La scelta del dominio e seo. SEO step by step a cura di Libero Fusi

Giu 28th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing


Dopo che per anni si era usata un’identificazione del proprio ambiente attraverso i cosiddetti indirizzi IP (un quartetto di numeri), nel 1984 nacque il Domain Name System, ossia un sistema che consente di evitare di usare gli indirizzi IP, utilizzando un nome leggibile e mnemonico che in automatico risolve il valore numerico.

L’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) definisce vari tipi
di top-level domain o estensioni:
● ccTLD (Country-code top-level domains): le estensioni nazionali come .us, .de,
.fr e per l’Italia .it
● gTLD (Generic top-level domains): le estensioni più famose come .com, .net e
.info.
Quale estensione scegliere ai fini SEO per essere favoriti nelle SERP?
• Territorialità: a chi si rivolge il sito? Se hai un pubblico esclusivamente italiano, allora utilizzerei un .it, se è francesce un .fr. Se è internazionale, allora un .com.
• Considera un exact match domain (corrispondenza di nome esatta). Ad esempio, se ti occupi di mele del Trentino prova a registrare meledeltrentino.it
• Attenzione ai marchi altrui! Fai una ricerca su EUIPO e USPTO’s trademark database per verificare che il tuo dominio non contenga nomi di brand altrui.

E se il dominio è già occupato?
Sempre più persone registrano domini ogni anno e ovviamente si sta andando nella
direzione di una saturazione, dato che il vocabolario italiano non è infinito.
Proprio per questo motivo, è sempre più frequente scoprire che qualcun altro stia
usando un dominio che vorremmo usare noi e magari è disposto a venderlo, ma a un costo non sostenibile.

Cosa fare allora?
• Usa uno o più trattini (“-“) tra le parole (mele-del-trentino.it)
• Cambia estensione: se il .it è occupato prova .com .net .org oppure una cdelle nuove e molteplici estensioni
• Considera di aggiungere ‘24’, ‘365’, ‘info’ o altri brevi suffissi. (meledeltrentino24.it)

Nel 2012 Google ha rilasciato l’EMD (Exact Match Domain) update.
Fino ad allora, possedere un dominio contenente una specifica parola chiave
forniva un notevole vantaggio competitivo con il risultato finale di apparire in ottime
posizioni per una determinata ricerca, senza fare molti interventi SEO.

Nonostante vi sia un minimo vantaggio nell’uso dei domini EMD, oggi è sempre più difficile trovarne di liberi, perché tra investitori, agenzie e domainers, il numero di domini disponibili per la registrazione si è ormai ridotto notevolmente.

Ad esempio, per il posizionamento di “mele del trentino”, il sito meledeltrentino.it possiede un vantaggio competitivo rispetto al concorrente tuttelemele.it.

Ovviamente entrano in gioco molti altri fattori che possono invalidare questo piccolo
vantaggio : questo è il motivo per cui molte aziende oggi puntano a fare SEO con il
proprio brand, senza pensare all’utilizzo di parole chiave nel dominio e riuscendo
con altre strategie ad ottenere posizioni di successo.

Quando registri un dominio, ovviamente ne sei responsabile e accetti un contratto in
cui ne diventi titolare. I tuoi dati personali, tra cui indirizzo e-mail, numero di
telefono, nome, cognome e indirizzo di residenza saranno inseriti nel registro e
anche se non completamente pubblici, saranno comunque archiviati.

L’autorità italiana che si occupa della registrazione di domini .it è chiamata NIC,
ossia Network Information Center e si occupa di dettare alcune regole sulla
registrazione del dominio.

Nonostante il grande marketing dietro alle nuove estensioni (https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Internet_top-level_domains), a meno che tu non stia lanciando un progetto molto particolare, e con una multicanalità specifica, per ora è comunque preferibile utilizzare le estensioni classiche, se poi hai in programma di fare campagne SEO.

Per informazioni o dettagli contattami:
Libero Norberto Fusi
libero.fusi@4tmarketing.com
Cell: 3473217653

Related posts:

  1. La scelta dell’hosting per il sito. Seo step by step a cura di Libero Fusi
  2. I domini scaduti. Quando, come e perchè. Seo step by step a cura di Libero Fusi
  3. I criteri fondamentali di Google. Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. Generare le parole chiave. Seo step by step a cura di Libero Fusi