‘Media’s got talent?’ il report di WFA e MediaSense che dichiara la crisi dei media

Un’analisi complessa quella condotta dall’agenzia World Federation of Advertisers (WFA) e da MediaSense, società di consulenza globale sui media, che hanno analizzato le risposte di 400 intervistati (di cui l’81% operante ai più alti livelli dirigenziali) appartenenti ad altrettante importanti realtà tra inserzionisti, agenzie, editori, piattaforme multimediali e società tecnologiche di tutto il mondo, per il più grande report del suo genere.

Il report rappresenta il più largo studio di questo genere.

Iniziata a maggio 2022, la ricerca riprende e approfondisce un precedente rapporto di MediaSense (Media2025) il quale, attraverso interviste ai leader del settore, aveva infatti già rilevato la percezione collettiva di una diminuzione delle competenze, evidenziando come la pandemia, la faticosa rincorsa a un e-commerce internazionale e gli scarsi investimenti avessero generato difficoltà che sono oggi globali per portata e problematiche.

‘THE POOL OF TALENT IS SIMPLY NOT BIG ENOUGH’

Tra i principali motivi che hanno condotto i ricercatori a parlare di una vera e propria crisi (considerata la peggiore del settore dal 48% degli intervistati), la carenza di talenti sembra essere un fattore estremamente rilevante per gli scarsi progressi di ogni realtà coinvolta: il 77% dei soggetti interpellati, infatti, percepisce chiaramente questa mancanza e il 67% la riconosce come un ostacolo per la crescita e lo sviluppo. A livello geografico i più colpiti da questa tendenza sono gli Usa (81%) e il Sud-Est asiatico (93%) mentre dal punto di vista settoriale sono le agenzie a riportare il maggior disagio per la diminuzione delle risorse (85%).

1. Quanto ritieni significativa la carenza di talenti per i ruoli nei media della tua organizzazione? 2. La carenza di competenze chiave si sta rivelando un importante ostacolo alla crescita?

“Questo studio arriva in un momento importante del settore con le aziende che sperimentano livelli di logoramento del personale mai visti prima. E mentre rimaniamo innanzitutto un’azienda incentrata sulle persone, “cavalcare l’onda” non è più una strategia praticabile’ ha affermato Ryan Kangisser, managing partner di MediaSense. 

“IT’S A SELLERS MARKET”

Le risposte ottenute sia per area geografica che per ambito si sono dimostrate estremamente concordi: le aree chiave in cui si registra una generale mancanza di competenze risultano essere l’analisi dei dati (con una percentuale concorde tra inserzionisti e agenzie dell’84%), l’e-commerce e la misurazione delle attività. Non a caso la maggior parte dei soggetti ritiene che siano proprio queste tre aree di interesse le leve trasformative che meriteranno il maggior numero di investimenti nei prossimi due anni.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it