Le 10 principali tendenze di marketing del 2022

Ott 12th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Marketing


Il tempo vola troppo veloce. Abbiamo appena pianificato per il 2021… ma sono già trascorsi quasi dieci mesi dall’inizio dell’anno e sono sicuro che molti di voi inizieranno presto a pianificare le proprie strategie di marketing per il 2022. Quindi, facciamo un brainstorming e vediamo quali tendenze di marketing plasmeranno il 2022.

La domanda più grande rimane: come cambierà il marketing dopo la morte del cookie?

Sono sicuro che hai sentito che Google ha annunciato che avrebbe interrotto il supporto ai cookie di terze parti nel proprio browser Chrome nel 2022. È un grosso problema, dato che Chrome è il browser più popolare, che rappresenta quasi il 70% di tutta la quota di mercato .

Tuttavia, la pandemia ha avuto un impatto enorme sulla formazione delle nostre abitudini e il digitale è diventato una nuova norma per fare molte cose. Anche quando la pandemia sarà finita, le abitudini di consumo rimarranno.

Sono sicuro di certe cose però.

Il marketing digitale diventerà ancora più critico.
Il content marketing diventerà più importante.
Il marketing diretto al consumatore (D2C) prenderà il comando.
I marchi dovranno conoscere i propri consumatori senza fare affidamento su dati di seconda o terza parte.

La morte del biscotto

Google ha annunciato che avrebbe posto fine al monitoraggio dei cookie all’inizio del 2022. Cosa significa per la tua attività?

Semplice. È una brutta notizia e richiederà alcuni cambiamenti drastici.

Il monitoraggio degli utenti sul Web è essenziale per molti inserzionisti e aziende. Tuttavia, le preoccupazioni sulla privacy degli utenti sono diventate sempre più importanti per un numero sempre maggiore di utenti di Internet. È arrivato in un momento dell’implementazione del GDPR, che ha reso i consumatori molto più consapevoli della loro privacy online. Esiste già un’opzione per i consumatori di disattivare i cookie e il monitoraggio di terze parti, ma gli inserzionisti digitali stanno cercando modi per cambiare le loro tattiche.

Molti iniziano a implementare dati di prima parte o addirittura la raccolta di dati di terze parti per raccogliere informazioni sui consumatori e fornire pubblicità pertinente per facilitare le vendite online.

I dati zero-party stanno guadagnando sempre più slancio. In breve, sono i dati che vengono forniti direttamente dal consumatore a un marchio. Può essere fatto tramite un sondaggio, una ludicizzazione o una semplice interazione online consumatore/marchio.

Dovresti cercare di potenziare i tuoi strumenti CRM in quanto tali dati diventeranno cruciali una volta che il monitoraggio dei cookie non sarà più attivo.

Vorrei condividere alcune delle strategie per le quali dovreste essere pronti nel 2022.

1. Investi in eventi online

Gli eventi online (come webinar, seminari o lanci di prodotti) sono sempre un ottimo modo per far conoscere il tuo marchio ai tuoi clienti esistenti e a quelli potenziali.

Vedo sempre più brand che partecipano a eventi online. Forniscono loro anche altre opportunità, come la raccolta diretta di dati sul pubblico che partecipa all’evento.

Successivamente, i dati possono essere utilizzati per creare profili dei consumatori e vendere direttamente a loro. Eliminerà la necessità di fare affidamento su informazioni di terze parti e contribuirà a costruire una relazione più forte con il pubblico.

Gli eventi online potrebbero non portare enormi entrate contemporaneamente, ma senza dubbio aiuteranno la tua attività a crescere a lungo termine.

2. Possiedi il tuo pubblico

In realtà, Facebook, Twitter, Instagram o qualsiasi altro social network possiede il tuo pubblico. Non li possiedi. Quindi, anche se ha funzionato abbastanza bene per te, dovresti essere preoccupato e dovresti iniziare a possedere il tuo pubblico. Perché?

Bene, in primo luogo, perché sarai in grado di assicurarti che il messaggio che vuoi inviare ai tuoi follower li raggiunga effettivamente. In secondo luogo, è perché ci sono così tante metriche e dipendenze negli algoritmi di oggi che influenzano effettivamente la consegna del tuo messaggio. Ad esempio, probabilmente, le persone con cui vuoi parlare non possono sentirti. Ci si aspetta anche che le persone che ti seguono seguano anche un altro gruppo di marchi e si perdano in tutto il rumore del marketing.

Sapevi che ogni giorno vengono inviati oltre 500 milioni di tweet ? È super rumoroso là fuori! Come ti assicuri che i tuoi tweet raggiungano il tuo pubblico?

