Le tendenze del mondo del lavoro manageriale per il 2020: nuove professioni

Feb 1st, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B


Kelly Services, leader mondiale nella consulenza per le risorse umane, che offre su scala globale servizi di outsourcing, HR, somministrazione e full-time placement, svela quali saranno le professioni di spicco per il 2020.

Tra le nuove figure che si stanno affermando sempre di più nel mondo del lavoro, quella che ha registrato la crescita maggiore è senza dubbio l’Energy Manager. Il compito principale di questo professionista è quello di gestire tutto ciò che concerne l’energia all’interno di un’organizzazione, verificandone attentamente i consumi, ottimizzandoli e promuovendo l’efficienza e l’utilizzo di fonti rinnovabili, ove possibile.

Generalmente si relaziona con il Direttore Tecnico per l’approvazione delle soluzioni e con il Responsabile Operations per la gestione di eventuali clienti e dei tempi di lavoro. Inoltre, segue l’elaborazione di diagnosi energetiche, comprensive di proposte di intervento per il miglioramento. Tra le soft skill, troviamo la capacità di coordinare un team tecnico e di interfacciarsi con il reparto commerciale e il marketing, per individuare e condividere le politiche di sviluppo aziendali. La RAL di un Energy Manager è intorno a 55-60K.

In questi ultimi anni, in azienda si sente parlare sempre più spesso di big data poiché essi rappresentano una risorsa importante, che necessita però di professionalità specifiche per essere trasformata in informazioni utili al business.

Per questo motivo, l’introduzione della figura del Big Data Developer si occupa di sviluppo di tool, soluzioni e processi, con l’obiettivo di analizzare, collezionare e immagazzinare grandi set di dati. Possiede una laurea in discipline informatiche o affini, la conoscenza della programmazione a oggetti e uno dei seguenti linguaggi Python, Scala, Java. Sono, inoltre, richieste buone competenze su struttura dati, algoritmi, OOP e architettura MVC. La RAL è pari a 38-40K.

Un settore che conferma la propria ascesa, invece, è quello ingegneristico. Questa crescita è trascinata dalle nuove prospettive aperte dalla trasformazione digitale. Il processo di digitalizzazione impone la presenza di talenti che sappiano non solo applicare le proprie conoscenze tecniche, ma che posseggano anche una serie di soft skill – come la proattività e la capacità di collaborazione – di cui oggi il mondo del lavoro non può più fare a meno.

Ma vediamo nel dettaglio quali saranno le professionalità più ricercate in questo campo:

System Engineer

Con una laurea in Ingegneria Informatica, il System Engineer è inserito nell’ambito della Direzione Information & Communications Technology ed ha esperienza nella gestione di sistemi a supporto dei processi produttivi. Riporta all’ICT Manager e si occupa di gestire le infrastrutture relative ai sistemi legati all’ambito manufacturing, di pianificare le attività di manutenzione e monitoraggio dei sistemi, per assicurarne il corretto funzionamento. Collabora all’implementazione e alle attività di qualifica infrastrutturale per variazioni e/o nuovi progetti in ambito manufacturing.

RAL: 38 -40K.

Software Tester/R&D Engineer

Laurea in Ingegneria dell’Informazione (Elettronica/TLC/Informatica), il Software Tester è solitamente inserito in un team ed è coinvolto in attività di collaudo, testing delle soluzioni, definizione casi di test, esecuzione, validazione e analisi dati. La conoscenza di SAP unita all’esperienza pregressa di scrittura Test Cases /Test Book sono skills molto richieste, insieme all’esperienza almeno biennale nel ruolo.

RAL: 35-37K.

Business Intelligence Analyst

Il percorso di studi richiesto è una laurea in Ingegneria Informatica, Informatica, Statistica o Matematica. Inserito nell’ufficio IT, generalmente riporta all’IT Manager e si occupa principalmente di gestire gli applicativi sviluppati internamente, sia come individuazione e soluzione dei problemi operativi, sia per sviluppare nuove funzionalità. È gradita l’esperienza di analisi e sviluppo Data Base relazionali e conoscenza del linguaggio SQL, nonché una buona conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione ad oggetti. RAL: 33- 36K.

Java Developer

Laurea in Ingegneria Informatica, il Java Developer riporta al responsabile tecnico del team e si occupa di sviluppo software con linguaggio di programmazione Java. Partecipa alla definizione dell’architettura del software, definisce e analizza i requisiti del software. È generalmente richiesta una esperienza nello sviluppo software minima di 2 anni e la conoscenza di framework come Spring. RAL: 35-38K

L’altro settore che negli anni ha visto crescere esponenzialmente le offerte di lavoro è quello del Sales & Marketing.

Ecco le professionalità più desiderate nel 2020 e le nuove competenze richieste:

Social Media Manager

Ha la responsabilità diretta dell’ideazione della strategia di comunicazione social, gestisce il piano editoriale e, insieme al reparto creativo, ne definisce e sviluppa i contenuti. Ha un’ottima conoscenza delle piattaforme social (Facebook e Instagram in primis) e ne conosce linguaggi, convenzioni e audience. I principali compiti del Social Media Manager comprendono le analisi di benchmark sulle best practice del settore e dei competitor, l’accounting per i clienti assegnati e la definizione dei singoli contenuti. Possiede una laurea in Marketing/Comunicazione e alcuni anni di esperienza nel ruolo in agenzia o centro media. RAL: 63-65K.

Web Content Editor

Con una laurea in Marketing o Comunicazione, si occupa della realizzazione dei siti web e delle applicazioni mobile dei clienti. Si occupa di gestire le fasi dei progetti online e offline, dal concept creativo alla realizzazione del prodotto finale. Supporta i clienti in fase di assistenza tecnica. Tra le skills più richieste, ci sono la buona conoscenza di almeno uno dei principali CMS (WordPress, joomla, Drupal) e dei sistemi operativi mobile Android & Ios. È generalmente richiesta un’esperienza di 2 o 3 anni in ruoli analoghi. RAL: 38- 40K

Seo Specialist

Gestisce progetti di Search Engine Optimization, curandone gli aspetti operativi e di setup strategico. È solitamente richiesto un background formativo nell’area web marketing ed almeno 3 anni di esperienza in ruoli analoghi, preferibile web agency, secondariamente in-house. Completa il profilo una buona conoscenza delle principali tematiche legate all’ottimizzazione per i motori di ricerca e delle sue recenti evoluzioni. RAL: 36-40K

Trade Marketing Manager

Risponde al Direttore Marketing e si occupa di gestire le strategie di vendita per il mercato di riferimento. Definisce le attività promozionali e comunicative con responsabilità sul budget e analisi P&L. Tra i requisiti principali ci sono la precedente esperienza nel ruolo, una laurea in Economia e Marketing e l’ottima conoscenza della lingua inglese. RAL: 40-42K

Related posts:

  1. Le nuove tendenze nell’evoluzione del B2B
  2. Le offerte di lavoro dopo il virus: ecco le professioni più richieste
  3. Osservatorio FlexJobs: le 15 professioni più ricercate al mondo nei prossimi 10 anni da svolgere anche a distanza
  4. Undertourism e turismo di prossimità, le nuove tendenze per viaggiare ai tempi del Coronavirus