SEO vs PPC - Seo step by step a cura di Libero Fusi

Mag 27th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing

Una domanda che ci viene posta spesso è: “Quale è meglio: SEO o PPC?” Questa non è una domanda con una risposta generale, poiché dipende davvero dalla tua situazione attuale, dagli obiettivi e dal mercato.

La mia esperienza in questo settore mostra che, se eseguita bene, la ricerca organica offre più volume a un costo per lead migliore rispetto alla ricerca a pagamento.

Le aziende possono avere difficoltà a iniziare con la SEO e la ricerca a pagamento può offrire una corsia preferenziale per il marketing di ricerca se eseguita correttamente.

Comprendere i potenziali clienti e il modo in cui utilizzano il Web è la chiave per determinare se la ricerca a pagamento, la ricerca organica o una combinazione di entrambe è l’approccio migliore per la tua situazione unica e in continua evoluzione.

Ci sono due differenze chiave quando si considera SEO o PPC. Il primo è che gli annunci a pagamento vengono visualizzati nella parte superiore della pagina, sopra le inserzioni organiche influenzate dal SEO. Il secondo è che il traffico da organico tramite SEO è gratuito, mentre il traffico da PPC ha un costo per ogni clic.

Quali sono i pro e i contro del traffico organico proveniente dai motori di ricerca?

Consapevolezza. La visibilità nei motori di ricerca per le tue parole chiave mirate mette la tua attività di fronte a potenziali clienti più o meno allo stesso modo di come se facessi pubblicità e promuove la consapevolezza del marchio.

Branding. La visibilità sui termini di ricerca commerciale e sulle query informative relative alla tua area di attività può avere un vantaggio positivo per il branding. Il tuo marchio può essere associato e considerato affidabile dagli utenti che fanno domande mentre conducono la ricerca che porterà a un acquisto. Puoi diventare una voce autorevole su un determinato argomento.

Credibilità e fiducia. Fare in modo che il tuo sito ritorni nei risultati organici può influenzare la tua credibilità percepita con un pubblico alla ricerca dei tuoi servizi. Molti utenti saltano gli annunci e si fidano maggiormente dei risultati organici. Essere visibili dà alla tua attività quell’importantissimo timbro di approvazione.

Traffico del sito web. L’aumento del traffico del sito Web ti offre maggiori opportunità per aumentare la consapevolezza della tua attività e istruire un potenziale cliente sul motivo per cui acquistare da te.
Costo per clic. Il traffico dalla ricerca organica è gratuito … più o meno. Lo sviluppo di tale visibilità richiederà tempo e impegno (denaro), ma non è previsto un costo diretto per ogni impressione o clic.
Ritorno sull’investimento (ROI). Il traffico organico dei motori di ricerca può fornire un ROI migliorato rispetto alle forme tradizionali di media a pagamento

Costo. Sebbene la SEO non sia né economica né facile, generalmente sarà più conveniente rispetto a tutte le altre tattiche di marketing per fornire consapevolezza del marchio e traffico pertinente al tuo sito web.

Sostenibilità. A differenza del marketing di ricerca a pagamento, il traffico organico non si esaurisce nel momento in cui smetti di pagare. Pertanto, gli sforzi per sviluppare il traffico organico possono sostenere un’azienda quando si riduce la spesa per il marketing.

Percentuale di clic (CTR) migliorata. Una percentuale più alta di utenti fa clic sui risultati organici. Sebbene ci siano eccezioni a questa regola, genererai più clic da una voce organica ben posizionata che da un annuncio a pagamento ben posizionato.

Potrebbe anche essere necessario sviluppare tanti contenuti per ottenere una forte visibilità organica. Non tutte le aziende dispongono delle risorse interne per affrontare lo sviluppo dei contenuti e questo può rappresentare un problema. Tattiche come il link building sicuro e sostenibile possono essere difficili da padroneggiare e spesso è necessaria una precisa strategia, insieme al supporto di esperti.

In che modo la ricerca a pagamento differisce dalla ricerca organica? Con le percentuali di clic e la fiducia fortemente a favore della ricerca organica, perché un’azienda dovrebbe guardare alla ricerca a pagamento? Ecco alcuni dei vantaggi offerti da PPC:

Posizione sulla pagina. La ricerca a pagamento è visualizzata prima dei contenuti organici. Con in genere quattro annunci su desktop e tre su dispositivi mobili, un utente vedrà sempre gli annunci della rete di ricerca a pagamento, anche se sceglie di scorrere oltre.

Annunci migliorati. Gli annunci PPC sono proprio questo: annunci pubblicitari. In quanto tale, hai un controllo molto più granulare e più spazio per il disegno dei tuoi messaggi di marketing. Chiamate, località, sitelink, prezzi e elenchi puntati (callout) sono solo alcune delle opzioni per la creazione di annunci.

Annunci di prodotti visivi. Quando vendi un prodotto, Google offre l’opzione di annunci visivi per lo shopping (annunci con scheda di prodotto) che possono aiutare un utente a vedere su cosa farà clic.

Questo tipo di annuncio può davvero migliorare la percentuale di clic offrendo una funzione non disponibile nella ricerca organica.

Budget. PPC consente uno stretto controllo del budget. Determina quanto sei disposto a spendere al giorno (idealmente con alcune idee iniziali e ideali di rendimento) e imposta quel limite fisso.

Targeting. PPC fornisce un modo mirato per filtrare potenziali clienti. Gli annunci possono essere scelti come target per parole chiave di ricerca, ora del giorno, giorno della settimana, area geografica, lingua, dispositivo e pubblico in base alle visite precedenti. Il traffico organico, in confronto, è molto più disperso.

