Nielsen: il post di un influencer può raggiungere fino a 1,3 milioni di persone

Mar 13th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Indagini e Sondaggi


La società di ricervhe fotografa il potenziale dell’influencer marketing a febbraio, e intanto amplia i tool di misurazione per selezionare e valutare le performance dei creator in Italia

Il post di un influencer può raggiungere fino a 1,3 milioni di persone, con una post interaction che a febbraio ha coinvolto oltre 30 mila individui. È quanto si evince dall’Influencer Benchmark di Nielsen Global Media, un’indagine aggiornata settimanalmente che misura in maniera strutturata e continuativa le performance dei post con contenuti pubblicitari.

Secondo i dati della ricerca, rilasciati per la prima volta da Nielsen, lo scorso febbraio il post interaction medio di un contenuto con #ad su Instagram è stato del 2,55%. Poiché gli influencer monitorati da Nielsen Global Media hanno una follower base media pari a 1,3 milioni, emerge che ad interagire con i contenuti di un singolo post nel periodo – contribuendo alla sua circolazione – sono stati circa 33.000 individui.

I dati di febbraio dell’Influencer Benchmark di Nielsen Global Media sono stati calcolati monitorando 920 profili social, con un perimetro di analisi che viene aggiornato settimanalmente con l’aggiunta di nuovi profili. I dati raccolti permettono letture per piattaforma, industry e influencer.

Facebook e Twitter mostrano performance differenti legate alle specifiche caratteristiche della piattaforma, al profilo degli utenti e all’intensità dell’attività degli influencer.

Benché la maggioranza dei follower interagisca con il post al momento della sua pubblicazione, le performance migliorano con i giorni successivi quando – progressivamente – altri follower entrano in contatto con il contenuto.

«Gli influencer – commenta Lorenzo Facchinotti, Marketing Effectiveness Manager di Nielsen – sono un canale di comunicazione che le aziende stanno imparando a utilizzare in maniera strategica, per accedere ad audience definite per interessi e stile di vita. In alcuni casi queste audience sono difficilmente raggiungibili tramite attività di comunicazione tradizionali. In questo senso l’influencer marketing può essere utilizzato non solo in maniera sinergica con altri strumenti, ma in alcuni casi anche come strategia di comunicazione esclusiva. La definizione dei criteri di scelta appropriati e la valutazione delle performance sono quindi momenti fondamentali. Per questo Nielsen Global Media sta progressivamente implementando soluzioni che permettano agli advertiser di disporre di dati su cui poggiare le loro decisioni di investimento».

Anche Media Impact, il tool di pianificazione strategica di Nielsen, è stato coinvolto nell’implementazione di features legate all’influencer marketing. Tramite la piattaforma è infatti già possibile valutare l’affinità degli influencer ai comportamenti d’acquisto e alle variabili attitudinali, consentendo quindi agli advertiser di ottimizzare le proprie campagne di influencer marketing.

Con questi nuovi sviluppi Nielsen integra nella sua offerta un potente supporto alla pianificazione delle campagne di influencer marketing, che si aggiunge agli studi di post-valutazione sui KPI di brand già attivi dal 2018.

di Alessandra La Rosa su www.engage.it

Related posts:

  1. Il Covid colpisce anche l’influencer, brusco taglio agli sponsored post
  2. Marketing, la complessità digitale renderà sempre più difficile raggiungere il cliente. Trend 2020 (Kantar): brand tornano alla realtà; cresce influencer mktg
  3. Top 15 influencer, i più seguiti in Italia e i post più condivisi. Ferragni, Rossi, Valli…
  4. Il nano influencer marketing è davvero il futuro dell’influencer marketing?