Sapevi anche che oltre 6 milioni di aziende utilizzano gli annunci di Facebook per raggiungere il proprio pubblico di destinazione? Sono un sacco di aziende!

La capacità di attenzione dei consumatori di oggi è estremamente breve. Spesso sono meno di tre secondi, grazie al flusso costante di nuove informazioni. Ecco perché è difficile garantire che i tuoi contenuti raggiungano effettivamente il tuo pubblico.

Ecco perché nel 2022 dovrebbe iniziare a possedere il tuo pubblico. So che è più facile a dirsi che a farsi, ma a lungo termine sarai in grado di ottenere grandi risultati.

Le newsletter sono convincenti. Pensaci. La posta in arrivo del tuo pubblico è uno spazio personale e, se sono desiderosi di farti entrare, è probabile che tu riceva la loro totale attenzione.

Tuttavia, se riesci ad entrare nella loro casella di posta, la tua strategia di marketing dovrà cambiare. Il contenuto deve diventare molto più personalizzato e pertinente a gruppi specifici.

Inoltre, nel 2022, la tendenza alla creazione di contenuti personalizzati sarà probabilmente più importante che mai. Con tutti i cambiamenti nel panorama digitale, le persone saranno sempre più selettive su ciò che consumano, poiché le loro aspettative aumenteranno.

I marchi probabilmente dedicheranno più tempo alla creazione di contenuti (e non solo per i loro team interni ma anche per i clienti). Quindi, se non hai ancora iniziato, ti consiglio vivamente di iniziare ora! Allo stesso tempo, assicurati che i tuoi contenuti attirino il tuo pubblico o il tuo segmento di mercato.

3. Investi tempo (e denaro) nella costruzione di una forte immagine del marchio Brand

Viviamo in un mondo in cui l’immagine è tutto. Se vuoi creare una forte immagine di marca, devi scegliere le parole giuste e il modo giusto di comunicare. Concentrati sulla generazione del passaparola fornendo un servizio di qualità ai tuoi clienti attraverso una comunicazione rapida.

Mentre la pubblicità digitale rimarrà una cosa importante nella tua strategia di marketing, è essenziale notare che diventerà anche più costosa. In effetti, il prezzo di Google Ads è aumentato ogni anno perché Google utilizza le offerte come metodo di addebito. Inoltre, la concorrenza per fare pubblicità online è aumentata, quindi naturalmente crescerà anche il prezzo da pagare.

Dovresti cercare di aumentare organicamente la consapevolezza del tuo marchio. Che ne dici di lavorare su una strategia che fornisca valore a lungo termine al tuo pubblico? Forse è un video tutorial, un podcast settimanale o un contenuto web che educa e dà valore, invece di gridare “acquista da me ora!”

4. Diventa un leader di pensiero ed educa piuttosto che vendere duramente

Gli esperti di marketing digitale stimano che la maggior parte degli americani sia esposta tra le 4.000 e le 10.000 pubblicità ogni giorno. Sono un sacco di pubblicità!

Non c’è da stupirsi che le persone siano diventate immuni alle tattiche di vendita difficili. In effetti, attivano la loro modalità difensiva quando i marchi iniziano a fare pressioni per effettuare l’acquisto.

Invece di vendere i tuoi prodotti o servizi, istruisci i tuoi clienti sul motivo per cui hanno bisogno di te. Deve essere una questione di convenienza e devi mostrare loro che puoi aiutarli.

Il meglio del meglio quando si tratta di educazione del cliente è Apple (a mio modesto parere). Il loro successo risiede in molto più di telefoni, laptop o tablet dal design accattivante. Hanno fatto un lavoro straordinario nell’educare il consumatore.

Sapevi che all’epoca l’iPod di Apple aveva una quota di mercato del 75% per i lettori di musica digitale all’epoca? Hanno raffigurato qualcuno che utilizzava i dispositivi mostrando effettivamente le funzionalità e aiutando il consumatore a visualizzare a cosa serviva il dispositivo.

Oltre agli annunci ben realizzati, Apple offre anche uno spazio per i suoi consumatori per conoscere i suoi prodotti: i suoi negozi. Il Genius Bar è il luogo in cui un consumatore può venire ad esplorare il prodotto, porre domande e ricevere aiuto se necessario. I geni del negozio raramente vendono o cercano di convincere i clienti a comprare qualcosa o passare da un articolo all’altro: mostrano invece le capacità di un articolo Apple e lasciano a te le conclusioni.

Sempre più marchi, principalmente digitali, iniziano a rendersi conto del potere di tale marketing e ora possiamo vedere di più seguire l’esempio.

