Marketing sanitario: così le varie Nazioni del mondo mettono in atto una sorta di Health Promotion con incentivi a premio per la vaccinazione

Ago 10th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, CATEGORIA B, Comunicazione, Marketing


Mi sfizia la notizia: per incentivare i cittadini, soprattutto quelli più scettici, a farsi vaccinare contro il Covid-19 ed arrivare così in tempi più rapidi all’agognata immunità di gregge che consentirà il ritorno a una vita ‘normale’, sempre più Paesi offrono incentivi, sconti e ricompense di vario genere. I governi si stanno infatti ingegnando con ogni mezzo per conquistarsi il consenso

Un esercizio di marketing sanitario sotto la sovente efficace forma di iniziativa promozionale, non per le vendite ma per i vaccini. E’ noto che una strategica operazione di sales promotion non solo genera consenso ed engagement verso un brand ma genera nel pubblico l’impulso all’acquisto ( dove la pubblicità crea il desiderio d’acquisto). Ed è altresì risaputo che i concorsi o le operazioni a premio ottengono quasi sempre una ampia partecipazione di audience allettata dai premi in palio. Tanto più è alto il valore materiale o psicologico della “gratifica”, tanto più l’iniziativa ha successo

Così anche diverse Nazioni del mondo e parecchie aziende danno spazio alla fantasia ed alla forza incentivante del binomio premio punizione come scelta strategica per sollecitare i cittadini a vaccinarsi in una sorta di health promotion

Paese che vai incentivo che trovi! Ecco diversi esempi tra il serio ed il faceto, tra il prestigioso ed il minimale, tra il creativo ed il banale

Dagli Usa alla Russia, dalla Cina all’India passando anche per l’Italia, ecco quali strategie sono state pensate nell’ultimo periodo per dare slancio alle campagne vaccinali nei vari Paesi:

STATI UNITI - Si chiama “Joints for jab” ed è stat attiva fino al 12 luglio. È la campagna avviata dallo Stato di Washinton per incentivare i cittadini a farsi somministrare il vaccino anti-Covid. Prevede che, all’inoculazione della prima o della seconda dose, gli over 21 possano ricevere una canna di marijuana gratuita nei negozi autorizzati che vendono cannabis. Lo Stato, scrive il New York Times, ha già autorizzato birrerie, enoteche e ristoranti a offrire da bere gratis a chi fornisce la “prova” dell’immunizzazione

LE INIZIATIVE DEGLI ALTRI STATI NEGLI USA - Altri incentivi includono biglietti per eventi sportivi e lotterie con premi fino a un milione di dollari come successo in Ohio. In West Virginia si possono vincere soldi, camion, fucili e pistole da caccia personalizzati. La città di Detroit, invece, regala prepagate da 50 dollari a chiunque porti un proprio caro a vaccinarsi. Mentre gli impiegati pubblici del Maryland ricevono 100 dollari in più in busta paga dopo la seconda dose

Nel New Jersey, il governatore Phil Murphy ha lanciato la formula “Shot and a Beer”, ovvero vaccino e birra gratis, per i residenti di più di 21 anni.

A Washington, la sindaca Muriel Bowser ha deciso anche lei di offrire una birra a chi si farà vaccinare. Nel Conneticut, una campagna simile è stata avviata dal governatore Ned Lamont, che prevede una bevanda gratuita a scelta dopo l’inoculazione del vaccino.

A New York il governatore Andrew Cuomo incentiva la vaccinazione con un biglietto gratuito ad una partita delle due popolari squadre di baseball, i New York Yankees e i New York Mets.

Nella Virginia Occidentale, il governatore Jim Justice ha optato per buoni di risparmio di 100 dollari per incentivare la vaccinazione dei 16-35 anni, la fascia più difficile da convincere. Nel Maryland, i dipendenti pubblici che accetteranno di farsi vaccinare riceveranno un bonus di 100 dollari.

GLI INCENTIVI DELLE AZIENDE IN AMERICA - Mentre le aziende, grandi e piccole, come AT&T, Instacart, Target, Trader Joe’s, Chobani, Petco, Darden Restaurants, McDonald’s e Dollar General hanno offerto soldi extra ai dipendenti che si immunizzano. Tra loro c’è la catena di prodotti alimentari Red Rooster, che offre ai dipendenti un bonus di 250 dollari e due giorni di ferie pagate.

La catena Kryspy Kreme ha invece messo in palio la tradizionale ciambella americana. I Chagrin Cinemas a Cleveland hanno puntato sui popcorn gratis, mentre in California c’è stata la possibilità di noleggiare senza costi l’equipaggiamento per sport acquatici

IL RUOLO DELLE APP DI DATING - L’amministrazione Biden, inoltre, ha deciso di collaborare con Match Group Inc, società madre delle più popolari app di dating al mondo (come Tinder, OKCupid e Baddoo). Lo scopo è quello di offrire una serie di incentivi ai clienti che sono stati vaccinati

HONG KONG - Spostandosi in Asia, Hong Kong propone in cambio del vaccino un giorno di congedo lavorativo retribuito, oltre che allettanti premi collegati a una lotteria. Fra i regali in palio, oltre che ad alcuni appartamenti, anche una Tesla Model 3 Long Range, come riportano diversi media internazionali tra cui Bloomberg

CINA - Anche alcune amministrazioni cinesi locali hanno proposto dei premi: alla periferia di Pechino due scatole di uova per gli ultra sessantenni dopo la seconda dose, mentre nella zona commerciale nei pressi di Piazza Tienanmen ai vaccinati spetta un buono per un gelato gratuito. In altri quartieri della capitale sono stati pensati buoni acquisto per fare shopping

INDIA - A Rajkot, città del Gujurat, gli orafi si sono uniti per produrre forcine d’oro da regalare alle donne che si fanno vaccinare mentre agli uomini viene offerto un frullatore a immersione.
In altre regioni vengono invece distribuiti snack, cancelleria, dolci, piatti di pollo, il tipico biryani – riso cotto con le spezie, in versione vegetariana oppure con carne, pesce, ecc – e ancora sconti su riparazioni auto. Il comune di Delhi Nord ha optato per un ulteriore sconto fiscale del 5%. tappeti regalati e cene al ristorante gratis, nonché piercing al naso senza nessun costo

RUSSIA - In Russia, invece, per dare slancio alla campagna vaccinale va segnalata l’iniziativa della città di Mosca, dove da febbraio è stato deciso di dare gelato gratis ai vaccinati, ma non solo, l’intensificazione della campagna vaccinale passa tramite la lotteria delle auto. Contagi elevati e rallentamento delle vaccinazioni hanno spinto il sindaco della capitale Sergey Sobyanin a varare la lotteria auto anti-Covid per chi si vaccinerà. Sono state messe in palio cinque auto, del valore di circa un milione di rubli ciascuna, che equivalgono a 11.500 euro

ISRAELE - Fra i primi Paesi al mondo a dare slancio alla campagna vaccinale, e a completarla, c’è stato Israele. Nel Paese, da subito, sono stati pensati diversi incentivi, soprattutto per i più giovani. Chi si proteggeva dal Covid riceveva una pizza o una birra gratis, una lattina di Coca-Cola, pasticcini o cholent, una pagnotta di challah. Ed è stato offerto anche dell’hamin, il tradizionale stufato consumato di sabato. Nel comune di Tel Aviv, il premio per i residenti già vaccinati è stato invece un concerto all’aperto e la riapertura del settore culturale

EMIRATI ARABI UNITI - Nella città di Dubai, invece, alcuni ristoranti applicano uno sconto del 10% a chi ha già ricevuto la prima dose e del 20% dopo la seconda

SERBIA - Intanto, c’è anche chi procede con difficoltà, come la Serbia, dove il presidente Aleksandar Vučić ha annunciato che, visto il calo nelle vaccinazioni, il governo darà incentivi in denaro (il controvalore di 25 euro) a tutti coloro che decideranno di farsi somministrare il vaccino anti-covid

GIAPPONE - La ripresa dei contagi registrata nell’ultimo periodo sta mettendo il Giappone sotto pressione, Il ministro incaricato della campagna vaccinale, Taro Kono, ha proposto di offrire dei Gyoza, gli amati ravioli tipici a base di carne, a chi si farà vaccinare, ma al momento la sua idea non ha riscontrato grande successo. Alcune grandi aziende hanno osato di più sorteggiando premi di notevole entità fra i dipendenti, da appartamenti di lusso a lingotti d’oro

MESSICO - A Città del Messico, il premio non è stato un bene materiale o sconti ma un’esperienza collettiva: la possibilità di ballare tutti insieme mentre una banda suonava musica, ovviamente gratuitamente.

REGNO UNITO - Alcune aziende hanno lanciato una serie di iniziative e offerte dedicate proprio ai ragazzi che scelgono di vaccinarsi. Promozioni che il governo britannico ha subito sostenuto, annunciando ulteriori partnership in arrivo su questo fronte.

E così la compagnia di taxi Bolt offrirà viaggi gratuiti per raggiungere hub preposti alle inoculazioni, mentre la concorrente Uber offrirà sconti ai neo vaccinati che esibiscano un certificato, come farà anche la sua filiale di consegna cibo, Uber Eats.

Tutti gli utenti delle app saranno inoltre stimolati a darsi da fare con messaggi e promemoria, facilitando quindi una sorta di tam tam, sempre la tecnica più efficace per attirare l’attenzione di potenziali vaccinandi.

