Mc Donald’s e l’ennesimo guerrilla marketing

Ott 18th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Unconvetional Marketing


Il Guerrilla Marketing prende ispirazione soprattutto dall’arte contemporanea e dalle figure retoriche della pubblicità. Le installazioni e gli happening (situazioni mobili) sono ispiratrici di questo tipo di comunicazione. Una modalità di comunicazione che presenta qualcosa di totalmente nuovo al fruitore, situazioni che non avrebbe possibilità di vedere nella normalità.

Addirittura potrebbe avere discendenze anche dalla Culture Jamming (letteralmente interferenza culturale). Un movimento artistico che negli anni ’80 utilizzava il linguaggio pubblicitario per andare contro le aziende stesse. Molti artisti utilizzavano marche e linguaggi pubblicitari per denunciare problemi sociali: un esempio su tutti il grande Banksy come in questo caso per McDonald’s

Related posts:

  1. Volkswagen e il guerrilla marketing prima del fischio di inizio di Euro2020
  2. Guerrilla Marketing da non fare: il disastro della campagna di Vodafone
  3. Guerrilla painting: tecniche di marketing non convenzionale nell’arte
  4. Volkswagen ha lanciato un’attività di guerrilla marketing prima del fischio di inizio di Euro2020