Milano Moda Uomo: La moda maschile protagonista in città

Gen 10th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Fiere


Dopo Pitti Uomo a Firenze, il menswear approda all’ombra della Madonnina. Parte il 10 gennaio la nuova edizione di Milano Moda Uomo, e fino a martedì 14 gennaio il capoluogo lombardo ospiterà 27 sfilate in calendario e oltre 30 presentazioni. Da alcune stagioni, la manifestazione aveva sofferto la scelta di alcune maison di optare per il formato co-ed spostandosi nella kermesse femminile.

Questa stagione, invece, hanno messo da parte la passerella unificata Gucci, che chiuderà le sfilate martedì 14, N°21 e Salvatore Ferragamo.

Tornano in calendario anche Prada che a giugno era volata a Shanghai, Msgm, guest dell’ultima edizione di Pitti Uomo, Iceberg, di rientro da alcune stagioni a Londra, e Miaoran. Debuttano in passerella Fabio Quaranta che sfilerà supportato da Cnmi, il danese Han Kjøbenhavn e il cinese Reshake.
A inaugurare la manifestazione ci penserà Dsquared2 stasera celebrando il 25° anniversario del brand, seguito dallo show di Ermenegildo Zegna. In calendario anche Stella McCartney e Alexander McQueen che sveleranno le proprie collezioni A/I 2020-21 attraverso delle presentazioni.
Supportati da Cnmi sfileranno Numero 00, Miaoran, Magliano, Jieda e David Catalan.

Dsquared2, Neil Barrett, Marcelo Burlon County of Milan, Han Kjøbenhavn, Spyder e Sunnei sfileranno in formato co-ed.

Nell’ambito del progetto di Camera della Moda in collaborazione con Confartigianato Imprese e con il supporto del Mise e Ice Agenzia avrà luogo la sfilata di Marco De Vincenzo.

Presentano inoltre per la prima volta Philippe Model Paris, Piacenza Cashmere, KB Hong, United Standard, Marinella, Matchless London, B+Plus e Chorustyle, mentre torna a presentare Harmont & Blaine. Lunedì 13 gennaio sfilerà a Palazzo del Ghiaccio il vincitore del Bfc/Gq Designer Menswear Fund & Newgen, A-Cold-Wall.

Camera Nazionale della Moda Italiana in collaborazione con Confartigianato Imprese e con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e Ice Agenzia ha inoltre presentato un progetto di valorizzazione della “proposta italiana della moda uomo – si legge in una nota –, che inizia a Firenze con Pitti e prosegue a Milano con la fashion week”.

Tra le varie iniziative, spicca la collaborazione tra Cnmi e il British Fashion Council che porterà a Milano una parte della London Fashion Week. ‘London Show Rooms’ occuperà lo Spazio Savona 56. All’interno del contenitore di talenti verranno presentate le collezioni di 10 designer emergenti inglesi e 5 italiani.

Related posts:

  1. Milano Fashion Week: 60 sfilate, 40 eventi e party, la città è in super fermento
  2. Il 47% degli italiani sceglie moda sostenibile che rispetta l’ambiente nei processi di produzione
  3. ‘Slow fashion’, la moda prêt-à-reporter sostenibile che riutilizza
  4. PITTI IMMAGINE FILATI dal 26 al 28 guigno 2019