La concorrenza, un target da non trascurare - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli

Mar 4th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Comunicazione


Il comunicatore deve sempre avere ben chiaro a chi vuole parlare. A quale pubblico è indirizzato il suo messaggio.

E questo è fondamentale sia per quanto riguarda il modo di costruire il contenuto di un messaggio sia nella scelta del mezzo con il quale fare pervenire il messaggio stesso all’interlocutore di volta in volta identificato.

Una volta definito il destinatario principale, si deve tenere conto del fatto che anche altri pubblici saranno inevitabilmente raggiunti dal nostro messaggio. Sarà quindi molto importante, nell’impostare l’azione di comunicazione, prevedere le reazioni che questi target potranno avere, pur non essendo l’obiettivo della campagna.

Anzi, in certi casi, la comunicazione può essere così sofisticata da avere come vero obiettivo non tanto il target principale quanto alcuni pubblici collaterali: “si parla a suocera perché nuora intenda”, recitava un vecchio adagio!

Tra i pubblici collaterali, poi, ve n’è uno che a volte è trascurato (oppure non è nemmeno considerato tale). E invece è lì, sempre sotto i nostri occhi: la concorrenza.

È un pubblico molto particolare perché, operando nel nostro stesso settore, agendo sullo stesso nostro mercato, conoscendone in modo approfondito le opportunità e soprattutto i problemi, il nostro competitor legge con chiarezza e facilità, al di là di ogni apparenza, i nostri messaggi e intuisce anche quello che non diciamo.

Dalle campagne di relazioni pubbliche e di pubblicità, dalle azioni di marketing, dalle presentazioni di nuovi prodotti o servizi, fino a dettagli come la grafica di un packaging o gli ospiti che invitiamo a un convegno, la concorrenza capisce tutto di noi, perché fa lo stesso identico mestiere.

È quindi opportuno riflettere bene su questo punto, sia a livello di comunicazione corporate sia come marketing communication.

Giorgio Vizioli
Comunicatore e Giornalista, dal 1990 titolare dell’Agenzia Studio Giorgio Vizioli & Associati di Milano (www.studiovizioli.it), ha ricevuto il Premio “Ufficio Stampa di Eccellenza 2019” del GUS (Giornalisti Uffici Stampa) Lombardia
Membro del Comitato Direttivo del ClubMC
giorgio.vizioli@studiovizioli.it
www.studiovizioli.it

Related posts:

  1. L’omogeneità dei pubblici - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  2. Conoscere sé stessi, capire gli altri - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  3. Il mezzo è il messaggio - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  4. “Non si può non comunicare” - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli