Milano crede nel ‘b-travel’, nasce il Convention Bureau

Feb 16th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B


In un momento in cui si sprecano le ipotesi sul declino del business travel nel mondo post-Covid, Milano punta invece a conquistare un ruolo più importante, rispetto al passato, nel segmento Mice (acronimo di meetings, incentives, conferences, exhibitions).

Per questo, Palazzo Marino, insieme a Milano&partners, agenzia di promozione della città, lancia il Convention Bureau, definendolo uno strumento di primaria importanza per tutte le città che mirano ad accogliere eventi legati ai viaggi d’affari.

Milano si appresta ad ospitare grandi eventi che metteranno la città sotto i riflettori mondiali nei prossimi anni, su tutti le Olimpiadi Milano Cortina 2026, il congresso Eau (European association of urology) nel luglio 2021, e il congresso Esmo nel 2022. Secondo una stima di Aseri, la spesa sul territorio di ogni visitatore internazionale è pari a 346 euro euro per ogni giorno di permanenza.

L’obiettivo di Milano è quello di entrare tra le prime dieci città della classifica Icca, ranking globale delle città che ospitano eventi Mice, entro il 2023. Il Convention Bureau ha come scopo principale la promozione del territorio come destinazione per chi vuole svolgere eventi business, congressi, meeting aziendali, convention, soggiorni ‘incentive’, eventi associativi e istituzionali con un forte richiamo internazionale, e il supporto a tutta la filiera produttiva degli eventi.

In un contesto in cui ci si aspetta una riduzione dei visitatori internazionali del 26% nel 2021 e dell’11% nel 2022, rispetto al 2019 (fonte Oxford economics 2020), l’azione di promozione del territorio diventa centrale – si legge sul sito del Comune – per coordinare gli sforzi di tutti i soggetti, orientare le scelte strategiche e offrire servizi integrati per l’accesso alla città. Ma è anche l’occasione di indirizzare il posizionamento della città, con l’obiettivo di accogliere un turismo sostenibile e con un’alta capacità di spesa.

La caratteristica principale di un Convention Bureau è la capacità di fare sistema, presentando la città come un unicum in grado di offrire risposte e servizi a 360 gradi. Milano&partners ha raccolto l’interesse e la partecipazione dei soggetti più rilevanti della filiera turistica, quali Sea e Fondazione Fiera Milano, con il compito di rilanciare il territorio nel mondo con il brand Yesmilano. In particolare, Fiera Milano Congressi ha deciso di far confluire in Milano&partners la struttura di Eventing, che da dodici anni svolge il ruolo di Convention Bureau per il territorio.

Related posts:

  1. Convention MPI Italia. Formazione e scoperta del territorio dal 2 al 4 luglio a Torino
  2. Nasce a Milano il LifeGate Wall: Opel inaugura il muro dedicato alla sostenibilità
  3. Nasce “Champions for change” con un flashmob a Milano
  4. Finalmente inaugura Mercato Centrale Milano alla Stazione Centrale