Serim lancia le vending machine cashless

Gen 23rd, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Prodotti Innovativi


La prima macchina cashless che accetta solo carte e Satispay è alla fermata Porta Venezia del Passante di Milano

Contante bandito dalle nuove vending machine installate da Serim alla fermata Porta Venezia del Passante di Milano che, per la prima volta in Italia, accettano solo carte e pagamenti mobile. La prima è stata presentata ieri mattina sul 2° binario insieme ai partner Nescafé e Satispay.

Come spiega Bruno Mazzoleni, Presidente di Serim, togliere il contante dai distributori automatici porterà solo vantaggi sia ai clienti che all’azienda: insomma, non si rischierà più di vedersi ‘mangiare’ i soldi dalla macchinetta perché se l’erogazione si inceppa il pagamento non viene accettato e si evitano abusi e manomissioni. In definitiva, si riducono i costi di gestione e migliora l’esperienza degli utenti.

«Abbiamo un pubblico vastissimo, dai 13 ai 90 anni, a cui dobbiamo spiegare come funzionano le nuove macchine. Per questo nei prossimi giorni del personale dedicato assisterà nelle ore di punta i clienti nelle transazioni – spiega Mazzoleni -. Con le prime due macchine (la seconda verrà installata a giorni sul 1° binario) testeremo la risposta delle persone e sulla base di queste miglioreremo le prossime».

Per acquistare snack e bevande basta selezionare il numero del prodotto desiderato e avvicinare la carta al sensore contactless. Per pagare con Satispay basta aprire l’app di pagamenti mobile, scannerizzare il QR code che si trova sul distributore, digitare il prezzo del prodotto sul telefono trasferendo alla macchina un credito da utilizzare immediatamente, senza il problema del resto perché il distributore prende solo quanto serve.

Related posts:

  1. Stop alle monetine! Satispay sbarca anche sui distributori automatici per uno smart Vending Machine
  2. Los Angeles lancia la Vegan fashion week
  3. Confida: grandi successi e ottimismo per gli Stati Generali del Vending
  4. Recessione, Confindustria lancia l’allarme: ‘Italia ferma, crescita zero del Pil per il 2019′