Influencer communication: i trend da non perdere

Ormai le aziende lo sanno: non si può più rinunciare a una corretta strategia di influencer communication per aumentare le vendite dei loro prodotti e creare community solide attorno al loro brand.

Migliorare la propria visibilità attraverso personaggi con un certo seguito sui social network è un’ottima strategia, tant’è che l’80% dei piani di promozione ad oggi si basano proprio sull’influencer marketing.

Quali sono i trend di influencer communication/marketing 2022?

Come si trovano gli influencer da ingaggiare? Un modo sicuramente efficace è affidarsi a Jungler, un team giovane, professionale e con esperienza nel settore del marketing digitale da anni.

Jungler mette in contatto professionisti e influencer con lo scopo di creare rapporti proficui e duraturi, lavorando con moltissime aziende, tra cui brand noti. Jungler mette in contatto professionisti e influencer con lo scopo di creare rapporti proficui e duraturi, lavorando con moltissime aziende, tra cui brand noti.

Sappiamo molto bene per le aziende ed i Brand quanto è complicato e dispendioso in termini di tempo riuscire a sviluppare le giuste campagne di influencer marketing. Ed è proprio per questo che il team di Jungler ha ideato l’organic performance marketing, il primo servizio che rende semplice e veloce la gestione delle campagne di influencer marketing garantendo la qualità degli influencer, l’autenticità e la misurabilità dei risultati.

Per avere una panoramica a 360° sui lavori sviluppati da Jungler: https://www.instagram.com/jungler.io/ 

Perché l’influencer marketing funziona?

Prima di passare ai trend di influencer marketing 2022, vediamo perché questa strategia è tra le più diffuse tra le aziende. Si tratta innanzitutto di una forma di promozione che non prevede interruzioni mentre si svolgono altre attività. I contenuti pubblicati dagli influencer non sono post sponsorizzati che intervallano il feed, ma si incastrano perfettamente tra le condivisioni che un utente visualizza nella sua bacheca.

Quindi, la comunicazione è più fluida, l’utente non ha la percezione che sta guardando una pubblicità e perciò è più propenso a visualizzare il contenuto fino alla fine, se si tratta di un video, o di fermarsi più a lungo, se invece si trova di fronte a un’immagine dotata di caption.

Altri due vantaggi dell’influencer marketing sono dovuti alla scelta del personaggio: quest’ultimo, infatti, ha raccolto nel tempo una community fedele e la fiducia è alla base di qualsiasi forma di comunicazione, anche nel marketing. Dunque, se un influencer parla dei vantaggi di un certo prodotto, il suo pubblico sarà più propenso a credergli e, possibilmente, a provarlo. Inoltre, ogni influencer si rivolge a una certa categoria di utenti, rendendo la targettizzazione più precisa e immediata.

I trend di influencer marketing 2022

Ogni anno possiamo aspettarci delle novità dal mondo del social media marketing. Le aziende devono prestare attenzione alle nuove tendenze, in quanto possono consentire loro di trovare clienti, ma anche di creare una community fedele che parla del brand, facendolo conoscere ad altre persone.

Quali sono le novità di quest’anno?

Micro e nano influencer

Esistono diversi tipi di influencer, in base alla grandezza della loro community. Non serve puntare necessariamente sempre su grandi personaggi con un seguito consistente, per due motivi: il costo della collaborazione potrebbe essere eccessivo per alcune aziende, mentre il pubblico potrebbe essere troppo ampio per un prodotto di nicchia.

I micro-influencer sono quelli con meno di 25000 utenti, mentre i nano influencer ne hanno solo qualche migliaio. Tuttavia, secondo una ricerca di Later e Fohr, questi personaggi riescono a creare maggiore coinvolgimento. Il motivo è che i loro pochi followers sono molto legati al brand.

Concentrandosi su nano e micro influencer, i marchi saranno in grado di ottenere collaborazioni proficue a fronte di una comunicazione più mirata a un certo target e a budget ridotti.

Live stream shopping

Il live stream shopping è un’idea nata nel 2021 ma si prevede una crescita esponenziale quest’anno. Gli influencer useranno infatti video in diretta per promuovere i prodotti nelle loro community.

Tutti i principali social network con live streaming al momento hanno sviluppato una soluzione per consentire lo shopping in diretta e si prevede un utilizzo massiccio di questo strumento nei prossimi mesi. Per convertire maggiormente gli utenti, gli influencer dovranno trovare delle idee originali, in modo da non rendere le live delle presentazioni piatte e noiose di prodotti.

Si punta al Metaverso

Questo trend è ancora in fase di sperimentazione e probabilmente dovremo attendere ancora qualche anno prima che diventi una vera e propria tendenza tra le aziende. Tuttavia, qualcosa già si muove: si pensa già alla creazione di virtual influencer, degli avatar in grado di parlare al pubblico e di creare lo stesso coinvolgimento di una persona reale.

Potranno rompere i confini della realtà, rivelandosi molto versatili e a completa disposizione delle aziende che vogliono affidarsi all’influencer marketing. Ma per questo, per ora, dobbiamo aspettare ancora un po’.

Più video e audio

Tik Tok e Clubhouse hanno raccolto un numero esponenziale di nuovi iscritti nell’ultimo anno. Il motivo è presto detto: con le nuove tecnologie a supporto della connessione internet, gli utenti possono accedere a immagini ancor più di qualità e contenuti che si caricano velocemente.

Immagini e testi stanno andando a perdere il loro livello di coinvolgimento, mentre video e podcast stanno raccogliendo sempre più utenti interessati. Entrambi questi formati sono più semplici, meno impegnativi rispetto a un articolo o al testo di un post. In particolare, il podcast va a sostituire le pagine di un libro o gli articoli di giornale, divenendo così il modo di fruizione preferito di chi non ha tempo da dedicare alla lettura.

Gli influencer, quindi, non sono più solo su Instagram. Ne esistono anche che si concentrano solo sull’audio. Le aziende e i creator dovranno così escogitare nuovi modi per promuovere i prodotti senza mostrarli, come si è sempre fatto anche mediante il mezzo radiofonico.

Cause sociali e inclusività

L’attivismo sociale è cresciuto sempre di più dopo la recente pandemia e nel 2022 gli influencer saranno ambasciatori di tematiche sociali. Le aziende che si occupano di temi di questo tipo, come body positivity, inclusione, donazioni ecc. potranno contare su influencer sempre più impegnati e contro ogni forma di discriminazione.

Le aziende saranno quindi invitate a scegliere accuratamente gli influencer con cui desiderano collaborare, in modo da comunicare i propri messaggi in maniera efficace. Inoltre, questa tendenza porta le imprese a non concentrarsi esclusivamente sulla vendita di prodotti o servizi, ma soprattutto sulla diffusione di valori. Il marketing ormai non è più come una volta, in cui l’aumento del fatturato era l’elemento più importante.

Siamo in un periodo in cui le persone hanno imparato a guardare al di là del valore materiale, cercando piuttosto una linearità tra il proprio pensiero e il brand.

Queste sono quindi i trend di influencer marketing del 2022. I brand devono tenerne conto per migliorare la presenza sui social e ottenere più clienti attraverso questi strumenti. Ci sono aziende, poi, che aiutano i brand a individuare gli influencer in modo veloce e mirato, come Jungler, che si occupa della ricerca di personaggi noti sui social e del monitoraggio dei contenuti prodotti, affinché siano sempre di grande qualità.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it