Lo “Stealth Marketing di Soby Ericsson

Apr 25th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Unconvetional Marketing


Con un pizzico di senso di colpa simulato e 5 milioni di Euro, la Sony-Ericsson ha inaugurato un’acclamata operazione di Stealth Marketing ( detto anche Undercover Marketing), una sofisticata tecniva di marketing non convenzionale, per lanciare sul mercato statunitense il T68i e la Communicam MCA-20, il primo cellulare con digital-camera.

Il primo obiettivo da colpire era stato individuato in segmenti sociali definiti nei termini di “Modern Youth” e “Professional Pioneer”, categorie che dovrebbero intercettare le tipiche figure di early adopter per questo settore merceologico.

L’idea della newyorkese Fathom Communication è stata formalmente quella di utilizzare un’operazione di Stealth Marketing attraverso due diverse azioni.

Nella prima un gruppo di sessanta attori e attrici, divisi in gruppi di due o tre, interpretavano il ruolo di turisti in importanti attrazioni come l’Empire State Building a New York o lo Space Needle di Seattle. Individuato un capofamiglia con l’aria da Professional Pioneer gli attori si avvicinavano e gli chiedono di scattargli una foto. Una volta allettata la curiosità del interlocutore, reclamizzavano in modo disinteressato le caratteristiche dell’apparecchio.

Nella seconda sono state invece usate sessanta attrici e modelle che telefonino alla mano socializzavano con i clienti in bar di tendenza o nelle hall di hotel prestigiosi.

No related posts.