La responsabilità sociale della comunicazione per rilanciare l’Italia al centro del Forum WPP | The European House – Ambrosetti 2020

Nov 7th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Breaking News


Ha preso il via il 6 novembre, con la 9^ edizione del Forum WPP | The European House – Ambrosetti, il lavoro di studio sulla responsabilità sociale della comunicazione per il rilancio del Paese che vedrà impegnato il suo Advisory Board durante tutto il 2021.

Questo primo incontro sarà un appuntamento tutto digitale, trasmesso in diretta streaming. Il 2020 rappresenta un anno eccezionale per la portata dei suoi avvenimenti e per l’impatto che essi hanno generato sui sistemi economici e sociali globali.

In questo contesto l’Italia, nella prima fase, ha saputo gestire la crisi con efficacia, definendo a livello europeo le best practice più adeguate per il contenimento della curva dei contagi. Nonostante questo, l’immagine del nostro Paese è stata troppo spesso penalizzata all’interno dei discorsi pubblici, nazionali e internazionali.

Si tratta di una tendenza che non si limita all’ambito dei media, ma che al contrario è estremamente diffusa anche all’interno di una certa comunicazione istituzionale e che può essere rilevata in maniera strutturale anche all’interno dello stesso tessuto sociale del Paese: le difficili scelte politiche e sanitarie che si sono dovute compiere sembrano aver minato dall’interno la già instabile credibilità di classe dirigente e istituzioni, diffondendo scetticismo e incredulità tra la popolazione, ormai divisa in maniera profonda tra quelli che potrebbero essere metaforicamente definiti “agnostici e credenti”.

Se è certamente necessario uno sforzo importante per gestire adeguatamente la crisi, dal punto di vista sia sanitario sia economico; altrettanto fondamentale sarà però agire su quei meccanismi che, come visto, influenzano in maniera negativa i messaggi e la percezione internazionale legata all’Italia.

Al centro di questo primo appuntamento, un confronto sulla percezione delle potenzialità del sistema-Paese dal punto di vista delle multinazionali e una tavola rotonda dedicata al valore del made in Italy, tra potenziale e percepito.

Questo il punto di partenza su cui si impegnerà l’Advisory Board del Forum WPP | The European House Ambrosetti, che riunisce figure di primo piano della comunicazione e delle imprese che operano nel Paese.

Dell’Advisory Board fanno parte Massimo Beduschi (presidente, Wpp Italia), Valerio De Molli (managing Partner & ceo, The European House – Ambrosetti) ( nella foto) , Maximo Ibarra (amministratore delegato di Sky Italia), Camilla Lunelli (responsabile della Comunicazione e dei Rapporti Esterni di Cantine Ferrari), Simona Maggini (ceo, Wpp Italia), Francesco Mutti (amministratore delegato del Gruppo Mutti e presidente Centromarca), Monica Poggio (amministratore delegato di Bayer Italia), Francesco Pugliese (amministratore delegato di Conad), Marco Travaglia (amministratore delegato di Nestlé Italia).

Related posts:

  1. Il mercato del lavoro nel settore della comunicazione italiana: il nuovo rapporto del Centro Studi UNA. Molte donne, ma poche leader
  2. #ITALIASÌ e #ITALYYES: il Club del Marketing e della Comunicazione lancia due hashtag per sostenere la ripresa dell’Italia
  3. #ITALIASÌ e #ITALYYES: il Club del Marketing e della Comunicazione lancia due hashtag per sostenere la ripresa e l’immagine dell’Italia
  4. Forestami: al via la prima campagna sociale di comunicazione digital e out-of-home