Local Businesses - Seo step by step a cura di Libero Fusi

Ott 30th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing


Negli ultimi anni, anche le piccole aziende si stanno interessando alle posizioni sui risultati di ricerca, dato che il numero di ricerche locali è in forte crescita.

Alcuni dati (fonte broadly.com):
• il 30% delle ricerche da dispositivo mobile è relativo ad una posizione geografica
• il 72% delle persone che esegue una ricerca locale, visiterà il sito entro 5 minuti
• crescita del 900% delle ricerche correlate a “vicino a me”
• crescita del 200% delle ricerche correlate a “aperto”+”ora”+”vicino a me”
• l’82% dei consumatori consulta lo smartphone prima di procedere ad un acuisto

La cosiddetta Local SEO è una serie di pratiche, che vanno a lavorare sul posizionamento di un risultato che ha che fare con la geolocalizzazione, ad esempio con l’inserimento del nome di una città nella query di ricerca.

Per comparire in queste ricerche non devi certamente inserire “qua vicino” nelle tue pagine perché non avrebbe senso, ma sarà Google a stabilire se il tuo risultato è pertinente o meno.
E’ una opportunità per PMI, professionisti, hotel, medici, avvocati, ristoranti e molti altri di essere visibili.

Nelle SERP esiste una parte dedicata ai classici risultati di ricerca e un’altra,
detta Local Snack Pack, che include alcune attività commerciali rilevanti con
riferimento alla mappa di Google.

Per comparire è necessario avere un account di Google My Business e procedere ad inserire la scheda della tua azienda, con tutte le informazioni richieste, tra cui descrizione dell’attività, categoria di appartenenza, fotografie, orari di apertura, indirizzo e contatti.

L’algoritmo di Google sui risultati locali lavora in base a tre fattori principali:
- Pertinenza: quanto è rilevante la tua azienda con la ricerca dell’utente?
- Distanza: quanto dista la tua azienda dalla località usata o implicita nella ricerca?
- Evidenza: quanto è famosa la tua azienda?

Per determinare l’evidenza, Google considera eventuali backlinks, numero e positività delle recensioni.

Come ottimizzare il tuo sito per ricerche locali?
Nome della città: inseriscilo nel tag title, nella meta description, nell’H1 e
anche nel body
.
Dati strutturati: inserisci il markup LocalBusiness in JSON‐LD per avere nelle
tue pagine il NAP (nome aziendale, indirizzo e numero di telefono), considerando che devono essere uguali a quelli inseriti nella tua scheda di Google My Business.

Mappa: includi la mappa di Google relativa alla posizione della tua azienda per farti trovare più facilmente.
Local citations: quando il tuo business è citato interamente con il NAP, è un
segnale rilevante, preso in considerazione anche da Google.

Puoi anche inserire la tua azienda in directories specialistiche (in base al settore), come pwer esempio TripAdvisor.

Recensioni: non potendo scrivere recensioni per te stesso, cerca di invitare i
tuoi clienti a lasciare un feedback su come si sono trovati usufruendo dei tuoi
servizi.

Richiedile: molti clienti sono soddisfatti e non lasciano una recensione semplicemente perché non lo sanno oppure se ne dimenticano. Fai in modo di invitarli a scrivere un commento sulla loro esperienza.

Rispondi sempre: sia che si tratti di opinioni positive o negative è sempre bene, rispondere per aumentare la tua presenza e mostrare al pubblico che ti importa di loro.

Recensioni negative: è vero che possono danneggiare la tua reputazione e anche il posizionamento, ma esistono strumenti per fare ricorso in casi davvero gravi oppure dovrai semplicemente scusarti e cercare di riconquistare il cliente.

Miglioramento costante: avere 50 recensioni con una media di 2 stelle è un problema, ma probabilmente averle tutte a 5 stelle potrebbe non essere fattibile. L’ideale è di lavorare sempre per cercare di migliorare il risultato attuale, considerando che qualsiasi valore maggiore di 4 è un ottimo risultato e più si riesce a salire, meglio sarà.

Alcuni dati (fonte broadly.com):
• l’84% delle persone si fida delle recensioni, come se fosse una raccomandazione personale
• l’68% delle persone si fida maggiormente delle recensioni quando tra queste ci sono sia
giudizi positivi che negativi
• l’70% delle persone rilascia una recensione quando viene richiesto
• buone recensioni generano il 31% in più di vendite

Per informazioni o dettagli contattami:
Libero Norberto Fusi

Cell: 347 3217653

Related posts:

  1. Breve storia dei motori di ricerca - SEO step by step a cura di Libero Fusi
  2. Ricerche vocali “long tail” - SEO step by step a cura di Libero Fusi
  3. SEO al negativo - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. SEO per accesso da Mobile - Seo step by step a cura di libero Fusi