Osservatorio Non Food 2020: andamento lento e discontinuo

Ott 28th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Imprese e Mercati


Il 2020 sarà certamente ricordato per le conseguenze di uno degli shock economici più gravi per l’economia mondiale. La discontinuità nei comportamenti delle famiglie e delle imprese determinata dai provvedimenti di lockdown conseguenti alla diffusione dell’epidemia è stata repentina, e ha provocato in pochi giorni il collasso dell’attività economica.

Tale shock ha investito contemporaneamente molti paesi a breve distanza di tempo, seguendo la diffusione del contagio. Inizialmente è stata colpita la Cina, e poi i paesi occidentali, a partire dall’Italia e estendendosi poi agli altri paesi europei. Gli Stati Uniti hanno seguito con qualche giorno di ritardo l’Europa.

Gli effetti sui consumi Non Food sono stati sicuramente importanti, anche nei mesi di giugno e luglio, e per questo abbiamo aggiornato a settembre lo studio di scenario macro-micro economico sostituendolo alle prime considerazioni fatte a luglio nel capitolo dedicato agli impatti del Covid-19 sul mondo Non Food.

Vogliamo quindi condividere con voi alcune considerazioni riguardo:

I consumi delle famiglie nelle settimane del lockdown con i dati consolidati di giugno e luglio.
I trend da maggio: la confidence delle famiglie.
L’impatto dello shock Covid-19 sul consumatore Non Food: un’indagine su mille consumatori.
Una stima dell’impatto Covid-19 sui canali di vendita del Non Food per il 2020.

Il 2020 sta confermando le difficoltà, con previsioni di vendite in calo. E il 2021 si avvicina con un carico di incognite, connesse all’andamento della pandemia e alla situazione economica, ma anche con un ventaglio di potenzialità, legate all’arrivo di innovazioni tecnologiche che dovrebbero rilanciare i consumi in diversi settori.

È questo il messaggio che esce dalle oltre 200 pagine dell’Osservatorio Non Food 2020 di GS1 Italy, il più ampio e strutturato report annuale che monitora la struttura e l’evoluzione di 13 comparti - dall’abbigliamento al casalinghi, dai mobili agli elettrodomestici, dal bricolage all’edutainment – grazie all’analisi micro e macro economica svolta da REF Ricerche, alle previsioni delle vendite per canale e alla ricerca sul punto di vista del consumatore svolte da Metrica/TradeLab.

Una parte dei comparti monitorati dall’Osservatorio ha registrato risultati sostanzialmente vicini allo zero:

- Elettronica di consumo (+0,3%, ma con andamenti diversi nei vari segmenti).
- Bricolage (+0,4%).
- Casalinghi (+0,2%).

Continua, poi, la situazione difficile dei comparti della filiera del tessile, che, dopo anni di crisi, anche nel 2019 hanno ottenuto risultati negativi: abbigliamento e calzature (-2,7%) e tessile casa (-2,4%). Bilancio in rosso anche per giocattoli (-3,7%) e cancelleria (-1,6%).

Related posts:

  1. Beer&Food Attraction 2020: l’evento esclusivo per birre, bevande, food e tendenze per il “fuori casa”
  2. Industria food cresce 3 volte più del Pil, +3% nel 2019-2020
  3. Osservatorio TUTTOFOOD: i nuovi stili di vita degli italiani nell’era Covid tra casa, e-food e spesa
  4. Digital food marketing