Le 10 Regole Del Retail 4.0

Giu 14th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Management, Marketing


Che cos’è il Retail 4.0? Perché si chiama 4.0? Il Retail 4.0 l’ultima frontiera di una distribuzione che evolve nella storia, imparando a utilizzare la tecnologia per centrare diversi obiettivi.

Quali? Tanti e di ordine diverso: da un lato rendere più efficienti le operazioni di back end (come la gestione del magazzino, degli inventari, degli ordini e riordini, della sicurezza), dall’altro migliorare i servizi di front end (dall’esposizione della merce al riassortimento, dai servizi di pagamento alle iniziative legate all’ingaggio e alla fidelizzazione per arrivare all’ottimizzazione dei servizi di pre e post vendita, includendo configuratori di prodotto e totem interattivi di nuova generazione).

Anche noi apprendiamo queste 10 regole per il retail 4.0

1) Be Seamless
La tecnologia è valida solo dal momento in cui si applica. L’obiettivo principale deve essere quello di semplificare la vita delle persone, nascondendo la complessità tecnologica e riducendo ogni sforzo cognitivo.

2) Be invisible
Non c’è più alcuna differenza tra un “cliente” e un “cliente digitale”. Ne deriva che tutti gli step debbano essere integrati facilmente tra loro per la miglior customer experience possibile

3) Be a destination
Bisogna evolvere il modello di business verso lo store come luogo del desiderio, attraverso un nuovo storytelling della fisicità del marchio attraverso il digitale.

4) Be loyal
Stabilire, coltivare e mantenere un rapporto di reciproca lealtà con tutti coloro che vengono in contatto con un’azienda, creando un ecosistema che sia in grado di creare valore e fiducia.

5) Be personal
Le persone tendono ad essere meno propense considerare marchi, prodotti e servizi che non soddisfano le loro aspettative. Unisci quindi la customizzazione con la personalizzazione.

6) Be a curator
I commercianti fisici possono diventare “curatori” per creare una connessione emotiva e dare un valore aggiunto all’esperienza d’acquisto del cliente.

7) Be human
Con l’avvento del digitale il fattore umano rappresenta un vantaggio competitivo andando a considerare le 3 dimensioni di esperienza del cliente, comunità e sostenibilità.

8) Be boundless
Supera l’idea che gli store siano confinati a delle mura o in un posto specifico. Con il progresso tecnologico si è sempre più flessibili e creativi.

9) Be exponential
Perfeziona costantemente l’offerta attraverso un mix di tecnologia, servizi, prodotti e esperienze, collaborando con terze parti diverse tra cui startup, università, imprese partner, clienti.

10) Be brave
Nel mondo di oggi il cambiamento è la sola costante e non mettersi in gioco è la cosa più rischiosa che si possa fare. Bisogna adottare un approccio sempre più flessibile all’innovazione e che favorisca la sperimentazione.

da ACADEMY HUMAN2HUMAN

Related posts:

  1. Le 7 regole per lanciare un prodotto o servizio
  2. IKN ITALY ANNUNCIA LA DOPPIA EDIZIONE DI FORUM RETAIL 2021
  3. Un’ampia scelta o una selezione curata di prodotti: il dubbio al centro del retail
  4. Da negozi a hub per l’e-commerce. Nel retail post-Covid è corsa ai ‘dark store’