La vendita dura diventerà sempre più inefficace. Invece, reindirizza meglio l’energia utilizzata per sviluppare strategie di vendita difficile per trovare modi per fornire convenienza ed educare il tuo pubblico.

5. Il contenuto non è più il re, la semplicità è

Il contenuto è re — Sono stufo di questa frase. Ci sono tonnellate di contenuti su Internet. Come aiuta?

In effetti, credo che la semplicità e la chiarezza la facciano da padrone.

I consumatori sono diventati più interessati a contenuti esclusivi e di alta qualità. Ma, sfortunatamente, la quantità di informazioni su Internet è enorme e sta diventando sempre più difficile fornire contenuti unici e di alta qualità.

I consumatori non vogliono vedere lo stesso elenco di 10 cose per aumentare la produttività; quello che vogliono vedere è una svolta unica. Può accadere dando un approccio unico a un problema o aggiungendo un’esperienza personale e una raccomandazione.

So che è difficile inventare nuovi modi per aumentare la produttività, ma puoi aggiungere il tuo approccio unico alla produttività.

Il settore dei blog e degli influencer è cresciuto in modo esponenziale!

Pertanto, suggerisco di lavorare su contenuti più lunghi e didattici attraverso post e articoli di blog, poiché sono uno strumento eccellente per una forte SEO e leadership di pensiero. Tuttavia, allo stesso tempo, possono essere più interattivi. Ad esempio, puoi aggiungere quiz, giochi e domande, che tendono a funzionare eccezionalmente bene, al tuo blog. Tutto grazie alle storie interattive di Instagram che hanno conquistato lo spazio.

Dato che la qualità sta diventando sempre più importante, eviterei di pubblicare contenuti mediocri poiché le aspettative dei consumatori di oggi stanno crescendo. Significa che i contenuti scadenti diventeranno sempre più fastidiosi e il consumatore lo tollererà sempre meno.

Tieni presente che non devi pubblicare tutti i giorni. È meglio fornire contenuti di qualità superiore meno frequentemente, ma assicurati che qualunque cosa tu stia offrendo sia pertinente, coinvolgente e vantaggiosa.

6. Abbraccia la personalizzazione

Nel 2022, avremo sempre più canali per consentire ai nostri clienti di consumare contenuti di marketing: video, articoli online, podcast e così via. Questi saranno modi diversi per i marchi di comunicare con i propri clienti per coinvolgerli nel loro messaggio.

Passerei un po’ di tempo a capire quali canali utilizza il mio pubblico e che ci sarebbe. Quindi, essere su canali diversi ti darà la possibilità di personalizzare il tuo messaggio per i rispettivi gruppi di pubblico e incontrarlo nel modo che è il più attraente per loro.

Ad esempio, ho notato che il podcasting ha avuto un trend rialzista. Ora che Clubhouse è ampiamente famoso, la tendenza non farà che aumentare. In effetti, non tutti ascolteranno il tuo podcast, ma coloro che lo fanno avranno interessi e obiettivi specifici che puoi utilizzare a tuo vantaggio. Pertanto, forma una sorta di pubblico.

Allo stesso modo, più persone tendono a leggere i post dei blog per saperne di più su aziende e prodotti. Pertanto, le aziende dovrebbero utilizzare questo spazio e fare appello a questo gruppo di clienti in modo più strategico.

7. Crea contenuti business-to-business

I contenuti B2B sono spesso trascurati. Noto che molte aziende B2B non lo apprezzano e basano la loro scelta sull’errata convinzione che “gli uomini d’affari non cercano online per trovare risposte”, quindi investono un sacco di tempo e sforzi in chiamate a freddo e messaggi di posta elettronica.

L’ultima tendenza, credo, è inviare messaggi alle persone su LinkedIn. Quante volte ha funzionato? Nella mia esperienza, funziona molto raramente. Bene, almeno tendo a ringraziarli per i messaggi e a ignorare educatamente questi trucchi di vendita.

Il contenuto B2B è essenziale. Le tendenze cambiano così velocemente che a volte anche i manager B2B vanno su Google e cercano modi per affrontare questi cambiamenti. So che lo faccio, e conosco molti manager che lo fanno anche io.

È normale.

Dopo aver letto un post sul blog su soluzioni specifiche, si costruisce la fiducia con il marchio, e sono più interessato a parlare direttamente con il rappresentante per saperne di più. Funzionerebbe se lo stesso marchio mi scrivesse solo LinkedIn? Probabilmente no.

Lo baso sull’intento. Quando cerco qualcosa online, ho l’intenzione di risolvere alcuni problemi che sto affrontando. Quando qualcuno mi invia un’e-mail introduttiva o messaggi su LinkedIn, non ho alcun desiderio di esplorare perché non penso al problema.

