Il rapporto umano, carta vincente delle relazioni pubbliche, a cura di Giorgio Vizioli

Nov 27th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Comunicazione, Relazioni Pubbliche


Anche se le moderne tecnologie consentono di comunicare con rapidità ed efficienza, il rapporto umano resta sempre una carta vincente nel mestiere delle relazioni pubbliche. Conoscersi di persona, parlare, anche per pochi minuti, di argomenti non strettamente inerenti ilnostro lavoro, sorseggiare un caffè insieme, sono elementi fondamentali per creare rapporti efficaci anche dal punto di vista professionale.

Occorre quindi porsi sempre in un atteggiamento mentale finalizzato a creare opportunità di contatto con i nostri interlocutori (naturalmente, facendo attenzione a non essere invadenti, altrimenti si sortisce un effetto opposto). Per esempio, anche se può sembrare dispendioso in termini di tempo, portare personalmente al destinatario, in ufficio o in redazione, un prodotto che si potrebbe anche spedire per corriere o un documento che si potrebbe inviare per e-mailè una premura che èspesso apprezzata e che serve proprio a impreziosire la relazione. E anche l’osservazione del luogo di lavoro delle persone ci fornisce utili informazioni e dettagli sulla loro personalità e può essere quindi d’aiuto nel lavorare con loro.

Il tempo - una mezza mattinata o mezzo pomeriggio - che impiegheremo in queste trasferteo visite non sarà assolutamente male investito, perché ce ne farà in realtà risparmiare altro, ben più prezioso, in futuro. Quando saremo sotto pressione e avremo bisogno di poter contare su un contatto giusto e affidabile.

Analogamente, nella stessa prospettiva, è opportuno valorizzare tutte le occasioni che, spontaneamente, ci sono offerte dalla nostra quotidianità lavorativa: nell’ambito di un incontro di lavoro, se possibile, può essere conveniente cercare di arricchire la relazione professionale di elementi personali.

Si badi bene: tutto questo non è affatto facile, per diversi motivi.

In primo luogo, perché le persone sono tutte diverse tra loro e ognuna va prima di tutto capita e poi presa per il verso giusto; in secondoluogo, perché sul lavoro molti tengono un contegno verso gli altri differente rispetto all’atteggiamento che hanno nelle loro relazioni private e non amano mescolare i due contesti (o, addirittura, in alcuni casi lo considerano poco professionale); o, infine, perché alcuni sono più riservati o timidi.

Occorre quindi proporsi con garbo e discrezione, valutando con accortezza se e quando siaconveniente e opportuno porre la relazione su un piano personale.

#relazionipubbliche #giorgiovizioli #marketingjournal #clubmc #eventi #comunicazionepolitica

Giorgio Vizioli
Comunicatore e Giornalista, dal 1990 titolare dell’Agenzia Studio Giorgio Vizioli & Associati di Milano (www.studiovizioli.it), ha ricevuto il Premio “Ufficio Stampa di Eccellenza 2019” del GUS (Giornalisti Uffici Stampa) Lombardia
Membro del Comitato Direttivo del ClubMC
giorgio.vizioli@studiovizioli.it
www.studiovizioli.it

Related posts:

  1. La qualità della informazione come arma vincente per il comunicatore - Relazioni Pubbliche a cura di Giorgio Vizioli
  2. La coerenza, elemento fondamentale delle strategie di comunicazione - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  3. Benefici interni delle PR - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  4. Professionalità prima di tutto - Relazioni Pubbliche a cura di Giorgio Vizioli