Nel Regno Unito comincia l’era Sunak

Liz Truss ha rimesso formalmente il mandato di primo ministro, il più breve nell’intera storia del Regno Unito dopo soli 50 giorni al potere, nel mani di Carlo III, in veste di capo dello Stato, e successivamente il sovrano ha ricevuto a Buckingham Palace il nuovo primo ministro Rishi Sunak, 42 anni, designato ieri con la nomina a leader del Partito Conservatore di maggioranza.

Il passaggio di testimone rituale si è consumato a stretto giro, con le udienze separate della premier uscente e di quello entrante: primo capo di governo britannico d’origine indiana e primo insediato da Carlo dopo la successione a Elisabetta II, da oggi Sunak entra nel pieno delle funzioni per comporre la propria compagine e affrontare i contraccolpi della crisi come priorità assoluta.

“Sono qui per affrontare una profonda crisi economica” e “voglio fin da subito porre rimedio agli errori commessi“, ha detto il neopremier britannico nel suo discorso di insediamento a Downing Street riferendosi alla gestione economica fallimentare che lo ha preceduto alla guida del Regno Unito. 

Secondo Sunak, “le intenzioni” di Truss di rilanciare la crescita “erano giuste”, e che “tuttavia errori ci sono stati” e vanno corretti con “competenza e professionalità”, per meritare “la fiducia del Paese”.

Nel suo discorso d’addio a Downing Street, Truss aveva intanto evocato “il coraggio di osare” come un obbligo per i leader in tempi di crisi, aggiungendo di credere nel Regno Unito come “grande Paese”, i cui giorni “più luminosi sono ancora davanti”.

Mentre aveva evocato la necessità di far leva sulle “libertà” garantite dalla Brexit.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it