Quanti potenziali clienti si perdono a causa della scelta aziendale di non pubblicare contenuti B2B?

8. Diventa un narratore migliore

Se segui questo blog, potresti sapere che sono un grande fan dello storytelling. Nel 2022 tutti diventeranno narratori. Anche i marchi devono trasmettere il loro messaggio in modo da raccontare storie sui loro prodotti o servizi.

I consumatori non vogliono sentire quanto sia fantastico il tuo prodotto o servizio. Quello che vogliono sapere è la storia del tempo in cui hai aiutato a risolvere un problema specifico.

Molte aziende usano ancora parole floreali per descrivere i loro prodotti. Ciò che spesso manca è una visualizzazione nella vita reale dei vantaggi che il prodotto ha.

Il tuo servizio ha aumentato la produttività del 50%? Mettilo in mostra.

Il tuo prodotto ti ha aiutato a raggiungere un obiettivo specifico? Mettilo in mostra.

Il tuo prodotto ha aumentato il livello di forma fisica dei tuoi clienti? Mettilo in mostra.

La tua soluzione aziendale ha aiutato un’altra azienda a migliorare i tassi di consegna del 40%? Mettilo in mostra.

Lo storytelling è il nuovo modo di fare marketing. Non venderà direttamente, ma farà pensare ai tuoi clienti: “Accidenti, forse dovrei provarlo”.

9. Adotta l’automazione del marketing

Nel 2022, vedremo sempre più campagne di marketing basate sui dati utilizzate in una gamma più ampia di settori. Ad esempio, l’aggiunta dell’automazione del marketing alla tua strategia di marketing digitale la renderà più efficiente ed efficace poiché i professionisti del marketing saranno in grado di automatizzare i propri flussi di lavoro e dedicare meno tempo alle attività ripetitive.

Tuttavia, i professionisti del marketing saranno in grado di creare profili dei consumatori e alimentarli lungo il funnel di vendita. L’approccio “taglia unica” ha smesso di funzionare molto tempo fa ed è giunto il momento di esaminare la segmentazione di strategie, contenuti e dimensioni diverse in base al pubblico che hai.

I clienti stanno diventando molto più intelligenti ed esperti. Quindi, se vuoi rimanere di fronte a loro quando cercano online informazioni sul tuo prodotto o servizio, devi tenere traccia di ciò che vedono online: titoli di articoli, collegamenti condivisi da altri siti Web o post sui social media sul tuo marchio che possono aiutare loro nel loro processo decisionale.

In generale, è giunto il momento di pensare all’automazione conversazionale (di marketing) per costruire relazioni più solide con i tuoi clienti e saperne di più su di loro. Pertanto, l’automazione del marketing sarà essenziale in questo viaggio.

10. Pensa fuori dagli schemi

Qualunque cosa abbia funzionato per te finora potrebbe smettere di funzionare. Tienilo in mente.

Hai ricevuto molte richieste tramite i social media? Qual è il tasso di conversione? È diminuito o è aumentato? Qualunque cosa abbia funzionato in passato potrebbe produrre risultati peggiori andando avanti.

Pertanto, i professionisti del marketing dovrebbero esplorare continuamente e pensare fuori dagli schemi.

Ricorda che le abitudini dei consumatori sono cambiate a causa della pandemia. Inoltre, la concorrenza è aumentata a causa del COVID-19. Pertanto, dai un’occhiata se l’approccio che hai utilizzato continua a fornire i risultati desiderati.

È un momento eccellente per pensare fuori dagli schemi e cercare modi più non convenzionali di commercializzare. Forse avviare una partnership con un’altra attività che può integrare il tuo prodotto? O porre maggiormente l’accento sull’analisi del comportamento dei consumatori e sulla strategia basata sui dati acquisiti? Puoi anche esplorare nuove strade per la pubblicità, come Quora o TikTok.
Linea di fondo

Il 2022 porterà alcuni cambiamenti fondamentali al modo in cui commercializziamo. La morte del cookie è un grosso problema per la pubblicità digitale su cui molte aziende hanno fatto affidamento. E anche se non sappiamo davvero quale impatto porterà, una cosa è certa: i consumatori continueranno a diventare più esigenti. Ecco perché è meglio iniziare ad adattare metodi pubblicitari alternativi: sperimentare, misurare e assicurarsi che funzionino.

Related posts:

  1. 10 tendenze del marketing digitale per il 2022
  2. Digital marketing, otto tendenze del 2021
  3. Tendenze marketing e business digitali per il 2021
  4. Come stanno cambiando il marketing e la comunicazione nello sport: le 10 nuove tendenze