Allora, sulla falsariga di Uber anche Deliveroo e Pizza Pilgrims propongono un ventaglio di offerte e incentivi. Il segretario alla Sanità, Sajid Javid, ha ringraziato le società private che collaborano al piano vaccinale nazionale, invitando la gente ad approfittare degli sconti.

L’obiettivo è far crescere i numeri: perché se in tutto il Paese il 72% degli adulti ha ricevuto due dosi e l’88,5% una, nella sola Inghilterra la percentuale dei giovani tra i 18 e i 29 anni che ha ricevuto almeno la prima dose si ferma al di sotto.

REPUBBLICA CECA - A Praga per i dipendenti statali che si vaccinano ci sono due giorni di ferie retribuite in più. La proposta è arrivata dal primo ministro Andrej Babis che vuole così spingere i governi regionali e locali a puntare sul bonus ferie per incentivare le vaccinazioni

Le Misure più ruspanti:

ROMANIA - Punta su un bonus culinario la Romania che offre polpette speziate con pane e senape a chi si inietta il vaccino

INDONESIA - l’incentivo è addirittura un pollo vivo in omaggio nelle zone rurali per spingere alla vaccinazione gli over 45.

e in ITALIA

anche per il Bel Paese misure rurali nelle Regioni

in Sicilia, in provincia di Messina, a Alcara Li Fusi, dopo la bottiglia d’olio in omaggio di qualche settimana fa, la Coldiretti ha omaggiato chi si vaccina con una confezione di passata di pomodoro «Siccagno di Valledolmo», un pomodoro raccolto a mano e prodotto senz’acqua, una tecnica di coltivazione unica dell’entroterra siciliano.

Nell’open night romana organizzata dalla Regione Lazio - mille vaccini in una notte - musica jazz e colazione con cappucino e bri oche dopo la fiala unica di Johnson & Johnson

Cashback vaccinale e ferie in azienda

I datori di lavoro che puntano su aziende Covid free hanno offerto ai dipendenti un riconoscimento economico o giornate di ferie aggiuntive a chi completa il ciclo vaccinale. Per esempio un’azienda tessile del pesarese, la Noctis di Pergola - 150 dipendenti - ha inserito un bonus una tantum da 50 euro in busta paga per tutti i lavoratori che hanno completato il ciclo vaccinale. L’obiettivo è raggiungere a livello aziendale il 100% della copertura.

Alla Barberino’s, una startup di barbieri tra Milano, Torino e Roma, hanno varato “cashback vaccinale”. Nessun obbligo di vaccinazione, ma un premio in denaro di 100 euro netti in busta paga, condito da un giorno di vacanza bonus, per chi completa il ciclo vaccinale. E grazie a questa strategia stanno già raggiungendo l’immunità di gregge.

L’ipotesi del bonus vacanze da mille euro

Mille euro da spendere in bonus vacanze in Italia come incentivo a vaccinarsi. È attivo in dibattito per la proposta avanzata durante un’audizione del ministro dell’Economia Daniele Franco sulla riforma fiscale, in Commissioni riunite Finanze di Camera e Senato per introdurre un bonus vacanze da mille euro per tutti i vaccinati, aggiuntivo rispetto al bonus vacanza attuale fino a 500 euro.

Il Codacons ha invece puntato su una polizza assicurativa gratuita, con diversi importi di indennizzo. Obiettivo: convincere i refrattari alla vaccinazione per paura di possibili effetti collaterali e reazioni avverse. Coprirà eventuali danni legati alla somministrazione del vaccino. Uno scudo, insomma, in favore dei propri iscritti.

A Borgosesia, in provincia di Vercelli, il sindaco-deputato leghista Paolo Tiramani per convincere gli over 60 a vaccinarsi ha offerto un incentivo: palestra e piscina gratis. Gli over 60 che si vaccineranno potranno ritirare direttamente presso gli uffici comunali l’abbonamento gratuito in un centro sportivo convenzionato.

Ingresso in spiaggia gratuito nel villaggio turistico La Cucaracha di Catania per chi si vaccina. La dose viene somministrata direttamente all’ingresso nello stabilimento e poi, via sulla spiaggia. L’iniziativa rientra nel piano della presidenza della Regione siciliana e dell’assessorato della Salute per contrastare il calo fisiologico delle vaccinazioni legato alla bella stagione.

Related posts:

  1. Community anche nel mondo dei concorsi a premi? - Sales Promotion: Concorsi e Operazioni a Premio dalla A alla Z a cura di Miriam Forte
  2. Ma quando arriva il mio premio? - Sales Promotion: Concorsi e Operazioni a Premio dalla A alla Z a cura di Miriam Forte
  3. Il Meraviglioso Magico Mondo del Marketing: i Sogni son Desideri, così come i Prodotti
  4. Quando le Operazioni a Premio sono “ingannevoli” - Sales Promotion: Concorsi e Operazioni a Premio dalla A alla Z a cura di Miriam Forte