Lidl, 1,5 miliardi per 150 nuovi pdv e 3 poli logistici in rampa di lancio

Lidl Italia rilancia sullo sviluppo, mettendo sul piatto 1,5 miliardi di investimenti in 3 anni per aprire 150 nuovi pdv e 3 hub logistici (Assemini, Vaprio d’Adda e Palermo). L’obiettivo di sviluppo al 2030 è passare da 700 a 1.000 store.

Nell’anno fiscale 2021/22 (chiusura a febbraio), Lidl ha realizzato un fatturato di 5,9 miliardi di euro, +6,9%.
Nell’esercizio precedente la società aveva registrato un utile operativo di 262 milioni e un utile netto di 184,7 milioni.
I nuovi obiettivi sono stati fissati dal presidente di Lidl Italia,

Massimiliano Silvestri, nel corso della conferenza stampa “Insieme per uno sviluppo sostenibile: persone, prodotti, investimenti” che si è tenuta a Milano in occasione dei 30 anni di attività. “Gli hub logistici – ha detto Silvestri – identificano anche i territori dove vogliamo rafforzare la nostra presenza: Lombardia, Sardegna e Sicilia.

Ad Assemini, in provincia di Cagliari, sono in corso i lavori di costruzione della nuova sede regionale e sarà il 12esimo polo logistico. A Palermo, vicino all’aeroporto, abbiamo raggiunto un’intesa e a Vaprio D’Adda stiamo per firmare gli ultimi documenti con l’amministrazione comunale”. In quest’ultimo caso, forse l’amministrazione temporeggia perché su Vaprio D’Adda pende un ricorso al Tar da parte dei No Hub.

“Noi andiamo avanti, abbiamo i permessi di tutti gli enti competenti e siamo in regola” ha tagliato corto il top manager.
50 pdv l’anno fino al 2024 significa inaugurarne uno a settimana, il doppio del ritmo attuale. “Sì, un pdv a settimana – ha confermato Silvestri – ma in realtà nel 2021 ne abbiamo aperti 46: 35 nuovi e 11 riammodernati/ricostruiti”.

Bilancio ricco

Lidl è la seconda catena discount in Italia, dopo Eurospin (con oltre mille pdv) e prima di MD

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it