Milano Design Week 2021, le novità del made in Italy al Fuorisalone

Apr 13th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Eventi

Aspettando l’edizione settembrina del Salone del Mobile, il design dà spettacolo dal 12 al 18 aprile. Con le nuove collezioni in mostra negli showroom e online

Dal 12 al 18 aprile, riflettori accesi sulla Milano Design Week 2021, un calendario di eventi che ricalca il Fuorisalone nei limiti imposti dall’emergenza sanitaria. In attesa del Salone del Mobile a settembre, la vitalità del settore del design e arredamento si esprime la presentazione dei nuovi prodotti, in parte online sulle piattaforme digitali e in parte in presenza, con eventi negli showroom.

I distretti del design

Una settimana dedicata al design con uno sguardo a settembre. Da una parte troviamo gli incontri online approfondiscono gli aspetti innovativi del progetto e del prodotto, affrontando anche temi legati all’ambiente, dall’altra , negli showroom, si toccano con mano i materiali e i dettagli costruttivi che fanno tendenza (trend e protagonisti del design vengono raccontati nello speciale del Corriere della Sera in edicola il 13 aprile).

Il calendario segue le divisioni classiche del Fuorisalone con le sue zone che mantengono la propria identità. Ecco quindi 5vie e Isola Design District, ma in Brera Design District e Milano Durini Design, troviamo, oltre agli appuntamenti digitali, anche delle aperture fisiche di gallerie e showroom, dove però bisogna verificare orari, oltre alla necessità di prenotare un appuntamento per la maggior parte delle location.

Appuntamenti online

Il minimo denominatore comune di tutti gli appuntamenti e della Milano Design Week in generale, sembra essere l’idea di un incontro che apre ora le sue porte per arrivare all’appuntamento di settembre in concomitanza con il Salone del Mobile. Un percorso che inizia soprattutto online per aprire gradualmente le porte al pubblico.

Sul rapporto architettura ed ecologia fioriscono convegni online come RoGuiltlessPlastic 2021 organizzato da Rossana Orlandi il 13 aprile alle ore 12. Il 14 aprile è invece protagonista la riflessione sulla tecnologia domestica con La Città si Rigenera, PostVoices, organizzata da PostHome in diretta streaming su thirtyonedesign.it/posthome.

Sul tema della casa e delle contaminazioni troviamo invece la proposta di Andrea Rosso, Creative Director di Diesel Living, da tempo direttore d’orchestra di stili e materiali industrial per una casa giovane e total look. L’evoluzione della sua formula che coniuga stile e funzionalità, quest’anno si chiama Together a part(ment), mix di expertise di alcuni brand italiani di successo: bagni e cucine Scavolini, imbottiti Moroso, complementi Seletti, per citarne alcuni.

Ecco le iniziative più significative:

Life in Vogue. Love letters to Milan

Cuore del progetto è una completa reinterpretazione del palazzo di Condè Nast e della redazione di Vogue Italia, decontestualizzato dall’ambiente urbano e immerso nella natura, secondo le visioni creative di interior designer internazionali.

Dal 12 al 18 aprile verranno svelati i progettisti protagonisti che lo hanno disegnato e prenderà vita un luogo virtuale – con appuntamenti, interviews, video, podcast e progetti – fruibile gratuitamente sulla piattaforma dedicata fino a fine giugno 2021

Interni Designer’s Week: il saper fare dell’industria italiana

Fra le principali attività proposte dal 12 al 23 aprile: talk e incontri con architetti e designer al Meeting Point Interni presso l’Istituto Marangoni e l’ installazione di grande impatto visivo presso la BAM Biblioteca degli Alberi di Mario Cucinella, fondatore della School of Sustainability di Bologna, nonchè progettista della torre in costruzione a Porta Nuova,

Molte altre iniziative sono visibili sulla piattaforma dedicata, oltre alla Guida cartacea day by day allegata a INTERNI aprile o che trovi presso i luoghi degli eventi.

Materially – per una fruizione tangibile e sensoriale dei materiali

Sei un progettista interessato ad approfondire i nuovi materiali in chiave di innovazione sostenibile, estetica e tecnologica?

Prenotati dal 12 al 23 aprile alle iniziative di Materially, che integrano strumenti diretti con tool virtuali per allargare il più possibile la platea di chi vuole partecipare: webinair sull’economia circolare sulle ultime tendenze materiali, visite guidate onsite della library e del database di Material ConneXion (solitamente riservata agli abbonati) ed altri incontri disponibili a breve qui.

Fuorisalone.it

Le Forme dell’Abitare è il tema dell’edizione 2021, uno spazio di riflessione su come potrebbero evolversi in futuro gli spazi abitativi.

Le iniziative registrati sulla piattaforma dedicata o presso gli showroom se consentito dalle attuali prescrizioni antiCovid19.

