente su Instagram, alla presenza sulle piattaforme di gaming.

La capacità di intercettare l’attenzione delle possibili clienti passa attraverso i social e, spesso, non dura più di 15 secondi.

Mini Guida ai Codici Sconto e i codici promozionali

Il mercato sta cambiando e i codici promozionali sono un nuovo modo usato dalle aziende che vendono in Internet per richiamare l’attenzione dei clienti, vediamo in questa piccola guida ai codici sconto alcuni concetti base su cosa sono e come si usano i codici sconto.

Cosa sono i codici sconto, i coupon e i codici promozionali?

Molte aziende che vendono prodotti e servizi in Internet usano i codici sconto per promuovere i loro prodotti in determinati periodi dell’anno o per lanciare novità. I navigatori possono essere quindi stimolati ad acquistare un prodotto perchè sono venuti a conoscenza di una promozione o un codice coupon che da loro un vantaggio economico.

Un esempio lampante è quello di PosterXXL che proponeva un codice sconto per un Poster fatto con la tua fotografia a costo zero per un periodo limitato di tempo, in questo modo l’azienda si è fatta una grande pubblicità.

Quali sono i vantaggi dei codici sconto, dei coupon e dei codici promozionali?

- Sconti in percentuale su ordine minimo
- Offerte di prodotti gratuiti in promozione
- Buoni sconto in euro da spendere per tutti i prodotti di uno store
- Spese di spedizione gratuite

Quando si possono usare i codici sconto?

I codici sconto possono essere usati all’atto dell’acquisto di un prodotto online tutte le volte che nel carrello o in fase di pagamento, vediamo un campo di testo che ci chiede di inserire appunto un coupon o un codice. Spesso capita che il navigatore stia acquistando un prodotto e trovi questo campo prima di pagare senza sapere di cosa si tratti.

In passato io pensavo si trattassero di codici sconto riservati a particolari accordi aziendali invece sarà sufficiente fare una ricerca in Internet per vedere se si trova un codice sconto per quello Shop.

Un esempio pratico di utilizzo di codice promozionale, Feltrinelli.

Immaginiamo che io debba acquistare dei libri, mi trovo sul sito di Feltrinelli e ho messo nel carrello alcuni libri. Nella pagina del pagamento trovo una voce che mi dice “se hai un codice promozionale Feltrinelli inseriscilo qui”. Io non ho nessun codice promozionale ovviamente! Se trovo un codice sconto valido, che non sia quindi scaduto, posso provare a inserirlo nel mio carrello e usufruire dello sconto.

Related posts:

  1. Le nuove logiche dell’Influencer Marketing: affinità ai valori del brand e maggiore aderenza al target
  2. Il nano influencer marketing è davvero il futuro dell’influencer marketing?
  3. “Come gli influencer ed i social concorrono nella decisione d’acquisto ?” Presente e futuro dell’influencer marketing in Italia
  4. Influencer Marketing 2.0: Come sviluppare una strategia influencer-oriented