ISTAT: +3,1% a valore nelle vendite alimentari e - 0,6% a valore peri prodotti non alimentari al dettaglio nel periodo Gennaio Settembre

Nov 17th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Ricerche e Statistiche


L’Istat ha diffuso le rilevazioni delle vendite al dettaglio di settembre confermando l’andamento positivo del comparto alimentare in Italia, nonostante la crisi pandemica.
VENDITE SETTORE ALIMENTARE

“L’alimentare” segna una apprezzabile accelerazione, con tendenziali settembre 2020/19 pari al +3,8% in valore e al +2,6% in volume. Ad agosto le variazioni percentuali erano state stagnanti, rispettivamente, con un +0,6% e un -0,4%. Le variazioni tendenziali di gennaio-settembre dell’alimentare salgono così al +3,1% in valore e al +1,4% in volume, a fronte del +2,9% e del +1,3% segnati rispettivamente su gennaio-agosto.

VENDITE DEI PRODOTTI NON ALIMENTARI

Ben diversi i trend delle vendite “non alimentari”, che segnano tendenziali a settembre pari al -0,6% in valore e al +0,8%. Essi risultano in flessione rispetto al +1,1% in valore e al +0,5% in volume segnati ad agosto, grazie anche all’avvio dei “saldi”. Sui 9 mesi le vendite del segmento “non alimentare” registra così tendenziali del -13,5% in valore e del -13,6% in volume, dopo il -15,3% e il -15,4% segnati rispettivamente sugli 8 mesi.

Related posts:

  1. Istat: sale il commercio al dettaglio dell’8,2% in un mese
  2. Crescono le vendite al dettaglio nell’alimentare, +2,2%
  3. L COVID SPINGE LA CORSA AL CIBO. PREZZI DEI PRODOTTI ALIMENTARI AL MASSIMO DA SETTE ANNI
  4. Trend Natale 2020 secondo Nielsen: italiani individuano aumento prezzi alimentari e calo nelle promozioni