Presentato il Global PR and Communication Model 2021

Dic 30th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Breaking News, Comunicazione, Relazioni Pubbliche


Global Alliance for Public Relations and Communication Management e il Corporate Excellence – Centre for Reputation Leadership hanno presentato martedì scorso il nuovo Global PR and Communication Model 2021, un nuovo modo per guidare il lavoro o per i professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione in tutto il mondo.

Il modello è strutturato attorno a cinque Building Blocks strategici che generano e proteggono valore nel mondo di oggi: lo scopo aziendale (corporate purpose); il marchio (brand) e la cultura aziendale; la reputazione e i rischi reputazionali; la comunicazione; la connected intelligence e le metriche degli asset intangibili.

Questi elementi costitutivi consentono alle organizzazioni di ottenere la differenziazione, il coinvolgimento, la difesa, la fiducia e la legittimità sociale di cui hanno bisogno ora per mantenere la loro licenza di operare.

“Con gli sforzi collaborativi e partecipativi di una rete di 1.400 professionisti in cinque diverse regioni, questa è stata una ricerca, basata sul consenso, del ruolo globale presente e futuro e del valore delle relazioni pubbliche e della gestione delle comunicazioni. Il nucleo della forza delle nostre professioni è la nostra capacità di costruire relazioni, che ci connettono ovunque nel mondo “, ha affermato Justin Green, Presidente di Global Alliance.

“Il mondo sta attraversando un periodo di completa trasformazione a causa della nuova economia immateriale e avevamo bisogno di una nuova direzione, tenendo in considerazione prioritariamente la reputazione e gli asset immateriali”, ha dichiarato Ángel Alloza, CEO Corporate Excellence e Academic Research Director di Global Alliance.

Secondo Alloza, che ha guidato il progetto, la ricerca e il rapporto, insieme a Clara Fontán e al team di Corporate Excellence, “il Modello è una roadmap pratica per aiutare le organizzazioni ei professionisti a raggiungere i loro risultati più importanti e rilevanti per operare in ogni mercato nel 21° secolo: raggiungere una differenziazione duratura, costruire una solida reputazione e consolidare la fiducia con gli stakeholder, il che significa in fin dei conti ampliare la propria licenza di operare ”.

“Sviluppando questo modello, che è un’evoluzione del Melbourne Mandate la Global Alliance sta portando avanti la sua missione: creare standard globali per elevare la nostra professione”, ha dichiarato José Manuel Velasco, Immediate Past Chair e leader del comitato direttivo del progetto. “Il Modello guarda al futuro della nostra funzione offrendo un solido razionale al coinvolgimento del responsabile comunicazione nella C-Suite di qualsiasi tipo di organizzazione”, ha aggiunto.

Il Modello consolida anche gli Accordi di Stoccolma (2010) e il Melbourne Mandate (2012) e integra il Global Capability Framework sviluppato in collaborazione con la Huddersfield University nel 2018.

Il Modello mira a consentire alle organizzazioni e ai professionisti di tutto il mondo di migliorare la propria leadership e il processo decisionale aziendale, promuovendo al contempo una connessione reale e autentica con i propri stakeholder per il mondo post-COVID-19. Il progetto presentato oggi ha il supporto di LLYC, la principale società di Relazioni Pubbliche in Spagna e America Latina.

via www.ferpi.it

Related posts:

  1. 2021 Global RepTrak, la classifica globale delle prime 100 aziende globali per reputazione
  2. Relazioni pubbliche e corporate communication di Emanuele Invernizzi, Stefania Romenti
  3. La UAU Communication - Tipologie di Marketing Non Convenzionale di Danilo Arlenghi
  4. Eventi e Live Communication in e post pandemia: IED Milano fa il punto con il mercato