Velocità. Sebbene lo sviluppo di una buona visibilità organica possa richiedere tempo, una campagna PPC può essere creata in pochi giorni e avviata in settimane. Non esiste un modo più veloce per mettersi di fronte ai clienti nel momento stesso in cui sono pronti ad acquistare.

Agile. La velocità fornisce agilità. Vuoi provare un nuovo prodotto? Un nuovo messaggio di marketing? È possibile ottenere un rapido feedback sul lancio di un nuovo prodotto attivando una breve campagna pubblicitaria PPC.

Dati statistici. Laddove il traffico organico nasconde in gran parte i dati delle parole chiave in nome della privacy, non vi è alcuna restrizione di questo tipo con la ricerca a pagamento. Con il monitoraggio delle conversioni e una solida integrazione con il software di analisi (come Google Analytics), possiamo determinare quali parole chiave convertono e a quale percentuale e costo. Queste statistiche possono essere utilizzate direttamente nel marketing della ricerca organica (SEO) e possono dare indicazioni a tutte le altre pubblicità per migliorare i risultati su tutta la linea.

A / B Test. Suddividi facilmente annunci, pagine di destinazione e persino pulsanti di invito all’azione per determinare dove si trovano i risultati migliori. Ancora una volta, queste informazioni possono essere reinserite in tutte le altre attività di marketing digitale (e tradizionale).

Stabilità. AdWords non soffre della stessa turbolenza di cui possono soffrire i risultati organici. Ci sono cambiamenti, ma tendono ad avere un impatto molto inferiore e sono più facilmente gestibili. Un uso attento dei tipi di corrispondenza e l’analisi dei rapporti sui termini di ricerca consentono la rimozione della ricerca spazzatura e un aumento del ROI nel tempo.

Costo. Nonostante ciò che credono molti inserzionisti, un account PPC ben impostato e gestito può essere un modo a basso costo per generare lead per la tua attività. Se sei un’azienda locale che ha come target una piccola area geografica e un piccolo insieme di parole chiave, potresti scoprire che puoi generare lead più che sufficienti senza spendere una fortuna. Inoltre, nel tempo, gli account possono essere ulteriormente ottimizzati per ridurre i costi e aumentare il rendimento.

Il PPC può essere costoso. Non è sempre così, ma i costi possono aumentare rapidamente. Se ti rivolgi a interi paesi o conduci campagne internazionali, questi costi possono aumentare vertiginosamente.

La pubblicità di ricerca a pagamento è, come suggerisce il nome, a pagamento, quindi richiede investimenti costanti. Smetti di pagare e i tuoi annunci scompaiono e la tua generazione di lead si esaurisce.

Non è insolito entrare in una asta di offerte con altri inserzionisti, il che può far aumentare i costi.
Strategicamente, PPC è relativamente facile da copiare. Se un concorrente nota che stai pubblicando annunci, può pubblicare gli stessi annunci. I tuoi messaggi possono essere imitati.

Un PPC di successo richiede una gestione e un’ottimizzazione qualificate, dal monitoraggio delle offerte, punteggi di qualità, posizioni e percentuali di clic. Alcune di queste possono essere eseguite con gli script, ma se sei troppo occupato per farlo correttamente, assicurati di avere un esperto a portata di mano che si occupi di mantenere il tuo account.

SEO o PPC?
Non è possibile rispondere a questa domanda senza prendere in considerazione la situazione di una determinata attività.

Un’attività iper-locale con poca concorrenza e la necessità di pochi lead a settimana potrebbe probabilmente sviluppare una buona visibilità nei risultati di ricerca locali e organici con una piccola spesa o un po ‘di SEO fai-da-te.

Un nuovo negozio di e-commerce che compete con una pagina di risultati di Amazon, eBay e rivenditori online probabilmente avrà difficoltà nella ricerca organica (almeno a breve termine).

Hai bisogno di lead adesso? Hai un sito web con una alta authority? Com’è la concorrenza nella ricerca organica? Qual è il costo per clic nella ricerca a pagamento?

Una chiara strategia di marketing digitale e chiari obiettivi a breve e lungo termine sono essenziali per prendere una decisione su SEO o PPC.

I vantaggi di eseguire insieme SEO e PPC includono:
Le parole chiave e i dati di conversione da PPC possono essere inseriti nella ricerca organica (SEO).
Le parole chiave ad alto costo, parole chiave ad alto volume o a bassa conversione (ma comunque importanti) possono essere spostate da PPC alla ricerca organica.

I risultati dell’ A / B test delle campagne pubblicitarie e delle pagine di destinazione possono essere inseriti nella tua inserzione organica e nelle pagine di destinazione.

Metti alla prova la tua strategia di parole chiave in PPC prima di impegnarti in strategie SEO a lungo termine.

Indirizza gli utenti in tutte le fasi del percorso del cliente dalla ricerca al confronto fino all’acquisto con parole chiave commerciali.

Aumenta la fiducia e la consapevolezza avendo sia una forte visibilità organica che a pagamento.
Nella nostra esperienza con centinaia di aziende, l’approccio ottimale è una strategia di ricerca integrata che consideri sia SEO che PPC.

#seo #seostepbystep #liberofusi #marketingjournal #clubmc

Per informazioni o consulenze contattami:
Libero Norberto Fusi
Vice Pres. ClubMC

Related posts:

  1. SEM, SEO e SEA - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  2. Tendenze SEO 2021 - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  3. Come cercare le tue parole chiave - Seo step by step a cura di Libero Fusi
  4. Latent Semantic Indexing - Seo step by step a cura di Libero Fusi