Quando LinkedIn va oltre LinkedIn

Giu 11th, 2016 | Di Altri | Categoria: Social Networking


Una strategia di business inedita che scatena un successo sorprendente: così LinkedIn prova a superare se stesso.

Lo abbiamo sempre definito come il social network dei professionisti ed esclusivamente mirato alla ricerca di reti professionali, eppure sembra che anche LinkedIn mostri una certa predisposizione ad esplorare i nuovi confini offerti dal potenziale social.

È il caso di Candice Galek, fondatrice di Bikini Luxe (specializzato nella vendita di costumi femminili) che ha deciso di esportare la propria strategia di business sul social in questione: immagini accattivanti e titoli provocatori con lo scopo di suscitare interesse negli utenti. Il risultato è sorprendente: un post virale, 50mila visualizzazioni, oltre 400 commenti, connessione con numerosi potenziali investitori e clienti.

Questo caso ha scatenato l’interesse di molti osservatori, tra cui Forbes che ne ha tratto spunto per delineare alcuni punti chiave della strategia LinkedIn di Candice:

Strategia ed equilibrio
Una provocazione senza strategia non paga mai sui social e questo vale anche per LinkedIn. Il segreto del successo di questa azione è stato sicuramente quello di aver generato contenuti virali e un conseguente dibattito senza aver mai degenerato nella pornografia. Superato quel delicato equilibrio è facile immaginare che la strategia avrebbe portato all’effetto contrario.
Reazione ed eleganza
Una buona strategia social, si sa, passa anche e soprattutto attraverso la reazione ai commenti spesso offensivi e dai toni elevati degli utenti. Il successo di una campagna, dunque, si fonda anche sulle modalità con cui l’azienda risponde ai feedback dei consumatori/individui. La chiave di volta nel caso specifico di questa inedita strategia sembra essere stata proprio l’aver compreso i vantaggi offerti dalla situazione creata e l’aver evitato di interagire con toni tanto impulsivi quanto inopportuni.
Sfruttare la rete
Sembrerà strano, ma quello che ha fatto Candice è facilmente riconducibile alle comuni strategie in atto su LinkedIn: ha saputo sfruttare i vantaggi offerti dalla situazione creata da lei stessa per generare una rete di contatti (imprenditori, investitori, giornalisti) e una serie di feedback importanti, finendo addirittura su Inc. Magazine ed ottenendo il prestigioso ruolo di influencer su Linkedin.

Un caso che dimostra come anche un social molto settoriale come LinkedIn non sia esente dalle comuni strategie di business e possa rivelarsi, anzi, una potenziale miniera di feedback positivi. Il segreto è sempre lo stesso: tentare, riuscire ad anticipare un trend, cavalcare l’onda e sfruttarne i ritorni positivi in termini di visibilità e rete.

Related posts:

  1. Come funzionano e a cosa servono le Stories su LinkedIn
  2. LinkedIn lancia nuovi prodotti pubblicitari per i brand B2B e high consideration
  3. LinkedIn espande il suo Marketing Partner Program
  4. LinkedIn, un futuro per la comunicazione?