Vanity Fair Green – from challenge to change

Dal 12 al 18 aprile sulla piattaforma di Vanity Fair ascolta le storie che danno voce a grandi storie e personaggi sulla sostenibilità, tema già protagonista di numerosi contenuti editoriali.

Donne straordinarie che stanno cambiando il mondo, un affresco della nuova imprenditoria italiana che fa della sostenibilità lo strumento fondamentale per costruire un futuro migliore e altre storie di impegno e crescita, ispirazione per la community di Vanity Fair.

Giardino Zen Teresa Pomodoro: inaugurazione il 18 aprile

Domenica 18 aprile alle 17 lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro inaugura il Giardino Zen con musica, danza e la lettura dei testi della drammaturga e attrice Teresa Pomodoro a cui il Giardino è intitolato.

In contemporanea nel Giardino di Piazza Piola e presso lo Spazio Teatro No’hma in Via Andrea Orcagna 2.

Il progetto di riqualificazione del giardino-rotonda di Piazza Gabrio Piola – che si presenta ora fuori misura umana e disordinato – ridisegna nuovi luoghi che permettono agli user di riappropriarsi più armoniosamente del loro spazio.

Lo spazio diventa un luogo di meditazione più fruibile grazie all’installazione artistica “Colloquio” di Kengiro Azuma – 5 gradoni cilindrici di diverse altezze che accolgono 2 rospi in bronzo – e alla MU 765 Goccia, un’area pedonale a forma di goccia abbracciata da 21 ciliegi intervallati da panche.

Con Alpha District in tour alla scoperta del Portello

Dal 12 al 18 aprile segui il percorso guidato all’interno dell’area Portello – Cagnola – QT8 e Fiera, un concentrato di architetture d’autore ancora poco conosciuto al grande pubblico.

Nella Piazza Gino Valle – la piazza più grande di Milano – e nei dintorni spiccano nomi quali Fabio Novembre, Emilio Isgrò, Jorrit Tornquist, Cino Zucchi, Guido Canali, Charles Jencks e Mario Bellini, fino ad arrivare alle Torri di Citylife

Alpha District è il nome dato al progetto di marketing territoriale di rivitalizzazione artistica e culturale del Portello e delle aree limitrofe all’ex comprensorio industriale Alfa Romeo, metre il quartiere QT8 – Quartiere della Triennale Ottava – è nato da un gruppo di progettisti capitanati da Piero Bottoni, ispirato all’opera di Le Corbusier e al concetto di città-giardino e portatore di una nuova concezione dello spazio urbano

CNA – Design Reset VS Contaminazioni

Il “fatto a mano” o meglio il ritorno in scena dell’artigianato e delle arti applicate, della tensione al pezzo unico e alla piccola serie sta portando a nuovi mood.

Collegati in streaming il 15 aprile alle ore 11 per un webinair dove figure diverse si confrontano portando alcuni case history, ospiti della Casa Museo Boschi Di Stefano: Luciano Galimberti, presidente ADI; l’architetto designer Ugo La Pietra, Sabrina Sguanci, designer e docente; Silvia Annicchiarico architetto già direttore del Triennale Design Museum fino al 2018 e altre voci delle istituzioni.

Post home

Come si connota la casa del dopo pandemia? Come un luogo reale in grado di garantire l’ibridazione degli spazi e che offre un’esperienza abitativa multifunzionale.

Esplora come il futuro di POSThome sia legato al quartiere e alla città che lo ospita nel talk digitale del 15 aprile alle 14 POSThome meeting:Anticipare la casa e la città di domani tra progetto e ricerca.

Approfondisci come il design coincida con una particolare idea di futuro strettamente legata al concetto di smart city.

Tecno – Back to emotions & future work

Esplora la nuova frontiera del vivere la casa e gli spazi lavorativi dal 12 al 23 aprile in un percorso espositivo lungo le stanze che rappresentano sia i luoghi di lavoro condiviso che gli interni delle abitazioni, tornate oggi al centro del nostro vivere quotidiano.

Grazie al contributo della storica azienda del design milanese Zanotta, gli interni dei Caselli daziari di Piazza XXV Aprile sono allestiti grazie al “know-how” di prodotto ed alle tecnologie più innovative.

Architour

Avviati in un percorso di edutainment tra le zone e gli showroom più rappresentativi di Milano legati al mondo del design.

All’interno delle locations verranno accompagnati gli architetti per ammirare insieme le esposizioni di prodotti e confrontarsi sui temi più attuali grazie alle presentazioni, talk e performance.

La Design, Ladies Design

Il titolo provocatorio di questa mostra narrativa video-fotografica organizzata da Area Porta Romana vuole ribaltare la consuetudine di attribuire alla parola design l’articolo maschile “il”.

