La tecnologia digitale migliora la qualità dell’istruzione

Mar 23rd, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Prodotti e Servizi Innovativi


L’era digitale ha rivoluzionato ogni aspetto della nostra vita e quindi anche l’istruzione.

Oggigiorno si può parlare di tecnologia nell’educazione o tecnologia educativa grazie all’avvento del fenomeno digitale nelle scuole.

L’integrazione di nuove tecnologie all’interno degli istituti scolastici è un passo importante che ha cambiato i metodi educativi portando nelle aule la cultura digitale.
Qual è la funzione della tecnologia nelle scuole?

Nell’era del Covid-19 la tecnologia digitale ha permesso all’istruzione di non interrompersi e di permettere agli studenti la didattica a distanza.

La didattica a distanza (DAD) indica un percorso educativo mediato dal computer e da Internet in cui il docente organizza le attività in un percorso online a cui gli studenti accedono in modo autonomo, in tempi e spazi personali.

Il termine DAD si contrappone alla didattica in presenza, che è invece caratterizzata dalla presenza fisica degli studenti e degli insegnanti nelle aule.

La tecnologia nell’educazione risolve i problemi educativi attraverso soluzioni che impiegano l’uso della tecnologia, ovvero l’uso di computer e di apparecchiature che immagazzinano e trasmettono dati.

Questo ci fa comprendere che la tecnologia educativa riguarda qualsiasi utilizzo dei dispositivi tecnologici a scopo didattico.

Molte scuole hanno investito soldi per acquistare strumenti digitali (tra cui computer e tablet) da utilizzare in classe durante le lezioni e in altre attività scolastiche.

Le strutture che si sono adattate al futuro digitale sono state in grado di adeguare i metodi educativi all’era digitale, dove c’è un maggior numero di risorse di insegnamento e apprendimento per professori e studenti.

Molte informazioni grazie alla tecnologia sono accessibili agli studenti che possono così strumentalizzarle per facilitare il loro studio.
La tecnologia digitale migliora la qualità dell’istruzione: i vantaggi

La qualità dell’istruzione è migliorata con la tecnologia digitale perché questa contribuisce a rendere partecipi tutti gli studenti grazie alle diverse piattaforme in cui possono interagire, giocare e imparare.

È possibile apprendere a distanza e in orari flessibili in base alla disponibilità.

La tecnologia educativa è personalizzabile!

Anche i professori vedono migliorare il loro metodo di insegnamento grazie all’ausilio di questi strumenti digitali che consentono di organizzare e pianificare al meglio le lezioni.

Da non dimenticare il prezioso tempo che viene risparmiato durante le attività scolastiche.

Gli studenti condividono le loro preoccupazioni e gli insegnanti sono in grado di gestirle tenendo sotto controllo i risultati.

Grazie alla tecnologia educativa il personale scolastico è in grado di soddisfare al meglio e in tempi più rapidi le esigenze degli alunni.
Le sfide della tecnologia educativa

Adattarsi al cambiamento rappresenta sicuramente una prima sfida per la tecnologia educativa.

Invece di memorizzare, lo studente si deve dedicare a ricercare, analizzare e interpretare la informazioni. Per fare ciò, è necessario che gli insegnanti siano formati e preparati all’uso delle nuove tecnologie in modo da poterle integrare nelle loro aule.

Inoltre, essi si dovranno impegnare a mantenersi aggiornati costantemente nei progressi della tecnologia per garantire un’istruzione di qualità.

L’attuale mondo del lavoro sta diventando sempre più informatizzato e perciò anche l’educazione lo deve essere.

di Ileana Somma su www.telemaco.it

Related posts:

  1. L’istruzione on line fa venir meno l’ignoranza digitale con i corsi in Digital Marketing della ClubMC Academy
  2. La reputazione internazionale di SuperMario Draghi migliora la reputazione dell’Italia del 16% e sale la fiducia e l’ottimismo
  3. Self-publishing e crowdfunding sono davvero il futuro dell’editoria digitale?
  4. Audipress, cresce la lettura in digitale (+9,1%), un italiano su tre legge (almeno) un quotidiano. Mauri: serve misurazione integrata carta e digitale