Le regole del successo: non dire o dare troppo !

Lug 2nd, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Comunicazione, Marketing


Perché ci sono due regole per il successo:
1. Non dire mai tutto quello che sai

Questa semplice frase racchiude una grandissima verità, un regola fondamentale della comunicazione, soprattutto quella social, meglio non rivelare tutto.

Lo so, suona un po’ come i consigli di mamma “non esporti troppo, sta sulle tue, non metterti in mostra”, ma in realtà è una grande verità in comunicazione.

L’interesse per qualcuno o qualcosa è spesso legato alla curiosità di scoprire dettagli che tu e gli altro non conoscete su di lui, sulla sua storia o sulle sue capacità.

Questo vale anche per a creazione di contenuti, come può essere un blog su Facebook, ad esempio, dove puoi anche prendere storie interessanti, ma devi farlo nel modo giusto, se vuoi essere seguito.

Perché il giusto modo di raccontare spinge a continuare a leggere, per il desiderio di scoprire ciò che non sai, quello sbagliato ti fa chiudere il post in pochi istanti.

È una tecnica molto comune nei romanzi, definita in gergo “gancio”, viene usata per spingere costantemente il lettore ad andare avanti nella lettura.

Questo stesso risultato dovrebbe essere il tuo primo obiettivo anche nella comunicazione social ed è alla base della viralità dei contenuti.

Se le persone giuste ricevono il giusto messaggio nel giusto contesto, hai la possibilità che il messaggio divenga virale, ma c’è una regola chiave perché ciò succeda: la rilevanza e il contesto.

Affinché io sia spinto a voler condividere il messaggio gioca un ruolo fondamentale il fatto che lo ritenga o meno “sconosciuto ai più”, cioè rilevante nel mio contesto di conoscenze.

Se penso che quelle informazioni non sono ancora conosciute sarò incentivato a condividerle per primo, per ottenere una gratificazione e una rilevanza sociale.

Nella comunicazione social essere brevi e sintetici, anche a costo di tralasciare qualche piccolo dettaglio, porta due grandi vantaggi, per davvero due non per finta.

Primo le interazioni e i commenti saranno stimolati dalla mancanza di “tutti i dettagli”, proprio per la regola della rilevanza e del contesto, secondo corri meno rischi di annoiare e affaticare nella lettura

#marketing #comunicazione #social #fortunatomonti #marketingjournal #psicologiadeiconsumi

Fortunato Monti
Web & Social Marketer & Content Creator
fortunato.monti@gmail.com

Related posts:

  1. Sex and the Marketing: il successo delle campagne Durex
  2. La musica giusta, per dare un “tono” all’evento - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli
  3. Troppo stupida, non può funzionare! Siete proprio sicuri?
  4. Le 7 regole per lanciare un prodotto o servizio