Dal 19 al 25 aprile lo sguardo del fotoreporter Ermes Beltrami racconta presso lo studio di design Sillabe in Milano di Via dei Pellegrini 6 le imprese e le donne che ne sono artefici attraverso foto, video, parole, oggetti e luoghi.
5 VIE – Design & Art for a Better World

Il ruolo del design nel processo di costruzione e ricostruzione dell’identità, del valore, delle economie nel Bel Paese: questo il terreno d’esplorazione sulla piattaforma digital dal 12 al 19 aprile.

Tra le iniziative suggeriamo il forum TEC: Turismo è Cultura con 4 tavoli di lavoro tematici, il cui fil rouge sarà la ripartenza integrata del comparto turistico attraverso i driver della cultura e del design.

Qualora le norme vigenti lo permettano, alcuni forum si realizzano in presenza all’interno di spazi privati del distretto cinque vie.

Isola Design Festival

Profili designer e presentazioni di progetti, live talk e interviste con ospiti internazionali su Isola TV, mostre virtuali, e tante iniziative dal 12 al 18 aprile per dare visibilità ai progetti che guardano al futuro per caratteristiche sostenibili, innovazione, ricerca, ma anche per estetica e funzionalità.

Noroo per la sicurezza colorata a Milano

Il 16 aprile partecipa al talk online sul potere e la rilevanza del progetto del colore nel contesto urbano.

Il colore inteso come codice di lettura immediato capace di attivare, guidare, direzionare il movimento degli utenti in funzione delle aree urbane in modo efficace.

Gremove verso un nuovo umanesimo digitale

Design, musica, moda, tecnologia, imprenditoria: Milano riprogetta lo spazio-tempo sostenibile del nuovo umanesimo digitale: questo il titolo del webinar in diretta il 22 aprile da uno showroom e trasmesso in streaming dove imprese e professionisti del territorio milanese si confrontano su come il design possa scrivere una nuova pagina storica al servizio del nuovo vivere.

Nello showroom saranno esposti prodotti di design innovativi.

Wired Next Festival 2021

Il primo dei 5 appuntamenti nel 2021 dell’evento Condè Nast più famoso dedicato all’innovazione, tecnologia e creatività è il 14 aprile; il tema è Play.

Dedicati una giornata con i talk dedicati al futuro della creatività e dell’innovazione nell’ambito del design, portatrici di progresso, sostenibilità e inclusione.

Durini Design District

Siamo nel cuore del design nel centro di Milano: l’Associazione Milano Durini Design District racchiude le più importanti ed esclusive aziende di design in centro città che hanno scelto questo distretto per insediare i propri flagship store aziendali.

Fra il 12 e il 18 aprile scegli i momenti di incontro e networking tra pubblico e architetti, designer, critici, giornalisti, nonché presentazioni di novità di prodotto e ambiente, anteprime esclusive, approfondimenti e interviste.

Alcune aziende e showroom possono realizzare iniziative in presenza se le normative attuali lo consentono. Giovedì 15 aprile verifica se è confermata l’apertura straordinaria degli showroom fino alle 22.
DOS2021 Pixel City

DOS, Design Open’ Spaces, è il primo phygital district del design, nato nel 2019 per riaprire spazi dimenticati in una collaborazione sinergica fra istituzioni e attori privati.

Lo scenario applicativo è quello della città, un mondo in cui la vita sociale spesso non è più solo fisica ma anche virtuale; l’elemento digitale diventa di fatto un motore per il progresso anche dal punto di vista urbano.

L’edizione di dal 15 al 18 aprile 2021 è un’anteprima a quella del prossimo settembre e propone:

– mostra diffusa attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie invisibili e non impattanti: Tag nascosti e attivatori invisibili, posizionati all’interno del territorio, consentiranno agli utenti l’accesso a contenuti in realtà aumentata, all’interno di un catalogo on-line sulla piattaforma Pixel City;

– sessioni in live streaming con storie e interventi sui prodotti o temi più discussi del momento;

– tavole rotonde in streaming con designer, maker, influencer

The Cassina perspective 2021

Presentazione dal 12 al 23 aprile delle collezioni 2021 e della nuova Cassina Pro – collezione professionale – orientata al progetto e con prodotti certificati, che riunisce dai mobili contemporanei alle icone più amate di Cassina, insieme a sette nuovi progetti sviluppati per soddisfare le esigenze legate agli spazi pubblici, da hotel e ristoranti a lobby e spazi di lavoro.

Related posts:

  1. Fuorisalone Milano Design Week: Pratofiorito il terreno per la biodiversità di Eataly
  2. The Pool Club di DesignByGemini installazione alla Milano Design Week
  3. Milano Digital Week dal 17 al 21 Marzo
  4. Al via la Milano fashion week ‘Phygital’. Batte Londra e New York come numero di eventi