Ricerca ‘YPulse’: il rapporto con il mondo del food di Gen Z e Millennial

Dic 5th, 2018 | Di Altri | Categoria: CATEGORIA B


Almeno il 63% di chi ha tra i 13 e i 32 anni ha postato, almeno una volta, la foto di ciò che stava mangiando o bevendo: a dirlo è una ricerca di ‘YPulse’ che indaga le abitudini di Gen Z e Millennial e il loro rapporto con il mondo del food. Una percentuale come questa – esattamente come quella di chi si considera oggi un foodie e cioè un appassionato di cibo in tutte le sue sfumature, il 47% dello stesso campione – sembra ancora più alta se si considera che, nella stessa fascia d’età, appena il 52% corre a scattare una foto da pubblicare sui social quando ha effettuato un nuovo acquisto, per esempio.

C’è un numero però che rende meglio l’idea di ciò di cui si sta parlando: solo su Instagram ci sono (a febbraio 2018, ndr) quasi 150milioni di post taggati food porn. Sono immagini di hamburger, piatti stellati, street food, pietanze tradizionali e, tutti, parlano di una delle pratiche più in voga tra i social addicted: condividere con i propri amici, con i propri follower ciò che si sta per mangiare.

Che anche fare food porn faccia parte di quel continuo live streaming delle proprie giornate a cui nessuno riesce davvero a rinunciare? Fin troppo facile rispondere di sì: la grammatica delle Storie e dei contenuti temporanei ci ha abituati a fermare e riprodurre sugli schermi ogni momento che viviamo, pasti inclusi ovviamente.

Related posts:

  1. Food porn tendenza dilagante
  2. IAB SEMINAR FOOD FOR THE DIGITAL FEED: il digitale è ancora una opportunità inespressa per il mondo del Food
  3. Rapporto Coop 2018, il carrello degli italiani. Bio e freschi, lusso, e-food e ready to eat i trend
  4. Food Couture, il Food diviene fashion