Presentato il Global PR and Communication Model 2021

Dic 30th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Comunicazione


Global Alliance for Public Relations and Communication Management e il Corporate Excellence – Centre for Reputation Leadership hanno presentato martedì scorso il nuovo Global PR and Communication Model 2021, un nuovo modo per guidare il lavoro o per i professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione in tutto il mondo.

Il modello è strutturato attorno a cinque Building Blocks strategici che generano e proteggono valore nel mondo di oggi: lo scopo aziendale (corporate purpose); il marchio (brand) e la cultura aziendale; la reputazione e i rischi reputazionali; la comunicazione; la connected intelligence e le metriche degli asset intangibili.

Questi elementi costitutivi consentono alle organizzazioni di ottenere la differenziazione, il coinvolgimento, la difesa, la fiducia e la legittimità sociale di cui hanno bisogno ora per mantenere la loro licenza di operare.

“Con gli sforzi collaborativi e partecipativi di una rete di 1.400 professionisti in cinque diverse regioni, questa è stata una ricerca, basata sul consenso, del ruolo globale presente e futuro e del valore delle relazioni pubbliche e della gestione delle comunicazioni. Il nucleo della forza delle nostre professioni è la nostra capacità di costruire relazioni, che ci connettono ovunque nel mondo “, ha affermato Justin Green, Presidente di Global Alliance.

“Il mondo sta attraversando un periodo di completa trasformazione a causa della nuova economia immateriale e avevamo bisogno di una nuova direzione, tenendo in considerazione prioritariamente la reputazione e gli asset immateriali”, ha dichiarato Ángel Alloza, CEO Corporate Excellence e Academic Research Director di Global Alliance.

Secondo Alloza, che ha guidato il progetto, la ricerca e il rapporto, insieme a Clara Fontán e al team di Corporate Excellence, “il Modello è una roadmap pratica per aiutare le organizzazioni ei professionisti a raggiungere i loro risultati più importanti e rilevanti per operare in ogni mercato nel 21° secolo: raggiungere una differenziazione duratura, costruire una solida reputazione e consolidare la fiducia con gli stakeholder, il che significa in fin dei conti ampliare la propria licenza di operare ”.

“Sviluppando questo modello, che è un’evoluzione del Melbourne Mandate la Global Alliance sta portando avanti la sua missione: creare standard globali per elevare la nostra professione”, ha dichiarato José Manuel Velasco, Immediate Past Chair e leader del comitato direttivo del progetto. “Il Modello guarda al futuro della nostra funzione offrendo un solido razionale al coinvolgimento del responsabile comunicazione nella C-Suite di qualsiasi tipo di organizzazione”, ha aggiunto.

Il Modello consolida anche gli Accordi di Stoccolma (2010) e il Melbourne Mandate (2012) e integra il Global Capability Framework sviluppato in collaborazione con la Huddersfield University nel 2018.

Il Modello mira a consentire alle organizzazioni e ai professionisti di tutto il mondo di migliorare la propria leadership e il processo decisionale aziendale, promuovendo al contempo una connessione reale e autentica con i propri stakeholder per il mondo post-COVID-19. Il progetto presentato oggi ha il supporto di LLYC, la principale società di Relazioni Pubbliche in Spagna e America Latina.

via www.ferpi.it

Related posts:

  1. Relazioni pubbliche e corporate communication di Emanuele Invernizzi, Stefania Romenti
  2. Interbrand Best Global Brands 2020 – Cambia il podio: Apple al vertice seguita da Amazon e Microsoft - Instagram, YouTube e Zoom sono le new entry.
  3. Gruppo Cimbali presenta il Faema Global Coffee Tour, roadshow internazionale per celebrare il caffè come bevanda che unisce il mondo
  4. Il Flywheel Model cambierà per sempre il modo di approcciarsi al marketing