L’argomento migliore su cui scrivere un articolo - Seo step by step a cura di Libero Fusi

Mar 19th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing

Google Trends è uno strumento gratuito per scoprire le tendenze di ricerca.

Attraverso i risultati ottieni dati legati alle tendenze in Italia e in tutto il mondo.

I suggerimenti di Answer The Public e Ubersuggest sono utili, così come i suggerimenti del motore di ricerca aiutano a creare un universo di correlazioni: ma si può andare oltre.

Per attivare Google Trends basta andare su trends.google.it.

Qui trovi una prima selezione dei termini più cercati su Google con mappe geografiche che mostrano dove si dividono le ricerche effettuate su Google.

Poi hai le parole chiave legate agli argomenti di tendenza e infine un insight delle ricerche più recenti, i trend attuali in Italia per ricerche generiche o su canali specifici come Google News, YouTube, Google Shopping e Google immagini.

Ci sono poi le tendenze più interessanti e le classifiche per anno.

Quando si digita una query, in primo luogo Google Trends ti suggerisce delle voci di ricerca che corrispondono a ciò che hai chiesto. I dati vengono organizzati su filtri temporali e geografici.

Hai una timeline che puoi regolare e che mostra l’andamento di una query.

Poi ci sono le sezioni che ti illustrano come e dove si effettuano le ricerche.

Inoltre trovi gli argomenti e le query legate alla parola cercata.

In entrambi i casi le informazioni sono divise tra temi più cercati e in aumento.

Sotto hai l’area geografica, divisa in nazioni e regioni con dati specifici. Inoltre hai due sezioni specifiche: gli argomenti e le query correlate possono essere molto utili alla composizione del tuo piano editoriale.

Una funzione molto interessante è il confronto.

Aggiungi più termini nella barra superiore: con questo modalità puoi visualizzare paragoni temporali e scoprire i temi stabili, i topic base e quelli di nicchia.

Così puoi individuare la tendenza di un argomento e capire se è il momento di scrivere un articolo su questo topic.

Se il trend di un argomento è in crescita puoi pianificare una serie di contenuti per sfruttare il momento.

Uno degli aspetti interessanti è la capacità di dare risultati aggiornati, anche in tempo reale.

Per ottenere questo (non disponibile per tutte le ricerche) basta andare nel menu dell’intervallo di tempo e selezionare Ultima Ora.

Se alla fine del grafico è riportata una sezione tratteggiata, Google Trend sta provando a fare una previsione di quelle che saranno le ricerche future.

E’ possibile ottenere dati specifici per nazione e regione, addirittura per città.

Crea contenuti specifici per determinate aree, aggiungi informazioni per chi si trova in quelle regioni.

Nella sezione Ricerca Google puoi definire la fonte di riferimento. Qui puoi attivare diversi filtri.

Per esempio quello relativo alle ricerche fatte su YouTube. Oppure quelle di Google News per studiare i trend delle novità.

I dati di Google Trends per essere letti nel miglior modo possibile vanno allineati con altri dati come il volume di ricerca e il PPC.

In questi casi l’uso di Keyword Planner, Ubersuggest, Seozoom, ecc… è importante.

Quando fai una ricerca, alla fine della pagina hai due box relativi a query associate, vale a dire ricerche che ruotano intorno a quella che hai digitato, e gli argomenti.

L’aspetto interessante riguarda la possibilità di individuare eventuali argomenti in crescita esponenziale che vengono inseriti come in impennata. In questo modo puoi dare delle indicazioni precise su query che, nel tempo, ottengono delle esplosioni di interesse che puoi intercettare in tempo

Per informazioni o consulenze contattami:
Libero Norberto Fusi
Vice Pres. ClubMC
Titolare 4marketing.com
libero.fusi@4tmarketing.com
mobile: + 39 347 3217653
seoxseo.4tmarketing.com

Related posts:

  1. Come scrivere la meta description - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  2. Come cercare le tue parole chiave - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  3. I dati strutturati - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. Latent Semantic Indexing - Seo step by step a cura di Libero Fusi