Lavazza vara la svolta sostenibile: eco capsule e la tazzina si mangia

Lug 26th, 2019 | Di Redazione | Categoria: Packaging


Svolta ecosostenibile e il suo primo “ready to drink” per Lavazza. La multinazionale piemontese del caffè ha presentato ieri a Londra le Eco Caps, le sue prime capsule 100% compostabili. I primi mercati in cui saranno in vendita sono quelli del Regno Unito, Francia e Germania.

«Nei prossimi anni implementeremo le Eco Caps in tutti i nostri stabilimenti con l’obiettivo di completare la transizione nel 2025 quando tutta la produzione di capsule con i relativi imballaggi sarà interamente compostabile»dice al Sole 24 Ore Giuseppe Lavazza, vice presidente della società e quarta generazione dell’azienda.

Le capsule sono realizzate con la tecnologia Lavazza “aroma safe” che crea una barriera contro l’ossigeno per mantenere il caffè fresco preservando qualità e gusto ed è compatibile con i sistemi «A modo mio» e Nespresso. Il debutto a Wimbledon mentre il lancio commerciale in tutto il Regno Unito avverrà entro novembre.

Contemporaneamente è stato presentato il prototipo della prima tazzina totalmente edibile ovvero commestibile dopo avere bevuto il caffè. «La prima idea di una tazza edibile è nata 6-7 anni - continua il vice presidente -. Sono stati sperimentati diversi fornitori e varie miscele di materiali fino a quando abbiamo incontrato Cupffee, società bulgara che è diventata il nostro partner nel progetto». La «tazzina commestibile» sviluppata da Cupffee viene prodotta con una miscela di cereali ed attualmente è in fase di certificazione.

Si tratta di un’invenzione rivoluzionaria che può concorrere a migliorare l’ambiente nel nostro mondo, se pensiamo che, come ha detto Miroslav Zapryanov, CEO di Cupffee, nel mondo vengono usati più di 130 miliardi di tazze usa e getta che inquinano l’ambiente.

La prima tazzina edibile è stata fatta interamente di un wafer – dunque croccante – che riesce a trattanere il caffè, il tempo necessario per berlo.

Related posts:

  1. Cinque nuove aperture per VeroCaffè
  2. Top Brands di Blogmeter: i cinque caffè italiani più social
  3. A Roma “Hunting Pollution” il murales mangia inquinamento più grande d’Europa
  4. Il bar del futuro? Sostenibile, tecnologico e trasformista