Instagram: guida alle dimensioni delle immagini 2020

Dic 11th, 2019 | Di Redazione | Categoria: Social Networking


Perché una guida alle dimensioni delle immagini di Instagram?

Instagram è il social network visuale per eccellenza, dove i valori aziendali vengono espressi in immagini che devono risultare incisive, in grado di catturare l’attenzione e di trasmettere messaggi in modo chiaro, conciso e facile da ricordare.

Prima di pubblicare un’immagine, diventa quindi necessario avere alcune accortezze, affinché la pubblicazione non rimanga fine a se stessa, ma sia fruttuosa e generi conversioni.

Tra le “regole” per un buon profilo Instagram, abbiamo già analizzato l’importanza di un wall omogeneo, con immagini cromaticamente abbinate tra loro e graficamente armoniose.

Dettaglio da non sottovalutare, per il tuo canale aziendale, è anche la conoscenza delle dimensioni ottimali per le immagini, cioè di tutti quei parametri che ci permettono di far rendere al meglio le foto, senza scadere nella low quality.

Ogni social ha le sue regole precise: ad esempio le dimensioni immagini che valgono per Facebook, non sono le stesse per Twitter, Linkedin o qualsiasi altro social media.

In questo articolo ci concentreremo su tutti i formati da conoscere prima di pubblicare i nostri scatti su Instagram: dalle dimensioni dell’immagine del profilo, ai formati ottimali di contenuti più recenti come l’immagine di copertina IGTV.
Immagine del profilo

La foto profilo ha una rapporto 1:1 e va da un minimo di 110×110 pixel fino ad arrivare ad un massimo di 160×160 pixel. Nel caso in cui si scelgano le dimensioni minime è comunque sempre possibile modificare l’immagine attraverso la funzione ingrandimento.

Da ricordare che la foto profilo, una volta pubblicata, viene visualizzata al’interno di una forma circolare, risulta quindi necessario verificare che gli elementi più importanti dell’immagine siamo contenuti all’interno del cerchio.
Preview immagine del profilo.

Post Instagram

Instagram permette il caricamento di contenuti visuali statici in formato PNG o JPG in 3 diversi formati: quadrato, verticale e orizzontale.

Le miniature appaiono sul profilo con dimensioni 292×292, mentre per i singoli formati ci sono delle dimensioni minime e massime da rispettare:

Quadrato: dimensione minima 600×600 e dimensione massima 1080×1080 pixel.
Portrait/Formato verticale: dimensione minima 480×600 e dimensione massima 1080×1350 pixel.
Landscape/Formato orizzontale: dimensione minima 600×355 e dimensione massima 1080×566 pixel.

Instagram nasce con il formato quadrato ma non sottovalutate gli altri formati, soprattutto quello verticale.

Il formato portrait infatti ha un’importante caratteristica da tenere in considerazione: occupa molto più spazio sullo schermo!

Può sembrare banale, ma bisogna tenere a mente che gli utenti accedono a Instagram per lo più da smartphone, che è concepito per essere utilizzato in verticale.

La foto portrait dunque, risulterà molto più grande all’occhio dell’utente e attirerà maggiormente l’attenzione mentre si scrolla il feed.

Di conseguenza, l’effetto contrario si verifica con le immagini landscape in orizzontale, che occuperanno uno spazio minore nel feed, rischiando di “scomparire” in mezzo alle altre foto.

Instagram Stories

Anche i post con durata di 24h hanno dimensioni ben precise.

Le dimensioni consigliate per le stories sono infatti di 1080×1920 con ratio 9:16.

Da tenere in considerazione il fatto che, una volta pubblicate, i margini superiori e inferiori delle storie sono coperti da scritte (il nome dell’account per il margine superiore e la barra “invia un messaggio” per quella inferiore), quindi è consigliabile posizionare gli elementi grafici più significativi nella parte centrale dell’immagine.

Per una buona visualizzazione della foto raccomandiamo di mantenere quindi il soggetto ad una distanza dal margine superiore di circa 211 px mentre dal margine inferiore di circa 265 px.
Dimensioni ottimali Instagram Stories e distanza consigliata dai margini per avere una giusta visualizzazione.

Miniature Instagram Stories

Per quanto riguarda le miniature delle storie in evidenza le dimensioni consigliate sono pari a 161×161 pixel.

Queste potranno essere realizzate sia caricando un’immagine esterna che utilizzando una storia che è stata precedentemente pubblicata, rispettando sempre le dimensioni sopra indicate.

Immagine di copertina IGTV

Introdotta nel 2018, è da subito diventato uno degli strumenti di marketing più amato: IGTV. L’applicazione, disponibile anche all’interno di Instagram come sezione a sé, permette di caricare contenuti video più lunghi del solito, fino a un massimo di un’ora, per stuzzicare l’interesse dei follower come se fosse una vera e propria televisione.

I video, con formato sempre verticale, devono avere un immagini di copertina di 420×654 pixel con un rapporto 1:1,55.

Queste sono tutte le misure da tenere a mente prima di caricare i tuoi contenuti su Instagram. Ricordati che una buona foto inizia dalle dimensioni: qualsiasi modifica che puoi apportare ai tuoi scatti in post produzione, risulterà vana se non tieni in considerazione i giusti valori di risoluzione.

Conoscere le dimensioni delle immagini Instagram però non basta per sviluppare una strategia di comunicazione efficace su questo canale. Infatti, una perfetta esecuzione senza una mirata strategia di fondo, non porterà nessun vantaggio alla tua azienda.

La regola alla base di una buona comunicazione sui social è conoscere alla perfezione le nostre buyer personas e pubblicare ciò che a loro interessa, più che a noi.
È inoltre fondamentale organizzare un piano editoriale che comprenda le date più importanti, ma essere comunque pronti a stravolgerlo e a seguire i trend del momento, come vuole la strategia del Real-time marketing.

Vuoi altri insight su Instagram per il 2020? Scrivici qui sul sito o partecipa alle conversazioni sul nostro account Instagram!

Related posts:

  1. Facebook e Instagram lanciano una guida di Natale dedicata alle aziende
  2. Un uovo da più di 30 milioni di like su Instagram per avviare il merchandising di Gang Egg
  3. Facebook e Youtube i social più usati dagli italiani, boom di Instagram e delle stories. Blogmeter: pubblicità più accettata
  4. Instagram ci darà, finalmente, la possibilità di pubblicare da desktop