Michela Vittoria Brambilla è tornata con “Dalla parte degli animali”

Gen 17th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Televisione


E’ ritornata sul piccolo schermo “Dalla parte degli animali”, la trasmissione ideata e condotta da Michela Vittoria Brambilla giunta alla sua quarta edizione. A partire dal 12 gennaio, ogni domenica mattina alle 10.50 su Rete4, dopo la Messa, terrà nuovamente compagnia alle famiglie italiane che amano gli animali e si commuovono ascoltando le loro storie: trovatelli in cerca di adozione ma anche cani eroi, quattrozampe che si meritano la nostra stima e persone meravigliose che li salvano.

Si riparte quindi nel verde della Brianza, dall’ormai tradizionale cascina-studio, dove l’on. Brambilla presenta gli ospiti, i servizi con storie di animali sfortunati o eroici, le rubriche fisse, i collegamenti con i video di trovatelli girati nelle strutture che li ospitano. La paladina degli animali li propone in adozione e consegna direttamente alle famiglie adottanti il nuovo amico, perché, ripete, “l’amore non si compra”.

La nuova mascotte di questa quarta edizione è il meticcio Lucky, un ex randagio dal pelo lungo e molto simpatico, che gestirà tutto lo spazio social (profilo Fb, Twitter, Instagram e canale YouTube), con il quale interagiscono i telespettatori inviando anche le più divertenti immagini dei loro amici a 4zampe, e presenterà, in ogni puntata, la campagna di un’associazione animalista: perché “Dalla parte degli Animali” è anche uno spazio di solidarietà verso chi ne ha più bisogno. Continua anche la bella collaborazione con R101, che ogni settimana rilancerà i contenuti della puntata e darà aggiornamenti sulle adozioni.

Related posts:

  1. I koala invadono New York e Londra: peluche su lampioni e alberi per raccolta fondi in aiuto degli animali australiani
  2. Animal Planet va di web game ecologista per educare i bambini alla difesa dell’ambiente e degli animali
  3. Social Adv: Gli animali non sono capi di abbigliamento
  4. E’ spesa di guerra quella degli italiani in quarantena: boom degli acquisti alimentari, +47% latte, +50% uova, +83% farine