Inaugurato il Museo del Design alla Triennale di Milano

Apr 9th, 2019 | Di Altri | Categoria: CATEGORIA B


Alla Triennale di Milano e’ nato, lunedì 8 aprile, il giorno prima dell’apertura del Salone del Mobile, il Museo del Design. Uno spazio che ripercorre la storia del design dal 1946 al 1981, attraverso gli oggetti iconici creati in quegli anni: dal telefono Grillo alla radio Brionvega, dalla poltrona Proust di Alessandro Mendini ai Moon Boot fino al divano Bocca di Gufram. Esempi del genio del Made in Italy con accanto i loro prototipi in legno, concessi in deposito da Regione Lombardia.

L’allestimento

L’allestimento è in ordine cronologico. Sul muro del salone che ospita il museo sono segnati i grandi eventi accaduti in quegli anni, dall’allunaggio al rapimento Moro. Un allestimento semplice, ha spiegato il direttore Joseph Grima, ideato per “far parlare gli oggetti”. Ma questo, ha avvertito alla presentazione alla stampa il presidente della Triennale Stefano Boeri, è solo l’inizio: l’esposizione si chiama ‘episodio 1′, e rappresenta l’inizio di una saga “come quella di Guerre Stellari”.

La conclusione dell’allestimento è una foto dell’inaugurazione della mostra ‘Memphis’, risalente al 19 settembre 1981, dove vennero esposte opere di designer di tutto il mondo. Un evento che ha aperto “all’internazionalizzazione e a una bellissima epoca che non vediamo l’ora di raccontare”, ha spiegato Grima.


Da qui partirà l”episodio 2′ dell’esposizione, che verrà ospitato nell’ampliamento della Triennale. Il mese prossimo verrà lanciata una gara internazionale di architettura per uno spazio ipogeo di 6mila metri quadrati nell’area del giardino. Un progetto molto importante in due fasi. La prima da 10 milioni di euro, “coperti quasi interamente - ha sottolineato Boeri - dal Ministero dei Beni culturali”. L’intenzione è però anche quella di acquisire nuovi pezzi, che si aggiungeranno ai 1.600 già nella collezione della Triennale.


Il prossimo mese, infatti, sarà lanciato un concorso internazionale di architettura per un ampliamento della mostra, che prevedrà anche l’utilizzo di uno spazio ipogeo nel giardino di seimila metri quadri della Triennale

All’inaugurazione presenti premier Conte e ministro Bonisoli

Finalmente Milano ha “quello - ha sottolineato il designer e architetto Mario Bellini, membro del comitato scientifico - quello che tutti nel mondo si aspettano abbia”. Anche per questo all’inaugurazione di lunedì saranno presenti anche il premier Giuseppe Conte e il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli.

Al mattino Triennale firmerà anche un accordo con i musei d’impresa e con l’Adi (che sta creando il museo del Compasso d’Oro, dedicato agli oggetti di design che hanno vinto il prestigioso premio), per creare una associazione e quindi mettersi in rete. “Quello dell’apertura di un museo è un giorno significativo” ha sottolineato l’assessore milanese alla Cultura Filippo Del Corno, presente insieme al suo omologo lombardo Stefano Bruno Galli. Nel caso del Museo del Design si può parlare di un giorno storico, considerando che le esposizioni Triennali dal dopoguerra ne hanno gettato le basi, a partire dalla X Triennale del 1954, denominata ‘rassegna internazionale dell’Industrial Design’, prima volta in cui si è usato quel termine.

Related posts:

  1. Motomorphosis e le moto d’arte non convenzionale alla Triennale -
  2. 10 Ed. Convegno “Retail Visions” 8 novembre 2017 c/o La Triennale di Milano, Viale Alemagna 6
  3. Tratto Pen Partner Ufficiale della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano
  4. Guerrilla per Kimbo che ha inaugurato il temporary store di Milano