Milano Fashion Week 2021: ecco le sfilate in calendario

Feb 28th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Fiere


Ancora un’edizione digitale per via della situazione pandemica: tutte le sfilate saranno in formato virtuale, tranne due. Tra grandi assenti, ritorni e debutti eccellenti, l’evento principe del mondo della moda si trasferisce online dal 23 febbraio al 1 marzo

La CNMI (Camera Nazionale della Moda Italiana) ha presentato il calendario definitivo delle sfilate Milano Fashion Week autunno inverno 2021 2022, quasi totalmente in modalità digitale. Dal 23 febbraio al 1 marzo i brand mostreranno le loro collezioni attraverso piattaforme dedicate sui loro siti istituzionali e sui i propri canali social. L’evento si potrà seguire anche sul sito di CNMI, piattaforma che continua a rendere fruibili i contenuti della Milano Fashion Week in maniera digitale.

Le sfilate digital e le sfilate live

Il calendario definitivo della Milano Fashion Week 2021 prevede 140 appuntamenti: 68 sfilate (di cui solo due live), 65 presentazioni e 7 eventi. Le presentazioni inizieranno il 23 febbraio. E ogni narchio ha scelto se puntare sul formato digitale o organizzare le visite in showroom nel ferreo rispetto delle regole anti Covid. Le sfilate invece inizieranno il giorno successivo, il 24 febbraio, con Missoni. Saranno tutte in formato digital con due eccezioni: Del Core, mercoledì 24 febbraio alle 15:30 e Valentino, lunedì 1 marzo alle 14.

Le new entry in calendario

Per la prima volta nel calendario sfilate saranno presenti Brunello Cucinelli, in diretta da Solomeo, e la partnership Alessandro dell’Acqua x Elena Mirò. Al debutto sulle passerelle milanesi, tra gli altri, anche Onitsuka Tiger, Del Core e i cinque designer neri del progetto “We are Made in Itay” promosso dal collettivo Black Lives Matter in Italian Fashion.

Un’occasione unica per affermare che la multiculturalità fa ormai parte della realtà della moda, anche quella italiana. Quest’edizione della Milano Fashion Week, realizzata in collaborazione con Confartigianato Imprese e con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e di ICE-Agenzia, si aprirà con un omaggio a Beppe Modenese, Presidente onorario di Camera Nazionale della Moda Italiana, scomparso il 21 novembre 2020.

I ritorni, i debutti e i grandi assenti

Grande attesa per la sfilata di Fendi, il 24 febbraio alle 14: si tratta della prima collezione prêt-à-porter autunno inverno disegnata dal nuovo direttore creativo Kim Jones, già direttore creativo di Dior Uomo, che ora affianca Silvia Venturini Fendi nella storica casa di moda romana. Lo scorso mese lo abbiamo già visto all’opera a Parigi, per la collezione di Alta Moda.

L’edizione si chiuderà con le sfilate di Valentino e Dolce & Gabbana, che dallo scorso settembre sono tornati nel calendario milanese. Valentino aveva sempre preferito le passerelle parigine a quelle milanesi, mentre Dolce & Gabbana era assente dal calendario dal 1998 ed è rientrata la scorsa estate. Questa volta il grande assente sarà Versace: Donatella ha spiegato in una nota la scelta di sfilare fuori calendario, il 5 marzo, in un evento digitale.

Related posts:

  1. Milano Moda Donna dal Febbraio 2021 a Milano
  2. Milano Moda Uomo, le sfilate in device spingono sull’entertainment
  3. Milano Digital Week dal 17 al 21 Marzo
  4. Fuorisalone Milano Design Week: Pratofiorito il terreno per la biodiversità di Eataly