Roma: quando l’uovo (di Colombo) era a Ponte Milvio

Mag 7th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Marketing In Progress


Grande sorpresa nella mattina di martedì 7 giugno a Ponte Milvio: un enorme uovo poggiato in un nido è spuntato a due passi dalla Torretta Valadier, nella stessa piazzola dove due anni fa venne annunciata la nuova Smart.

L’ironia si è subito scatenata sui social: “sarà da lì che uscirà il nuovo sindaco?” mentre in tanti si chiedono cosa rappresenti quell’uovo.

Bene, ve lo spieghiamo noi. Si tratta di una classica operazione di guerrilla marketing, una modalità di promozione pubblicitaria non convenzionale e a basso costo per fare leva sull’immaginario degli utenti e suscitarne la curiosità senza rivelare l’oggetto della promozione.

E allora quest’uovo? E’ l’uovo di Colombo: ricordate Angry Birds, il gioco per cellulari più popolare che ha fatto impazzire milioni di smanettoni dal 2009 in poi? In tutto il mondo, dalla prima all’ultima edizione, è stato scaricato oltre tre miliardi di volte diventando rapidamente un fenomeno di massa. Il nome del gioco significa letteralmente “uccelli arrabbiati”: i volatili sono infuriati perché i maiali hanno rubato le loro uova, e gli uccelli hanno tutte le intenzioni di riprendersele. L’abilità sta nel riuscirci.

E ora il gioco arriva al cinema.

L’uovo di Ponte Milvio – che resterà lì ancora per una decina di giorni, come avvenne a novembre 2014 per l’operazione di lancio della nuova Smart – si aprirà il 15 giugno, in contemporanea con l’uscita nelle sale italiane del film di animazione Angry Birds, prodotto dalla Warner Bros.

Nel film si scoprirà finalmente perchè i famosi pennuti sono così arrabbiati. La storia ci porta su un’isola popolata da volatili quasi tutti felici, anche se incapaci di volare. In questo paradiso, Red, un uccello con problemi di controllo della rabbia, il velocissimo Chuck e l’esplosivo Bomb, sono sempre stati emarginati. Ma quando sull’isola arrivano dei terribili maialini verdi, toccherà a loro dimostrargli di che cosa sono capaci…

Related posts:

  1. Un uovo da più di 30 milioni di like su Instagram per avviare il merchandising di Gang Egg
  2. Quando Folletto andò di guerrilla a Roma e Milano con ultracorpuscoli e robot pasticcioni
  3. Mini esce dall’uovo: uau communication !
  4. Un ponte sospeso - Relazioni Pubbliche in pillole a cura di Giorgio Vizioli