La rivincita di Twitter, il più attivo dei social ai tempi del Covid 19

Mag 9th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Social Media


Tra le piattaforme virtuali in tempi di Covid, il primo posto sul podio va a Twitter. La società internazionale di ricerche Dmr Group ha monitorato un panel di oltre 25mila social account rilevanti per moda, lusso, cosmetica e lifestyle, nel periodo compreso tra il 2 e il 29 marzo, per misurare l’impatto del Coronavirus sui principali social network.

Durante queste quattro settimane, il campione preso in esame ha pubblicato oltre 1,4 milioni di post, per un engagement pari a 8,2 miliardi e una reach – termine con cui si intende abitualmente il numero di persone raggiunte da un contenuto social – di 143,5 miliardi. Twitter ha primeggiato a livello di post, in totale 608.400, e ha visto una crescita dei contenuti del 2,6%, oltre a un aumento dell’engagement del 5,7 per cento.

Facebook ha registrato un incremento del numero dei post del 12,1%, per un totale di oltre 426mila, con un relativo +16,3% nell’ingaggio. Instagram, nonostante mantenga tassi di engagement di gran lunga superiori agli altri due social, ha invece accusato un calo dei post pari all’1%, al quale è corrisposto un decremento dell’engagement dell’1,9 per cento.

Per quanto riguarda l’analisi per tipologia di utenti nel periodo individuato, la categoria ‘Media e Giornalisti’ ha realizzato il maggior quantitativo di post, con un aumento del 5,8% e un engagement salito del 5,9 per cento. ‘Celebrity e Influencer’ hanno messo a segno un +0,5% di post, registrando tuttavia un calo dell’engagement dell’1,5 per cento. ‘Brand e Store’, invece, hanno ridotto il numero dei post del 10,8%, con un conseguente decremento dell’engagement del 15,7 per cento.

Gli esperti di Dmr, inoltre, hanno considerato nello stesso periodo l’incidenza di 30 keyword e 50 hashtag legati all’emergenza sanitaria sui contenuti realizzati dal panel di account. Considerando la totalità dei profili, le keyword e gli hashtag sono stati utilizzati nel 17% dei contenuti e, come prevedibile, si è manifestata un’attenzione sempre maggiore al tema del Coronavirus di pari passo con il potenziamento delle misure di distanziamento sociale.

Related posts:

  1. Il Covid colpisce anche l’influencer, brusco taglio agli sponsored post
  2. Gli spot (struggenti) ai tempi del Covid generano una “pubblidemia”. Troppi, tutti uguali e a rischio autogol
  3. Il CEO activism sui social, nuova tendenza post-Covid
  4. Manuale di comunicazione ai tempi del COVID: un’iniziativa solidale per trasformare la crisi in un’opportunità di crescita